Movimento Swadeshi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Swadeshi)

Il movimento Swadeshi (in Hindi स्वदेशी svadēśī «autosufficienza» dunque «autonomia economica») fu una parte del movimento d'indipendenza indiano nonché una strategia economica volta a rimuovere l'Impero britannico dal governo e migliorare le condizioni economiche dell'India, seguendo appunto i principi swadeshi, e che riscosse notevoli successi. Le strategie del movimento Swadeshi contemplarono il boicottaggio dei prodotti britannici e il rilancio dei prodotti e dei processi produttivi nazionali. Fu particolarmente forte nel Bengala, dove è stato chiamato anche movimento vandemataram.[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

La parola Swadeshi deriva dal sandhi o congiunzione di due parole in sanscrito. Swa significa «io» o «propria» e Desh significa «paese, terra», dunque Swadesh significa «il proprio paese» e Swadeshi, la forma aggettivale, significherebbe «del proprio paese».

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dal nome del famoso canto Vande Mataram, intonato appunto durante il periodo di lotta nonviolenta
  2. ^ Thomas Weber, Gandhi, Deep Ecology, Peace Research and Buddhist Economics, Journal of Peace Research; Vol-36, Number-3, May 1999 [1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]