Sweatin' to the Oldies: The Vandals Live

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sweatin' to the Oldies: The Vandals Live
ArtistaThe Vandals
Tipo albumLive
Pubblicazione1991
Durata58:10
1:06:37 (ripubblicazione)
Dischi1
Tracce15
GenerePop punk
Melodic hardcore punk
Hardcore punk
EtichettaTriple X
Kung Fu
ProduttoreWarren Fitzgerald
FormatiCD
The Vandals - cronologia
Album precedente

Sweatin' to the Oldies è un album live del gruppo punk statunitense The Vandals, pubblicato nel 1991 dalla Triple X Records. Comprende un concerto live registrato alla Ice House a Fullerton, oltre ad interviste con la band e alla biografia del gruppo. La versione originale fu pubblicata su CD e VHS.

Nel concerto la band suonò tutte le tracce dell'EP di debutto Peace Thru Vandalism, alcune tracce dall'album When in Rome Do as the Vandals, e altre da Fear of a Punk Planet. Inoltre la band suonò anche una cover dei TSOL, Superficial Love.

Nel 1999 l'album fu ripubblicato su Kung Fu Records, etichetta di proprietà della band. Questa Special Edition contiene tre bonus track registrate live alla radio KUCI 88.9 appena prima della pubblicazione di The Quickening. Il VHS fu invece ripubblicato nel 2002 come doppio DVD con altri live della band e materiale bonus.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Anarchy Burger (Hold the Government) - 2:33
  2. The Legend of Pat Brown - 4:44
  3. Join Us for Pong - 3:59
  4. Pizza Tran - 2:52
  5. Master Race (In Outer Space) - 2:14
  6. Wanna Be Manor/Superficial Love - 2:36
  7. Mohawk Town - 3:10
  8. Ladykiller - 4:59
  9. Girls Turn 18 Every Day - 2:52
  10. Hey Holmes! - 3:00
  11. H.B. Hotel - 2:08
  12. Pirate's Life - 2:54
  13. Summer Lovin - 2:49
  14. Urban Struggle - 5:18
  15. Teenage Idol - 9:51

Bonus track (1999)[1][modifica | modifica wikitesto]

  1. (But Then) She Spoke - 3:50
  2. N.I.M.B.Y. - 2:33
  3. And Now We Dance - 2:02

Formazione[2][modifica | modifica wikitesto]

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

  • Mixato ai Formula One Studios a La Habra.
  • Fotografie di Lisa Johnson.
  • Art direction di Grace Walker.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bonus track, Allmusic.com. URL consultato l'08-05-2010.
  2. ^ (EN) Crediti, Allmusic.com. URL consultato l'08-05-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk