Svizzera Pesciatina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Posizione della Svizzera pesciatina nella Provincia di Pistoia

La Svizzera Pesciatina o più anticamente Valleriana, è una caratteristica zona toscana che si estende sull'Appennino Pistoiese. Occupa gran parte dell'area montana del comune di Pescia, oltre ad alcune zone marginali del comune di San Marcello Piteglio, in provincia di Pistoia. La pubblicistica locale fa arbitrariamente[1] risalire il suo nome al ginevrino Jean Charles Leonard Simonde de Sismondi, che avrebbe riconosciuto nella zona una somiglianza con i monti della sua terra natale, la Svizzera.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La Svizzera pesciatina si estende su una superficie di circa 50 km2 su un territorio prevalentemente montuoso, bagnato dal fiume più importante dell'area della Valdinievole, la Pescia di Pescia. La zona più elevata si divide in due valli, la Val di Forfora dove scorre uno dei rami del fiume e la Val di Torbola dove scorre l'altro ramo del fiume; i due rami si uniscono vicino al paese di Ponte di Sorana.

Fanno parte della Svizzera Pesciatina dieci caratteristici paesi, frazioni del comune di Pescia, chiamati anche le dieci castella della Valleriana. Essi sono, da nord verso sud:

Vi sono poi altre caratteristiche frazioni come Calamari.

Queste antiche località posseggono tutte uno schema ben definito: sono esposte a sud, sono protette da mura (in molti casi andate distrutte) e da una torre di avvistamento che nel tempo ha visto mutare la sua funzione in residenza o in torre campanaria.

Vista della parte settentrionale della valle della Svizzera Pesciatina dal paese di Stiappa

Sono stati talvolta considerati parte della Svizzera pesciatina i paesi di Lanciole, Crespole e Calamecca, facenti parte del comune di San Marcello Piteglio.

I paesi della Svizzera pesciatina, un tempo popolati, sono andati incontro a un progressivo spopolamento negli ultimi tre decenni (ad eccezione di Pietrabuona, Sorana e San Quirico), ed è presente il rischio che alcuni di loro si trasformino in paesi-fantasma. L'attuale popolazione si attesta su un migliaio di individui.

Nonostante ciò, le castella sono meta di un flusso turistico assai consistente durante la stagione estiva, arrivando anche a superare di tre volte il numero degli abitanti permanenti.

Prodotti tipici[modifica | modifica wikitesto]

Il Fagiolo di Sorana è un legume molto ricercato, di qualità eccellente, la cui produzione è piuttosto scarsa e limitata ai dintorni dell'omonima località.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ R. Vanni, Sull'uso dell'appellativo "Svizzera pesciatina", in Rivista di archeologia storia costume, anno 36 (2008), n. 3-4. L'articolo mostra che la denominazione Svizzera Pesciatina, ovviamente estranea alla cultura tradizionale di questi paesi, è stata inventata nel Novecento.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana