Tè bianco di Anji

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Località di produzione del tè di Anji

Il tè bianco di Anji (in caratteri cinesi: 安吉白茶; pinyin: Ānjí báichá) è una varietà di tè verde prodotta esclusivamente nella contea cinese di Anji, nella provincia di Zhejiang.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il tè bianco di Anji è una coltivazione relativamente recente, essendo stata scoperta solo nel 1982. A causa del suo breve periodo di raccolta, è un tè piuttosto raro[1].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Pur essendo chiamato "bianco", il tè di Anji è a tutti gli effetti un tè verde[2]. Le foglie, lunghe e strette, sono di colore giallognolo ed hanno una piega visibile che corre attraverso tutta la lunghezza[3]. Sul mercato viene venduto ad un prezzo più alto del famoso Tè Longjing[4].

Uno studio del 2010 ha scoperto che questa varietà di tè ha alti livelli di polisaccaridi, in grado di inibire l'emolisi delle cellule del sangue[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tè bianco di Anji, su Kaleidoscope - Cultura Gastronomica, Cultural China. URL consultato il 4 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2014).
  2. ^ Tè bianco di Anji, Tea Encyclopedia. URL consultato il 4 giugno 2014 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2014).
  3. ^ Mary Lou Heiss e Robert J. Heiss, Il Manuale dell'Appassionato di Tè: Una Guida ai Migliori Tè del Mondo, Ten Speed Press, 18 gennaio 2012, p. 44, ISBN 978-1-60774-378-1.
  4. ^ Il supremo Anji Bai Pian (tè bianco in foglie), Steepster. URL consultato il 6 gennaio 2015.
  5. ^ Victor R. Preedy, Il tè nella salute e nella prevenzione delle malattie, Academic Press, 2013, pp. 233, ISBN 978-0-12-384937-3.