Sylvie Goulard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sylvie Goulard
Hearing of Sylvie Goulard (France) , candidate commissioner for internal market (48832160786) (cropped).jpg

Vicegovernatore della Banca di Francia
In carica
Inizio mandato 17 gennaio 2018
Predecessore Anne Le Lorier

Ministro della difesa della Francia
Durata mandato 17 maggio 2017 –
20 giugno 2017
Presidente Emmanuel Macron
Capo del governo Édouard Philippe
Predecessore Jean-Yves Le Drian
Successore Florence Parly

Europarlamentare
Durata mandato 14 luglio 2009 –
17 maggio 2017
Legislature VII, VIII
Gruppo
parlamentare
ALDE
Circoscrizione Circoscrizione Francia occidentale
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Movimento Democratico (2007-2017)
La République En Marche (2017-)
Università École nationale d'administration, Istituto di studi politici di Parigi e University Paul-Cézanne - Aix Marseille III

Sylvie Goulard, nata Grassi (Marsiglia, 6 dicembre 1964), è una politica e saggista francese, eurodeputata per il Movimento Democratico dal 2009 al 2017. Dal 2016 affiliata al movimento La République En Marche, è stata ministro della Difesa dal 17 maggio 2017 al 20 maggio 2017. Dal 17 gennaio 2018 è vice governatore della Banca di Francia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata e cresciuta a Marsiglia, Goulard studiò all'Istituto di studi politici di Parigi e all'École nationale d'administration. Dopo la laurea lavorò presso il Ministero degli Esteri dal 1989 al 1999, presso il Consiglio di Stato dal 1993 al 1996, e poi presso il Centre d'études et de recherches internationales dal 1999 al 2011. Parla fluentemente inglese, tedesco e italiano.

Fra il 2001 e il 2004 fu consigliera politica dell'allora presidente della Commissione europea Romano Prodi. Intanto seguì i lavori della Convenzione europea che portarono alla redazione della Costituzione europea, che non fu mai ratificata a causa del no al referendum in Francia e nei Paesi Bassi.

Venne eletta presidentessa del Mouvement Européen-France nel 2006, ruolo che abbandonò nel 2010 per consacrarsi all'attività di europarlamentare.

Candidata per la lista del Movimento Democratico alle elezioni europee del 2009, venne eletta europarlamentare[1] nella circoscrizione Ovest della Francia e aderisce all'ALDE[2], nel 2010 fu una dei fondatori del Gruppo Spinelli insieme a Guy Verhofstadt, Daniel Cohn-Bendit e Isabelle Durant[3].

Goulard è stata docente presso il Collegio d'Europa a Bruges dal 2005 al 2009. Autrice di svariati saggi, nel 2012 scrisse insieme all'allora presidente del Consiglio italiano Mario Monti il libro La democrazia in Europa[4].

Ha aderito al movimento La République En Marche nel 2016. È nominata ministro della Difesa il 17 maggio 2017, nel Primo Governo di Edouard Philippe, dimettendosi un mese più tardi, il 20 giugno 2017, in seguito all'inchiesta sul presunto abuso di pagamenti agli assistenti del Parlamento europeo. Il 17 gennaio 2018 è nominata vice governatore della Banca di Francia, in sostituzione di Anne Le Lorier.

Nel settembre 2019 viene indicata dalla Francia per il ruolo di commissaria europea, designata per il portafoglio al Mercato Interno con deleghe all'industria della difesa e dello spazio, nella commissione presieduta da Ursula von der Leyen. Nell'ottobre 2019 le Commissioni parlamentari Mercato interno e protezione dei consumatori (IMCO) e Industria, ricerca e energia (ITRE) del Parlamento europeo si sono espresse contro la sua candidatura, dapprima attraverso una votazione a maggioranza qualificata di due terzi, e poi in una votazione a maggioranza semplice, il cui esito è stato di 82 voti contrari e 29 favorevoli e un astenuto.[5]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sposata con Guillaume Goulard, consigliere di Stato. Dal matrimonio sono nati tre figli.[6][7]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Parlamento europeo
  2. ^ Science for Peace 2013, Sylvie Goulard: "L'Europa ha bisogno di maggiore credibilità democratica", The Huffington Post. URL consultato il 9 aprile 2014.
  3. ^ INIZIATIVA FEDERALISTA AL PARLAMENTO EUROPEO: NASCE IL “GRUPPO SPINELLI”, movimentoeuropeo.it. URL consultato il 9 aprile 2014.
  4. ^ La democrazia in Europa, il libro di Mario Monti e Sylvie Goulard, Panorama. URL consultato il 9 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  5. ^ Commissione Ue, Europarlamento boccia la candidata francese Sylvie Goulard. Smacco per Macron, Il Sole 24 ore, 10 ottobre 2019.
  6. ^ (FR) SYLVIE GOULARD Guerrière de l'Europe, su lesechos.fr, 2 giugno 2017. URL consultato il 10 settembre 2018 (archiviato dall'url originale l'11 settembre 2018).
  7. ^ (FR) VIDEO. Gouvernement: Cinq choses à savoir sur la marseillaise Sylvie Goulard, ministre des Armées, su www.20minutes.fr, 15 maggio 2017. URL consultato il 10 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51937270 · ISNI (EN0000 0000 5642 9333 · LCCN (ENnr2004036038 · GND (DE121945634 · BNF (FRcb14591988d (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr2004036038