Systems of Engagement

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il concetto di Systems of Engagement (Sistemi di ingaggio) è attribuito a Geoffrey Moore, autore nel 1999 del libro Crossing the Chasm.[1] In un articolo per AIIM.org intitolato "Systems of Engagement and the Future of Enterprise IT" Moore afferma:

“I fondamenti della comunicazione e collaborazione stanno evolvendo tra SMS, tweets e post su Facebook di una generazione di Nativi digitali. Per loro è chiaro che non si può più tornare indietro. Se si prevede che costoro saranno i vostri clienti, i dipendenti, i vostri cittadini (e, francamente, dove altro si può guardare?), allora, come minimo, si dovranno soddisfare le loro aspettative con la prossima generazione di sistemi IT aziendali. I Systems of Engagements dovranno sovrapporsi e integrarsi profondamente con gli investimenti e con i System of record.”[2]

Da allora i Systems of Engagement sono stati adottati da organizzazioni quali ad esempio Forrester Research, HP, IBM, AIIM e Avoka. Secondo Forrester:

i Systems of engagement, al contrario dei tradizionali System of record che tracciano le transazioni e la contabilità, si focalizzano sulle persone, non sui processi... Questi nuovi sistemi sfruttano una perfetta combinazione di mobile, social, cloud, big data e altre tecnologie innovative per fornire applicazioni e prodotti intelligenti direttamente nel contesto della vita quotidiana e dei flussi di lavoro in tempo reale di clienti, partner e dipendenti.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Crossing the Chasm: Marketing and Selling High-tech Products to Mainstream Customers (1991, revised 1999 and 2014) – ISBN 0-06-051712-3
  2. ^ Moore, Geoffrey (2011). "Systems of Engagement and the Future of Enterprise IT". Copia archiviata, su aiim.org. URL consultato il 7 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2014).
  3. ^ http://blogs.forrester.com/ted_schadler/12-02-14-a_billion_smartphones_require_new_systems_of_engagement