T-90

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
T-90
T-90S 0032 copy.jpg
Un T-90S azero durante una esercitazione, 2010.
Descrizione
Tipocarro armato
Equipaggio3
CostruttoreRussia UVTZ
Data entrata in servizio1992 (T-90)
2004 (T-90A)
2020 (T-90M)
Utilizzatore principaleIndia India
Altri utilizzatoriRussia Russia
Iraq Iraq
Egitto Egitto
Esemplari> 4 500
Costo unitario2,5 milioni US$ nel 1999 (T-90A)
3,5 milioni US$ nel 2010 (T-90S)
4,5 milioni US$ nel 2017 (T-90MS)[1]
Sviluppato dalT-72
Altre variantiT-90M Provij-3
T-90MS Tagil
Dimensioni e peso
Lunghezza9,53 m
Larghezza3,46 m
Altezza2,23 m
Peso46,5 t
Propulsione e tecnica
Motorediesel/multifuel da 12 cilindri
Potenza840cv
Rapporto peso/potenza18,1
Sospensionibarra di torsione
Prestazioni
Velocità60 km/h
Velocità fuori strada45 km/h
Autonomia550 km
Pendenza max60%
Armamento e corazzatura
Armamento primario1 cannone 2A46M-2 a canna liscia da 125 mm
Armamento secondario1 mitragliatrice coassiale PKT da 7,62 mm
1 mitragliatrice Kord da 12,7 mm[2]
Corazzaturacorazza composita
corazza reattiva Kontakt-5
Notedati relativi alla versione: T-90
dati tratti da:
FAS.org[3]
Military-Today.com[4]
voci di veicoli militari presenti su Wikipedia

Il T-90 Vladimir[5] (in cirillico: T-90 Владимир) è un carro armato da combattimento di terza generazione, evoluzione del T-72B, sviluppato dalla Uralvagonzavod per soddisfare le necessità difensive delle neonate forze armate russe con le quali presta servizio ininterrottamente dal 1993.[6] Inizialmente denominato T-72BU o, alternativamente, Objekt 188,[7] per non comprometterne il potenziale commerciale si decise di cambiarne il codice di designazione in T-90 a seguito delle prestazioni tutt'altro che brillanti offerte dai T-72 del Kuwait e dell'Iraq nel corso della Prima Guerra del Golfo.

Primatista mondiale di vendite dal 2001 al 2010, complice il mastodontico ordine avanzato dal Ministero della difesa indiano, il T-90 ha ricevuto il battesimo del fuoco nel corso della Seconda Guerra Cecena del 1999 ed è stato impiegato attivamente nel corso della Guerra civile siriana dall'esercito regolare di Damasco.[8]

In servizio presso numerose forze armate delle regioni asiatiche e medio-orientali, a seguito della scomparsa di Vladimir Potkin, suo capo progettista, il governo della Federazione Russa ha ufficialmente concesso l'appellativo Vladimir al mezzo.[5]

Negli anni 2010 è stata sviluppata per l'esercito russo una versione profondamente aggiornata chiamata T-90M, anche nota in patria come Prorvij-3, dotata degli stessi sistemi di puntamento, cannone e corazza reattiva del T-14 Armata.[9] Tale versione è entrata in servizio nell'aprile 2020 presso la divisione corazzata Taman.[10]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un T-90A

All'inizio degli anni '80, l'ufficio di progettazione UVTZ (Uralvagonzavod) a Nizhny Tagil iniziò a sviluppare nuovi ammodernamenti per il carro T-72. Nel 1985 fu selezionato il T-72B (Oggetto 184), equipaggiato con il sistema di protezione dinamica "Kontakt" ed il sistema d'arma guidato 9K120 "Svir". Tuttavia, la macchina non venne trovata soddisfacente in quanto il T-72, rispetto ad altri carri armati sovietici dello stesso periodo, era dotato di un sistema di controllo del fuoco semplificato 1A40 / 1A40-1 per mantenerne bassi i costi di produzione e semplificare l'addestramento degli equipaggi.

Ciò spinse allo sviluppo di un nuovo carro, denominato internamente "Object 188", dove l'enfasi principale venne posta sull'aumento dell'efficacia in combattimento. portando il futuro T-90 al livello del T-80U in termini di efficienza di tiro. Venne pertanto selezionato il sistema di controllo del fuoco Irtysh 1A45, installato in serie sui carri armati T-80U dal 1985, ed un caricatore automatico già in uso sul T-72B.

Nel 1989, il carro armato "Object 188" è entrato in fase di test di stato, in cui dimostrò elevata affidabilità lungo i 14.000 km previsti, percorsi senza incidenti o guasti di rilievo. Di conseguenza, la Commissione di Stato raccomandò il carro Oggetto 188 per l'adozione. Il collasso dell'economia sovietica nel 1991, ritardò l'ingresso in produzione di 3 anni: i primi T-90 uscirono dalla catena di montaggio della Uralvagonzavod solo a novembre 1992. Al 1998, non erano stati prodotti più di 150 carri di serie di cui 107 distribuiti al Distretto Militare dell'Estremo Oriente.

Nel 1999 ha fatto la prima apparizione un nuovo modello di T-90, la versione A, con una nuova torretta.

Nel 2006 si contavano 272 carri T-90 in servizio con l'Esercito russo, inquadrati nella 5ª Divisione Carri della Guardia del Distretto Militare della Siberia[11] e 7 T-90 nella Fanteria di Marina.[11] Nel corso del 2008 60 nuovi T-90 sono stati distribuiti all'Esercito russo.[11]

La versione T-90S è in servizio anche nell'Esercito indiano e la produzione su licenza indiana ha avuto inizio nel 2006-2007. Nel 2001 l'India ha comprato 310 T-90S dalla Russia. I T-90 sono stati fabbricati dalla Uralvagonzavod e i motori dalla fabbrica di trattori di Chelyabinsk. Il T-90 è stato scelto perché è uno sviluppo diretto del T-72 che l'India già possedeva, quindi per facilitare produzione e addestramento. L'affare siglato tra Russia e India è costato 750 milioni di dollari americani e l'India ha voluto il trasferimento delle tecnologie del T-90 sul proprio territorio. Esiste anche una versione indiana del T-90S, realizzata con l'ausilio russo e francese e chiamata Bhishma.

Carri T-90A alla parata per il 64º anniversario per la vittoria della Grande Guerra Patriottica

Nel 2011 è stata svelata una nuova evoluzione del T-90 creata principalmente per l'export e per ammodernare quelli già presenti tra le file dell'Esercito russo. Il T-90MS (versione export) o T-90AM (versione per l'Esercito russo).

Nel 2020, a seguito del mutamento dei rapporti con l'Occidente nel corso degli anni 2010, è entrato in servizio presso le forze armate russe il T-90M, dotato di nuovi propulsori, armamento, corazza e sistemi digitali impiegati sul carro di quarta generazione T-14 Armata.

Al giugno 2021, risultano consegnati 30 esemplari.[12][13]

Armamento[modifica | modifica wikitesto]

L'armamento principale del T-90 è costituito da un cannone a canna liscia da 125 mm 2A46M-2 stabilizzato su due assi con il sistema 2E42-4 e lungo 48 calibri, cioè 6000 mm. È dotato di un meccanismo di caricamento automatico ed è lo stesso cannone della serie T-72, può essere sostituito senza eliminare la torretta ed è capace di sparare munizioni APFSDS, HE a frammentazione, HEAT-FS e missili controcarro 9K119M Refleks o 9M119M Refleks-M.

T-90 indiano

La dotazione di munizioni è di 42 colpi, 22 situati nel sistema di caricamento automatico più altri 20 in riserva e sei missili.

I missili sono a guida laser e con una testata HEAT in tandem, in modo da poter superare anche protezioni reattive. Il 9M119M Refleks-M ha un raggio minimo di 75 m e massimo di 5 km, per percorrere i quali impiega circa 14,2 secondi.[14] Può penetrare fino a 950 mm di acciaio omogeneo e può essere utilizzato anche contro velivoli in movimento lento e a bassa quota come gli elicotteri.

Come armamento secondario il T-90 dispone di una mitragliatrice coassiale, una contraerea e di altre armi per la difesa dell'equipaggio. La mitragliatrice coassiale è una PKT o PKTM da 7,62 × 54 mm R con 2000 colpi ripartiti in otto nastri da 250 colpi ciascuno.

La mitragliatrice contraerea è posta sulla cupola del capocarro comandata dall'interno ed è di calibro 12,7 × 108 mm. Il modello di mitragliatrice era una NSVT nei primi modelli del carro, mentre ora si è passati alla Kord. Il munizionamento della mitragliatrice è di 300 colpi divisi in due nastri da 150.

Per la difesa dei membri del carro sono presenti fucili d'assalto AKS-74U, con quindici caricatori da 30 colpi, e dieci bombe a mano F1.

Protezione[modifica | modifica wikitesto]

T-90S dell'esercito indiano, privo delle contromisure Shtora-1.

Il T-90 ha, oltre alla normale corazza, anche una protezione contro agenti nucleari, biologici e chimici (NBC).

Kontakt-5[modifica | modifica wikitesto]

La corazza reattiva (EDZ, elementy dinamcheskoi zashchity, "elementi di protezione dinamica")[15] di 3ª generazione Kontakt-5 copre tutta la parte frontale e la prima parte delle gonne dei T-90. La torretta del carro si trova centrata in mezzo allo scafo ed è ricoperta da "piastre" di corazza reattiva. Questa corazza dà alla torretta una forma molto poligonale. Le "piastre" di ERA proteggono il carro da molti tipi di proiettili annullando l'effetto delle cariche cave (HEAT), tranne nel caso che queste ultime siano di doppia testata. La corazza reattiva Kontakt-5 funziona efficacemente anche contro proiettili a energia cinetica, uranio impoverito compreso, annullandone completamente l'effetto.[16]

Tuttavia non è adatta ad essere utilizzata quando il carro è circondato da fanti amici, perché l'eventuale esplosione di una piastra causerebbe la morte o il ferimento degli uomini presenti nei dintorni.

La Kontakt-5 aggiunge alla corazza passiva del carro uno spessore equivalente in acciaio omogeneo di:[17]

  • 250 mm contro gli APFSDS;
  • 600 mm contro gli HEAT.

Durante dei test condotti in Russia nell'ottobre 1999, un T-90 equipaggiato con Kontakt-5 è stato colpito più volte da vari RPG, ATGM e proiettili APFSDS. I risultati hanno mostrato che il carro non poteva essere penetrato da ATGM o APFSDS, al contrario del T-80U che è stato più volte perforato.[18]

La corazzatura ha permesso ad un T-90 colpito sette volte da RPG durante la guerra del Daghestan del 1999 di non subire danni significativi e rimanere operativo[19]

Zona Minaccia T-90S[20][21]
Scafo frontale APFSDS 710 mm
Scafo frontale HEAT 1070 mm
Torretta frontale APFSDS 920 mm
Torretta frontale HEAT 1340 mm

Shtora-1[modifica | modifica wikitesto]

Lo Shtora-1 (russo: Штора-1, "cortina") è un sistema di protezione attiva, sviluppato dalla VNII Transmash di San Pietroburgo. Il sistema comprende:[22]

T-90 (vista laterale)
  • Sistema di controllo computerizzato;
  • Due gruppi di lanciafumogeni da 81 mm 3D6;
  • Due disturbatori radar IR ai lati del cannone;
  • Quattro sensori laser sul cielo della torretta.

Il sistema avvisa, con luci e suoni, l'equipaggio del carro quando questo è inquadrato dalla guida laser di missili, in modo da far ruotare la torretta verso la minaccia. A questo punto il missile viene disturbato, se è a guida SACLOS, con segnali falsi dai sensori OTShU-1-7 ai lati del cannone.[22][23] Ulteriore difesa può essere il lancio di fumogeni che nascondono il carro per 20 secondi ai telemetri laser e ad altri sistemi di mira.

I carri T-90S indiani sono sprovvisti dello Shtora.

Modelli[modifica | modifica wikitesto]

  • T-90: versione base
  • T-90K: versione posto comando
  • T-90S: versione per esportazione del T-90, senza protezione attiva Shtora-1[24]
    • T-90S Bhishma: versione su licenza del T-90S prodotta in India[25]
    • T-90SK: versione posto comando del T-90S[26]
  • T-90A: versione per l'Esercito russo con visore in torretta, motore V-92S2 e camera termica ESSA. Qualche volta questa versione è chiamata T-90 Vladimir o T-90M[27]
    • T-90SA: modello per l'esportazione del T-90A[28]
    • T-90SKA: versione comando del T-90SA;
    • T-90AM: versione aggiornata del T-90A presentata nel 2011, dotata di corazza reattiva Relikt, nuovo sistema di tiro, protezione attiva Shtora-1, un sistema APS Arena-3 ed una diversa disposizione dello scomparto munizioni.
  • T-90MS Tagil: versione aggiornata del T-90S presentata nel 2011[29]
  • T-90M Proryv 3: Versione presentata nel 2017 simile al T-90MS ma con molte modifiche, tra le quali: la corazza reattiva Relikt, un nuovo caricatore automatico, nuovo cannone 2A46M-4 125mm a canna liscia, una versione molto simile a quella usata sul T-14 Armata, nuovo motore V-92S2 diesel da 1.000cv. Secondo una stima nel 2018 400 T-90 risultavano essere disponibili per l'upgrade alla versione T-90M.[30]

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

  • BREM-72: versione carro recupero[31];
  • BMR-3M: carro antimine[32];
  • IMR-2MA: veicolo da combattimento del genio[33];
  • MTU-90U: versione ponte trasportabile[34].

Operatori[modifica | modifica wikitesto]

Carri T-90 indiani durante un addestramento. Da notare come i carri abbiano la corazza reattiva sulla torretta di due tipi differenti.
Algeria Algeria
572 tra T-90SA e T-90MS ordinati dalla Russia tra il 2009 ed il 2015.[35][36]
Egitto Egitto
l'Egitto ha ufficializzato l'acquisto di 500 T-90MS il 27 giugno 2020; la produzione avverrà per larga parte nel paese arabo.[37]
India India
Circa 1600 T-90 Bhishma in servizio, più 464 ordinati al novembre 2019.[38]
Iraq Iraq
73 T-90S/SK ordinati a luglio 2017.[39]
Russia Russia
431 T-90 e T-90A nel 2007.[40] Rispetto all'ammontare degli ordini al 2019, dei vari T-90 in servizio 160 saranno convertiti in T-90M entro il 2025.[41] Le prime 10 unità T-90M sono state consegnate all'esercito nell'aprile 2020.[10]
Uganda Uganda
44 T-90S acquistati nel 2011.[42]
Vietnam Vietnam
64 T-90S/SK ordinati a luglio 2017.[43]
Siria Siria
la 4ª Divisione meccanizzata schiera diverse unità di carri T-90/T-90A forniti dalla Russia a supporto delle operazioni per la liberazione di Aleppo[44]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Il carro armato T-90 compare in molti videogiochi come per esempio Battlefield 3, Battlefield 4 e War Thunder

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ (EN) Kord 12.7 6P50 heavy machine gun (Russia), su world.guns.ru (archiviato dall'url originale il 13 dicembre 2006).
  3. ^ T-90, su fas.org. URL consultato il 7 agosto 2014.
  4. ^ http://www.military-today.com/tanks/t90.htm
  5. ^ a b (RU) Главному конструктору танка Т-90 исполнилось бы 72 года, su Российская газета. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  6. ^ T-90 Main Battle Tank | Military-Today.com, su www.military-today.com. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  7. ^ (RU) Т-90 Российский ОБТ, su www.tiw.ru. URL consultato il 10 aprile 2021.
  8. ^ More Russian-made T-90A main battle tanks for Syrian army | December 2017 Global Defense Security news industry | Defense Security global news industry army 2017 | Archive News year, su www.armyrecognition.com. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  9. ^ First batch of upgraded T-90M ‘Proryv’ tanks delivered to Russian troops, su TASS. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  10. ^ a b (EN) T-90M delivered to 1st Guards Tank Army, su Defensionem - The War Bible, 15 aprile 2020. URL consultato il 27 giugno 2020.
  11. ^ a b c (EN) T-90/S MBT, su warfare.ru.
  12. ^ Russian Defense Ministry receives new batch of T-90M tanks | Defense News March 2021 Global Security army industry | Defense Security global news industry army year 2021 | Archive News year, su www.armyrecognition.com. URL consultato l'8 giugno 2021.
  13. ^ Russian Southern district to receive T-90M Proryv tanks | Defense News June 2021 Global Security army industry | Defense Security global news industry army year 2021 | Archive News year, su www.armyrecognition.com. URL consultato l'8 giugno 2021.
  14. ^ (EN) 9K119M/9M119M Refleks-M ATGW System, su fofanov.armor.kiev.ua. URL consultato il 22 settembre 2013.
  15. ^ Steven Zaloga, T-72 Main Battle Tank 1974-1993, Osprey Publishing, 1993, p. 12
  16. ^ (EN) IMPENETRABLE RUSSIAN TANK ARMOR STANDS UP TO EXAMINATION, WEAPONS AND EQUIPMENT, su janes.com.
  17. ^ (EN) Kontakt-5 ERA, su fofanov.armor.kiev.ua. URL consultato il 22 settembre 2013.
  18. ^ (EN) 20.10.1999 T-80U and T-90 Protection Trials, su russianarmor.info. URL consultato il 20 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 29 gennaio 2008).
  19. ^ (EN) Russian Army Operations and Weaponry During Second Military Campaign in Chechnya, su mdb.cast.ru. URL consultato il 22 settembre 2013.
  20. ^ (EN) T-90S Main Battle Tank, su fprado.com.
  21. ^ I valori si riferiscono alla protezione equivalente massima
  22. ^ a b (EN) TShU-1-7 Shtora-1 EOCMDAS, su fofanov.armor.kiev.ua. URL consultato il 22 settembre 2013.
  23. ^ (EN) Shtora-1, su army-guide.com.
  24. ^ tanque ruso t-90, su taringa.net. URL consultato l'8 agosto 2014.
  25. ^ 10 Facts you need to know about the T90S-Bhishma Tank, su defencenews.in. URL consultato il 14 agosto 2014.
  26. ^ T-90 Russian tank, su future-weapon.dealopia.com. URL consultato l'11 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2014).
  27. ^ T-90, su military-today.com. URL consultato il 12 agosto 2014.
  28. ^ T-90SA, su survincity.com. URL consultato il 13 agosto 2014.
  29. ^ T-90MS Tagil, su military-today.com. URL consultato il 15 agosto 2014.
  30. ^ ARG, T-90M Main Battle Tank | Military-Today.com, su www.military-today.com. URL consultato il 23 aprile 2018.
  31. ^ The Russian T-72 ARV Family aka BREM-1, su tanknutdave.com. URL consultato il 16 agosto 2014.
  32. ^ BMR-3M, su military-today.com. URL consultato il 17 agosto 2014.
  33. ^ IMR-2MA Engineer heavy armoured obstacle clearing vehicle, su armyrecognition.com. URL consultato il 19 agosto 2014.
  34. ^ MTU-90U, su jedsite.info. URL consultato il 20 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2014).
  35. ^ Вестник Мордовии :: Алжирские военные в восторге от своих Т-90СА/ "Алжирские военные в восторге от своих Т-90СА", su vestnik-rm.ru, URL consultato il 4 marzo 2020.
  36. ^ (EN) T-90S Main Battle Tank, Russia, su army-technology.com.
  37. ^ [2] su defence-blog, 27 giugno 2020, URL consultato il 28 giugno 2020
  38. ^ "ALTRI 474 T-90 PER L'INDIA", su portaledifesa.it, 13 novembre 2019, URL consultato il 4 marzo 2020.
  39. ^ "IRAQ T-90 TANKS ORDER CONFIRMED" Archiviato il 23 luglio 2017 in Internet Archive., su janes.com, 20 luglio 2017, URL consultato il 25 luglio 2017.
  40. ^ Christopher Langton, The Military Balance 2007, The International Institute for Strategic Studies, 2007, p. 196
  41. ^ Russian Defense Ministry receives new batch of T-90M tanks | Defense News March 2021 Global Security army industry | Defense Security global news industry army year 2021 | Archive News year, su www.armyrecognition.com. URL consultato l'8 giugno 2021.
  42. ^ "UGANDAN PRESIDENT REVEALS T-90 AND CHINESE TANKS" Archiviato il 27 luglio 2017 in Internet Archive., su janes.com, 27 luglio 2017, URL consultato il 27 luglio 2017.
  43. ^ "VIETNAM CONFIRMS ORDER OF RUSSIAN T-90 TANKS" Archiviato il 24 luglio 2017 in Internet Archive., su janes.com, 24 luglio 2017, URL consultato il 25 luglio 2017.
  44. ^ (EN) Russian Advanced T-90 Tanks Arrive in Southern Aleppo to Resume the Syrian Army Offensive, 29 novembre 2015. URL consultato il 6 marzo 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2005003696
Mezzi corazzati Portale Mezzi corazzati: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mezzi corazzati