TVL Radiotelevisione Libera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
TVL Radiotelevisione Libera
Paese Italia Italia
Lingua italiano
Nomi precedenti Telelivorno
Data di lancio 15 gennaio 1975
Data chiusura agosto 1977
Diffusione
Terrestre
Analogico non disponibile

Telelivorno, in seguito TVL Radiotelevisione Libera era una emittente televisiva privata, operante nella città di Livorno. Costituita nel 1974, ha iniziato le trasmissioni ufficialmente il 15 gennaio 1975. Trasmetteva sul canale 42 UHF, inizialmente programmi d'informazione, d'intrattenimento e sport. Gli studi erano in un locale posto al numero 25 di via dei Funaioli, a pochi metri dalla Terrazza Mascagni, il trasmettitore era situato sul Monte Serra, una delle vette del Monte Pisano, a una ventina di chilometri a est di Pisa. Il bacino d'utenza comprendeva buona parte delle provincie di Livorno, Pisa e Lucca, ed è per questo che la proprietà decise di cambiar nome da Telelivorno a TVL - TV Libera. Nell'estate 1975 a TVL si affiancò Radio Libera, che trasmetteva sulla frequenza di 102 MHz da una villetta in località Castellaccio, pochi chilometri a sud di Livorno. TVL divenne così la prima radiotelevisione privata attiva sul territorio nazionale. Tra i fondatori di TVL ricordiamo Paolo Romani e Marco Taradash, in seguito approdati a importanti incarichi politici. Il direttore della testata giornalistica TVL era Nino Pirito. Tra i collaboratori anche Leonardo Pasquinelli, Marco Sisi, Marcello Piccardo e suo figlio Andrea Piccardo. Per la difficoltà di reperire risorse sul mercato pubblicitario e la nascita di nuove e meglio equipaggiate emittenti televisive e radiofoniche toscane, TVL ebbe una vita difficile, le precarie condizioni economiche non permisero di fare un salto di qualità che permettesse un radicamento nel territorio, nonostante i tentativi di aumentare i mezzi di produzione e di migliorare la qualità dei programmi. Nell'estate 1977, prima la TV e quindi la radio, che nel frattempo aveva cambiato sede dal Castellaccio a un appartamento del Palazzo Mascagni, cessarono le trasmissioni.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Testimonianza, geocities.com. (archiviato dall'url originale il ).