SwissAward

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lo SwissAward è stata una manifestazione sponsorizzata dalla lotteria Swisslos con il sostegno dei vari media appartenenti alla casa editrice svizzero-tedesca Ringier, dove venivano premiate le personalità svizzere che si erano distinte maggiormente durante l'anno precedente in 6 categorie differenti.

I nominati erano 3 per ogni categoria, quindi 18 in totale, e concorrevano tutti per diventare lo Svizzero/a dell'anno.

La prima edizione dei premi si è tenuta nel 2003. Ogni edizione ha sempre avuto luogo nella città di Zurigo presso la pista di hockey su ghiaccio e alle volte sala concertistica Hallenstadion. A presenziare la serata vi erano i nominati nelle varie categorie con le famiglie e il "pubblico normale". Alcuni di questi ultimi hanno avuto la possibilità di sedersi ad un tavolino, in quanto avevano comprato un biglietto per partecipare alle 6 speciali estrazioni del concorso Millionenlos. A codesti sorteggi seguono altrettanti vincitori. L'ultima edizione ha avuto luogo il 9 gennaio 2016 in quanto la SRF che produceva lo show ha deciso di chiuderlo come misura di risparmio.[1]

La premiazione è stata trasmessa ogni anno in diretta sulle tre reti nazionali: SRF 1, RTS Deux e RSI LA2 e generalmente ha sempre avuto luogo il secondo sabato di gennaio.

La conduzione della serata è stata affidata a Sandra Studer dal 2003 al 2012 mentre nel biennio 2013-2014 la padrona di casa era Susanne Wille. Nel 2015 lo show è stato moderato dal trio Christa Rigozzi, Sven Epiney e Mélanie Freymond.[2] I primi due avevano in precedenza l'incarico di occuparsi della sezione Millionenlos. L'ultima edizione nel 2016 è stata condotta da Christa Rigozzi e Sven Epiney.[3]

I premi venivano assegnati tramite la votazione del pubblico presente alla serata e quello da casa.

Lo show aveva degli intermezzi musicali in cui erano presenti alcuni artisti svizzeri e internazionali che si esibivano sul palco. Di questi, che hanno partecipato almeno una volta, si possono citare: Gotthard, Stress, Laura Pausini, Nek, 77 Bombay Street, Krokus, Sinplus, Take That, DJ BoBo, Sebalter.

Categorie di premi[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno sono ricompensate delle persone nelle seguenti categorie:

  • Politica
  • Economia
  • Cultura
  • Spettacolo
  • Sport (fino al 2005, dall'anno seguente vi è una manifestazione apposita chiamata Credit Suisse Sport Awards)
  • Lifetime Award (dal 2006, escluso il 2007, ha preso il posto della categoria sport, anche se vi è solo una persona candidata)
  • Società

I/Le candidati/e nelle 5 categorie sopracitate, escluso il Lifetime Award, con 3 sportivi/e concorrono per divenire Svizzeri/e dell'anno.

Vincitori dei premi nelle varie edizioni[modifica | modifica wikitesto]

2002[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Ruth Dreifuss, ex consigliera federale
Economia Josef Ackermann, CEO di Deutsche Bank
Cultura Herzog & de Meuron, architetti
Spettacolo Viktor Giacobbo, cabarettista
Sport Simon Ammann, vincitore doppio oro olimpico nel salto con gli sci
Società Kurt Wüthrich, vincitore del nobel per la chimica
Svizzero/a dell'anno Beat Richner, pediatra

2003[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Micheline Calmy-Rey, consigliera federale
Economia Hansueli Loosli, CEO di Coop
Cultura Mario Botta, architetto
Spettacolo DJ BoBo, cantante pop
Sport Roger Federer, tennista
Società Jakob Kellenberger, presidente del CICR
Svizzero/a dell'anno Roger Federer, tennista

2004[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Jean Ziegler, sociologo
Economia Beatrice Weder di Mauro, economista
Cultura Bruno Ganz, attore (per il film Der Untergang)
Spettacolo Mia Aegerter, cantante pop ed attrice
Sport Marcel Fischer, scherma
Società Ruedi Lüthy, medico, specialista per le terapie contro l'Aids
Svizzero/a dell'anno Lotti Latrous, aiutante allo sviluppo

2005[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Carla Speziali, sindaca di Locarno
Economia Peter Sauber, proprietario della squadra di Formula 1 Sauber Petronas
Cultura Maurice Müller, gallerista, fondatore del Zentrum Paul Klee
Spettacolo Massimo Rocchi, cabarettista
Sport Thomas Lüthi, campione del mondo di motociclismo
Società Franco Cavalli, medico e specialista sul cancro
Svizzero/a dell'anno Peter Sauber, proprietario della squadra di Formula 1 Sauber Petronas

2006[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Dick Marty, consigliere nazionale e membro del Consiglio d'Europa
Economia Heliane Canepa, CEO di Nobel Biocare
Cultura Stephanie Glaser, attrice (per il film Die Herbstzeitlosen)
Spettacolo Daniele Finzi Pasca, coreografo della cerimonia d'apertura dei Giochi Olimpici invernali di Torino
Lifetime Award Nicolas Hayek, CEO di Swatch Group
Società Giorgio Noseda, medico, presidente della ricerca sul cancro in Svizzera
Svizzero/a dell'anno Köbi Khun, allenatore nazionale svizzera di calcio

2007[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Carla del Ponte, ex procuratrice capo presso il Tribunale penale internazionale per l'ex Jugoslavia dell'Aia
Economia Daniel Borel, ex presidente del consiglio di amministrazione di Logitech
Cultura Ernst Beyeler, collezionista d'arte
Spettacolo Marc Forster, regista (per il film Il cacciatore di aquiloni)
Lifetime Award Non assegnato
Società Karin Mölling, virologa e ricercatrice per l'AIDS
Svizzero/a dell'anno Jörg Abderhalden, re della lotta svizzera

2008[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Eveline Widmer-Schlumpf, consigliera federale
Economia Jean-Pierre Roth, presidente della Banca nazionale svizzera
Cultura Herzog & de Meuron, architetti
Spettacolo Zep, disegnatore di fumetti (per Titeuf)
Lifetime Award Hans Erni, pittore e scultore
Società Giovanni Lombardi, ingegnere di trafori
Svizzero/a dell'anno Eveline Widmer-Schlumpf, consigliera federale

2009[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Otto Ineichen, consigliere nazionale e imprenditore
Economia Barbara Artmann, amministratrice delegata di Künzli Swiss Schuh
Cultura Dimitri, clown
Spettacolo Tina Turner, cantante rock con cittadinanza svizzera
Lifetime Award Ferdy Kübler, ex ciclista
Società René Prêtre, pediatra e cardiochirurgo
Svizzero/a dell'anno René Prêtre, pediatra e cardiochirurgo

2010[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Pascale Bruderer, consigliera nazionale
Economia Felix Richterich, presidente del consiglio d'amministrazione di Ricola
Cultura Martin Suter, scrittore
Spettacolo Sophie Hunger, cantante e compositrice
Lifetime Award Emil Steinberger, cabarettista
Società Marianne Kaufmann / Rolf Maibach, aiutanti medici ad Haiti
Svizzero/a dell'anno Marianne Kaufmann / Rolf Maibach, aiutanti medici ad Haiti

2011[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Karin Keller Sutter, membro del Consiglio degli Stati e direttrice del dipartimento di giustizia e polizia
Economia Carl Elsener junior, presidente e delegato del consiglio di amministrazione di Victorinox
Cultura Mummenschanz, ensemble teatrale con maschere
Spettacolo Freddy Nock, artista
Lifetime Award Liselotte Pulver, attrice
Società André Borschberg / Bertrand Piccard, fondatori del progetto Solar Impulse
Svizzero/a dell'anno Didier Cuche, sciatore

2012[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Jakob Kellenberger, ex presidente del CICR
Economia Daniel e Markus Freitag, fondatori di Freitag AG
Cultura Cecilia Bartoli, cantante lirica
Spettacolo 77 Bombay Street, band folk e indie rock
Lifetime Award Adolf Ogi, ex Consigliere federale
Società Bineta Diop, attivista per i diritti della donna e fondatrice di Femmes Africa Solidarité
Svizzero/a dell'anno Dario Cologna, sciatore di fondo

2013[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Thomas Minder, imprenditore e membro del Consiglio degli Stati, promotore dell'iniziativa Contro le retribuzioni abusive dei manager
Economia Beni Stöckli jun, CEO di Stöckli Swiss Sports AG
Cultura Markus Imhoof, regista (per il film-documentario More than Honey)
Spettacolo Stephan Eicher, cantante
Lifetime Award Dimitri, clown
Società Hans Rudolf Herren, entomologo, vincitore del Right Livelihood Awards
Svizzero/a dell'anno Stanislas Wawrinka, tennista

2014[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Didier Burkhalter, presidente della Confederazione e presidente dell'OSCE
Economia Albert Baumann, capo della ditta Micarna SA
Cultura Sabine Boss, regista (per il film Dr Goalie bin ig)
Spettacolo Bastian Baker, cantante
Lifetime Award Udo Jürgens, cantante (premiato dopo la sua morte)
Società Sabine Hediger, specialista di salute (per la sua azione umanitaria contro l'epidemia di ebola)
Svizzero/a dell'anno Didier Burkhalter, consigliere federale

2015[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Vincitore/i
Politica Christine Bär-Zehnder, sindaco di Riggisberg per aver assistito i rifugiati
Economia Bruno Giussani, direttore europeo di TED
Cultura Xavier Koller, regista (per il film Una campana per Ursli)
Spettacolo Nick Beyeler, acrobata
Lifetime Award Bruno Ganz, attore
Società Katrin Hagen, chirurga in Nepal
Premio del pubblico Polo Hofer, musicista rock[4]
Svizzero/a dell'anno Polo Hofer, musicista rock

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) SRF setzt Sparmassnahmen um, 19 novembre 2015. URL consultato il 17 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2018).
  2. ^ (DE) «SwissAward»: Sven Epiney ist der Hahn im Moderations-Korb, 18 agosto 2014. URL consultato il 30 agosto 2014.
  3. ^ (DE) «SwissAward» 2015 - die Nominierten im Überblick, 5 dicembre 2015. URL consultato il 17 novembre 2018.
  4. ^ (DE) Mundartrocker Polo Hofer gewinnt «SwissAward»-Publikumspreis, 10 gennaio 2016. URL consultato il 17 novembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito web ufficiale

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione