Suzi Quatro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Suzi Quatro
Suzi Quatro at AIS Arena 01.jpg
Suzi Quatro in concerto a Canberra, 26 settembre 2007.
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereGlam rock
Pop rock
Hard rock
Periodo di attività musicale1964 – in attività
EtichettaEMI
GruppiThe Cradle
Sito ufficiale

Suzi Quatro (pseudonimo di Susan Kay Quattrocchio; Detroit, 3 giugno 1950) è una bassista, cantante e attrice statunitense.

La Quatro è zia dell'attrice Sherilyn Fenn ed è considerata un'importante esponente femminile del glam rock, fenomeno musicale degli anni settanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suzi Quatro nasce da genitori cattolici, Art Quattrocchio (originario di Sulmona) ed Helén Szaniszlay, ungherese; è la penultima di tre sorelle e un fratello.

La sua carriera inizia all'età di quattordici anni militando nei gruppi Pleasure Seekers e Cradle. Nel 1971 si trasferisce nel Regno Unito, chiamata dal produttore Mickie Most.

La sua prima canzone, Rolling Stone, non ha molto successo eccetto in Portogallo dove arriva prima in classifica, ma il suo secondo singolo, Can the Can, raggiunge la prima posizione in tutte le classifiche europee e australiane. Seguono poco dopo altri tre grandi successi: 48 Crash, Daytona Demon e Devil Gate Drive.

Non ottiene gli stessi risultati negli Stati Uniti, nonostante i tour di metà anni settanta siano sostenuti da Alice Cooper. La sua popolarità comincia a declinare nel 1975 in tutti i paesi a eccezione dell'Australia.

Nel 1978 la sua canzone If You Can't Give Me Love raggiunge i primi posti nelle classifiche britanniche e australiane e Stumblin' In, un duetto registrato lo stesso anno con Chris Norman, arriva al quarto posto negli Stati Uniti. Entrambe le canzoni appaiono nell'album If You Knew Suzi.

Nel 1985 Suzi Quatro collabora con Bronski Beat e con i membri del gruppo The Kinks, Eddie & the Hot Rods e Dr. Feelgood per una versione del classico Heroes di David Bowie prodotta da Mark Cunningham e realizzata nel 1986 per il documentario Children in Need della BBC.

Suzi Quatro ha venduto oltre 45 milioni di dischi.

Suzi Quatro ha intrapreso una parallela attività di attrice partecipando ad alcune serie televisive: appare in sette episodi del telefilm Happy Days, dove interpreta il personaggio di Leather Tuscadero, in un episodio di Hazzard e in un episodio de L'ispettore Barnaby (Concerto per un assassino).

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Suzi Quatro è stata sposata con il chitarrista Len Tuckey dal 1976 al 1992; la coppia ha due figli: Laura, nata nel 1982, e Richard Leonard, nato nel 1984.

Si è risposata nel 1993 con Rainer Haas, un organizzatore di concerti tedesco.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Album Live[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1972 - Rolling Stone/Brain Confusion (For All the Lonely People) (RAK Records, RAK 134)
  • 1973 - Primitive Love/Shakin' All Over (RAK Records, PSR 355)
  • 1973 - Can the Can/Ain't Ya Somethin' Honey (RAK Records, RAK 150) UK #1
  • 1973 - 48 Crash/Little Bitch Blue (RAK Records, RAK 158) UK #3
  • 1973 - Daytona Demon/Roman Fingers (RAK Records, RAK 161) UK #14
  • 1974 - Devil Gate Drive/In the Morning (RAK Records, RAK 167) UK #1
  • 1974 - Too Big/I Wanna Be Free (RAK Records, RAK 175) UK #14
  • 1974 - The Wild One/Shake My Sugar (RAK Records, RAK 185) UK #7
  • 1975 - Your Mama Won't Like Me/Peter, Peter (RAK Records, RAK 191) UK #31
  • 1975 - I Bit Off More Than I Could Chew/Red Hot Rosie (RAK Records, RAK 200)
  • 1975 - I May Be Too Young/Don't Mess Around (RAK Records, RAK 215)
  • 1977 - Tear Me Apart"/"Close Enough to Rock 'n' Roll" (RAK Records, RAK 248) UK #27
  • 1977 - Roxy Roller/It'll Grow On You (RAK Records, RAK 256)
  • 1978 - If You Can't Give Me Love/Cream Dream (RAK Records, RAK 271) UK #4
  • 1978 - The Race Is On/Non Citizen (RAK Records, RAK 278)
  • 1978 - Stumblin' In/A Stranger to Paradise (RAK Records, RAK 285)
  • 1979 - She's in Love with You/Space Cadets (RAK Records, RAK 299)
  • 1980 - Mama's Boy/Mind Demons (RAK Records, RAK 303) UK #34
  • 1980 - I've Never Been in Love/Starlight Lady (RAK Records, RAK 307)
  • 1980 - Rock Hard/State of Mind (Dreamland Records, DLSP 6)
  • 1981 - Gald All Over/Ego in the Night (Dreamland Records, DLSP 8)
  • 1981 - Lipstick/Woman Cry (Dreamland Records, DLSP 10)
  • 1982 - Heart of Stone/Remote Control (Polydor Records, POSP 477)
  • 1983 - Main Attraction/Transparent (Polydor Records, POSP 555)
  • 1984 - Can the Can/Devil Gate Drive (EMI Golden 45's, G45 35)
  • 1984 - I Go Wild/I'm a Rocker (RAK Records, RAK 372)
  • 1985 - Tonight I Could Fall in Love/Good Girl (Looking for a Bad Time) (RAK Records, RAK 384)
  • 1986 - I Got Lost in His Arms/You Can't Get a Man with a Gun (First Night Records, SCORE 3)
  • 1986 - Wild Thing/I Don't Want You (PRT Records, 7P 367)
  • 1989 - Baby You're a Star/Baby You're a Star (Instrumental) (Teldec Records, YZ 406)
  • 1991 - Kiss Me Goodbye/Kiss Me Goodbye (Instrumental) (Bellaphon Records, 100-07-570)
  • 1991 - Love Touch/We Found Love (Bellaphon Records, 100-07-605)
  • 1992 - Hey Charly/For a Moment in Time (Dino Music Records, 9070 522) a nome The Bolland Project Feat. Suzi Quatro
  • 1992 - I Need Your Love/The Growing Years (Polydor Records, 863 548-7) a nome Chris Norman & Suzi Quatro
  • 1992 - I Need Your Love/The Growing Years (Polydor Records, 863 548-7)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Disco (11 episodi 1973-1980)
  • Happy Days (7 episodi, 1977-1979)
  • Rod and Emu's Saturday Special (1 episodio, 1983)
  • Countdown (6 episodi,1997)
  • L'Ispettore Barnaby (1 episodio, 2007)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN34646864 · ISNI (EN0000 0003 6858 6418 · LCCN (ENn95049536 · GND (DE134490118 · BNF (FRcb139344313 (data)