Supremo Consiglio elettorale (Turchia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Supremo Consiglio elettorale (in turco: Yüksek Seçim Kurulu, abbreviato con la sigla YSK) è la più alta autorità della Repubblica turca in materia di contenzioso elettorale.[1]

È stato istituito nel 1950 con le caratteristiche di un'autorità amministrativa; dopo il colpo di Stato del 1960 acquisì la qualifica di «organo costituzionale» (ai sensi della Costituzione del 1961). [2]

Compiti e composizione[modifica | modifica wikitesto]

Il suo compito è garantire il rispetto dei principi e delle regole della Costituzione, all'interno del procedimento elettorale (elezioni e referendum).[3]

Il Supremo Consiglio elettorale è formato da undici membri totali: sei commissari eletti dai giudici della Corte di cassazione e cinque commissari eletti dai giudici del Consiglio di Stato. Tra questi, vengono eletti un presidente e un vice-presidente, che coordinano e organizzano l'attività del Supremo Consiglio.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]