Associazione Nazionale Fotografi Professionisti TAU Visual

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da TAU Visual)
Jump to navigation Jump to search
Associazione Nazionale Fotografi Professionisti – TAU visual Associati – professionisti della comunicazione visiva
AbbreviazioneTau Visual
Fondazione7 maggio 1992
FondatoreRoberto Tomesani, Maurizio Capobussi, Ermanno Lattuada
Sito web

L'Associazione TAU visual – Professionisti della comunicazione visiva TAU Visual (dalla lettera tau, iniziale della parola greca technè, che significa sia tecnica che arte) è una associazione italiana,[1], che ha l'intenzione di essere il punto di raccordo fra il fotografo professionista e le istituzioni, e di fornire consulenze informazioni e servizi atti a facilitare l’attività fotografica professionale[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione, senza scopo di lucro, viene fondata il 7 maggio 1992, con la denominazione “Associati TAU visual – Professionisti della comunicazione visiva” da Roberto Tomesani, Maurizio Capobussi ed Ermanno Lattuada[3].

L'associazione nasce con i seguenti obbiettivi:

  • l'identificazione e l’applicazione di un codice deontologico della professione fotografica;
  • lo sviluppo della conoscenza della legislazione e delle norme che regolano l'utilizzo dell’immagine fotografica;
  • la tutela del diritto di autore;
  • la fornitura di informazioni e consulenze atte a migliorare la qualità della professione fotografica degli associati;
  • la pubblicazione di manuali e l'organizzazione di convegni e seminari per l'avanzamento professionale degli associati;
  • lo studio delle nuove professionalità emergenti nel campo dell’attività fotografica;
  • la tutela e la difesa della figura professionale degli associati e la promozione della loro immagine.

Il primo direttivo dopo la fondazione è così composto: Roberto Tomesani (presidente), Maurizio Capobussi (vicepresidente), Ermanno Lattuada (formazione professionale), Grazia Neri (Agenzie d’archivio stock, Luciano Aldo Foffa (fotografia sportiva, Sofia Riva (fotografia di moda), Paolo Gandola (Fotografia pubblicitaria, Salvatore di Vilio (Fotografi di cerimonia), Marco Incagnoli (Telecineoperatori), Toti Melzi D'Eril (Agenzie di rappresentanza).

Anni '90[modifica | modifica wikitesto]

L’associazione si impegna per la definizione e la salvaguardia della figura professionale del fotografo. Inizia la pressione presso le autorità competenti per permettere di esercitare l’attività fotografica non solo come impresa artigiana ma anche come attività libero professionale[4]. Ad un'istanza sottoposta dall'Associazione, l'allora ministero delle finanze risponde con la Risoluzione Ministeriale 129/E del 17 luglio 1996 (prot. 6/1050/95), aprendo la possibilità alla gestione in forma libero-professionale dell’attività fotografica[5]. Subito dopo Tau Visual inizia il confronto sul tema del diritto di autore e sull'estensione alla fotografia del regime fiscale speciale. Nel 1997 il regime agevolato per il diritto d'autore viene esteso anche alle opere fotografiche. Contemporaneamente Tau Visual continua l'attività editoriale per la pubblicazione di manuali amministrativi e tecnici, iniziata già alla fine del decennio precedente, ed escono diversi volumi compreso il primo tariffario di riferimento professionale[6][7]. Nel 1996 inizia la pubblicazione degli Annuari della fotografia professionale, che raccolgono una selezione di immagini dei Soci, ed i loro recapiti. Dalla metà degli anni Novanta l’associazione collabora con il Gruppo Agenzie Distributori e Fotoreporter Gadef, fino a condividere gli iscritti e le segreterie e con l'associazione fotografi italiani professionisti AFIP per i cui soci Tau svolge servizi di consulenza legale e fiscale[8][9]. Nell'assemblea del 28 febbraio 1998 il nome dell'associazione viene modificata in: “Associazione Nazionale Fotografi Professionisti – TAU visual Associati – professionisti della comunicazione visiva”, con deposito notarile il 28 aprile 1998. Nel 1999 il coordinatore Tau Visual Roberto Tomesani viene cooptato nella commissione esperti studi di settore (poi divenuti Indici Sintetici di Affidabilità fiscale), con Decreto del Ministro delle Finanze del 5-2-1999[10].

Anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 TAU Visual partecipa alla creazione dell'agenzia on-line www.trovafoto.it, prima agenzia stock rivolta in esclusiva ai membri TAU Visual, che lascia gli originali a disposizione dell'autore e pone in diretto contatto la clientela con i fotografi autori.[11]

Nel 2004 l'associazione pubblica la raccolta di immagini professionali Pict-Box, un cofanetto che raccoglie 365 cartoline di immagini realizzate dai soci. Nel 2007 il tariffario professionale da cartaceo viene trasferito sul web per la determinazione in tempo reale dei corrispettivi di servizi e diritti. Nel 2008 e nel 2009 vengono tenute due edizioni del premio della Qualità Creativa in Fotografia Professionale, con giuria composta da oltre cinquanta giurati. Nel 2009 viene lanciato il canale tematico sulla piattaforma YouTube su cui si raccolgono tutorials professionali.[12]

Anni 2010[modifica | modifica wikitesto]

A partire dall’inizio del decennio viene periodicamente aggiornato e diffuso, gratuitamente nella sua versione digitale, il volume Documentazione per il fotografo professionista che affronta le problematiche più ricorrenti nell’esercizio dell'attività. Il volume può essere liberamente scaricato[13]. Nel 2011 Tau Visual promuove l'iniziativa "Senior meet junior" volta a favorire il tutoring da parte di fotografi con maggiore anzianità ed esperienza professionale dei colleghi più giovani ed inesperti[14]. L’attività di Tau visual continua poi con l’offerta di aiuto e consulenza ai soci in due settori particolarmente delicati: il recupero dei crediti in sofferenza e la scelta di un agente di rappresentanza per la ricerca e la gestione dei clienti[15][16][17].

Anni 2020[modifica | modifica wikitesto]

La pandemia, che ha tragicamente segnato l'inizio del decennio, ha spinto ancora di più l'associazione ad intraprendere la via digitale. Ai soci vengono inviati continui aggiornamenti mail sui ristori che possono richiedere e contemporaneamente l'associazione continua l’attività di informazione ed aggiornamento delle diverse aree professionali con webinar e lezioni a distanza. Si rafforza inoltre lo sviluppo di un arcipelago di mini-siti monografici, dedicati a tematiche settoriali nella gestione dell’attività professionale. In massima parte, le risorse sono disponibili a tutta la comunità fotografica salvo alcuni servizi riservati esclusivamente ai soci.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuale di fotografia ed immagine di moda, Edizioni Tau Visual, 1988.
  • Manuale di riferimento in fotografia professionale, Edizioni Tau Visual, 1988.
  • Manuale di tecniche fotografiche professionali, Edizioni Tau Visual, 1988.
  • Manuale Professionale di Fotografia per Privati, Edizioni Tau Visual, 1989.
  • Procedure Contrattuali in Fotografia Professionale e Determinazione delle Tariffe, Edizioni Tau Visual, 1989.
  • Tecniche fotografiche Professionali, volume secondo, Edizioni Tau Visual, 1990.
  • Manuale di Introduzione alla Fotografia Professionale, Edizioni Tau Visual, 1991.
  • Inquadramento Legale e Fiscale in Fotografia Professionale, Edizioni Tau Visual, 1991.
  • Creatività e promozione in fotografia professionale, Edizioni Tau Visual, 1992.
  • Repertorio di Tematiche Fotografiche Professionali, Edizioni Tau Visual, 1993.
  • Creatività e tecnica in fotografia professionale di cerimonia, Edizioni Tau Visual, 1994.
  • Legislazione, fisco, e diritto d'autore in fotografia professionale, Edizioni Tau Visual, 1997.
  • Trattato di tecniche fotografiche professionali, Edizioni Tau Visual, 2000.
  • Trattato di Fotografia Professionale di Matrimonio, Cerimonia e Ritratto, Edizioni Tau Visual, 2006.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Associazione Nazionale Fotografi Professionisti – TAU Visual su una scheda di fotografia italia.it un progetto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, su fotografia.italia.it. URL consultato il 27 febbraio 2021.
  2. ^ Statuto della Associazione Nazionale Fotografi Professionisti (TAU visual) - Statuto originario anno 1992 - rep. 56751 con modifiche apportate con assemblee Soci dell'11/5/96, del 28/2/98 e del 29 giugno 2001, su fotografi.org. URL consultato il 27 febbraio 2021.
  3. ^ Notaio Pasquale Matarrese, repertorio 13598 serie 2ª, Archivio Notarile Milano atti pubblici, 19-5-1992.
  4. ^ Progresso Fotografico, giugno 1992.
  5. ^ Attività di fotografo. Qualificazione come reddito di impresa o di lavoratore autonomo. Quesito, su def.finanze.it. URL consultato il 10 maggio 2021.
  6. ^ Progresso Fotografico, settembre 1994.
  7. ^ Progresso Fotografico, gennaio 1995.
  8. ^ Alfredo Pratelli, Annali Afip, 2012.
  9. ^ Roberto Tomesani, Afip si rinnova, in Progresso Fotografico, giugno 1992.
  10. ^ COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE DI ESPERTI PREVISTA DAL COMMA 9-bis DEL DECRETO LEGGE N. 50/2017 - CONVERTITO IN LEGGE CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 96/2017, su agenziaentrate.gov.it. URL consultato il 10 maggio 2021.
  11. ^ Benvenuto, su trovafoto.it. URL consultato il 10 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2002).
  12. ^ Tau Visual, su youtube.com. URL consultato il 10 maggio 2021.
  13. ^ Documentazione per il fotografo professionista (PDF), su documentazione.org. URL consultato il 5 giugno 2021.
  14. ^ Cena Condivisa, su condividere.org. URL consultato il 5 giugno 2021.
  15. ^ Fotonews, novembre 2012.
  16. ^ Fotonotiziario, giugno 2017.
  17. ^ Fotonews, maggio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Fotografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fotografia