Tè nero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Una tazza di tè nero

Il tè nero o più correttamente tè rosso (cinese: 红茶 hóngchá; in cinese infatti la definizione "tè nero" si riferisce al tè pu'er) è un tipo di tè composto dalle foglie della pianta Camellia sinensis (o Thea sinensis), la stessa pianta degli altri tipi, o "colori" (nero, blu, verde, giallo e bianco), del . Le foglie del tè nero, dopo essere state raccolte e fatte macerare, vengono essiccate, arrotolate e tritate. Questo processo porta all'ossidazione del tè, reazione che invece non avviene nel processo di lavorazione del tè verde (tè non ossidato), o è solo parziale nelle altre varietà.

Lavorazione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la raccolta le foglie di tè nero sono prima essiccate, poi vengono arrotolate su se stesse; essiccate di nuovo e macerate. I ripetuti passaggi sminuzzano le foglie e liberano alcuni enzimi, tra cui la polifenolossidasi. La fase successiva è la fermentazione: da mezz'ora a due ore a circa 30 °C. Per finire un'ulteriore essiccazione che distrugge gli enzimi, blocca i processi fermentativi e stabilizza il tè nero. L'umidità viene portata a valori inferiori al 5% ed al tè nero viene conferito il suo colore scuro ed il suo aroma caratteristico.

Varietà[modifica | modifica wikitesto]

La più pregiata varietà è il tè pecko, formato con l'utilizzo di germogli e foglioline giovani[1]. Una maggiore percentuale di foglie integre si configura in una miglior qualità del prodotto finale.

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

La percentuale di caffeina[2] del tè nero è la maggiore[3] tra i vari tipi di tè. Una tazza[4] di tè nero infuso per circa 5 minuti, contiene da 40 a 100 mg di caffeina. Un normale caffè espresso ne contiene circa 80 mg[5]. La durata dell'infusione è essenziale sia per modificare l'aroma dell'infuso, sia per solubilizzare adeguatamente la caffeina ed i tannini.

Fisiologia[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il tè nero è ricco di teofillina che viene usata nella terapia dell'asma e della bronchite. È presente inoltre, anche se in percentuali estremamente limitate, la teobromina, un alcaloide tipico del cacao. La presenza di questi principi attivi conferisce al tè nero proprietà stimolanti, eccitanti e diuretiche. Anche se in percentuale inferiore al tè verde, il tè nero contiene polifenoli e tannini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Peka o pekoe in cinese significa peluria, ad indicare l'impiego di germogli e foglioline giovani
  2. ^ Impropriamente chiamata teina
  3. ^ Il tè nero ha il 3-6% di caffeina sul peso secco[senza fonte]
  4. ^ Volume della tazza di circa 150 ml
  5. ^ Caffeine content of common beverages. [J Am Diet Assoc. 1979] - PubMed - NCBI

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]