Sylvia Crowe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dama Sylvia Crowe (Banbury, 15 settembre 190130 giugno 1997) è stata un'architetto del paesaggio britannica[1][2].

Barnsdale Creek, Rutland Water - geograph.org.uk - 456774.jpg
Bristol MMB «W2 Cumberland Basin.jpg

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel Sussex, fu allieva di Madeline Agar presso lo Swanley College (che nel mentre confluì nell'Hadlow College dell'Università di Greenwich, in continuità didattica). Fu Presidente dell'Institute of Landscape Architects (più tardi denominato Landscape Institute) dal 1957 al 1959 grazie ai suoi importanti contributi alla pianificazione urbana e paesaggistica per new town, strade, riforestazioni e implementazione del verde. È nota per il suo progetto alla sede della Scottish Widows di Edimburgo, che lei ha realizzato utilizzando piante della flora locale.[senza fonte]

Tra la prima e la seconda metà del XX secolo lavorò alla Lower Soughton Hall[3] nel Northop (Flintshire) per la famiglia Gray. Nel 1972 Stephen Alexander Reith Gray era lo sceriffo di Flintshire nonché amministratore delegato della Shotton Steelworks.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BBC - Gardening - Design - Modern in bbc.co.uk. URL consultato il 19-04-2014.
  2. ^ (EN) Hal Moggridge, Crowe, Dame Sylvia (1901–1997) in Dictionary of National Biography, Oxford, Oxford University Press, 2004, ISBN 0-19-861411-X. URL consultato il 19-04-2014.
  3. ^ (EN) Lower Soughton Hall. URL consultato il 19-04-2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Wendy Powell e Geoffrey Collins, Sylvia Crowe, LDT Monographs, nº 2, Reigate (Sussex), Landscape Design Trust, 1999, ISBN 0-951837-74-5.
  • (EN) Marc Treib, The Architecture of Landscape, 1940-1960, Filadelfia (Pennsylvania), University of Pennsylvania Press, 2002, ISBN 0-951837-74-5.
Controllo di autorità VIAF: (EN28412058 · ISNI: (EN0000 0001 1612 3353 · ULAN: (EN500091827