Super 8 (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Super 8
Super 8 trailer.jpg
Una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2011
Durata112 min
Rapporto2,35:1
Generefantascienza, thriller, azione
RegiaJ. J. Abrams
SceneggiaturaJ. J. Abrams
ProduttoreSteven Spielberg, J. J. Abrams e Bryan Burk
Produttore esecutivoGuy Riedel
Casa di produzioneAmblin Entertainment, Bad Robot, Paramount Pictures
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaLarry Fong
MontaggioMaryann Brandon, Mary Jo Markey
Effetti specialiSteve Riley
MusicheMichael Giacchino
ScenografiaMartin Whist
CostumiHa Nguyen
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Super 8 è un film del 2011 scritto e diretto da J. J. Abrams.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1979, Joe Lamb ha 14 anni e perde la madre in un incidente sul lavoro. Louis Dainard arriva a casa dei Lamb, per confortare la famiglia per la tragica scomparsa, ma il padre di Joe, il vice-sceriffo Jackson Lamb, lo ammanetta poiché lo reputa responsabile della morte di sua moglie: Louis, infatti, si era presentato al lavoro ubriaco e proprio per questo il suo turno fu assegnato alla moglie di Jackson.

Quattro mesi dopo, Charles Kaznyk, migliore amico di Joe, assegna ad Alice, la figlia di Dainard, il ruolo della moglie del protagonista nel suo film horror amatoriale, girato con una pellicola Super 8. Nella notte, Joe, Charles, Preston, Martin e Cary si apprestano a girare una scena del film. Alice ruba la macchina del padre Louis e passa a prendere il gruppo, che poi si dirige verso un vecchio deposito ferroviario. Mentre i ragazzi si preparano a riprendere la scena giunge un treno: Joe nota un pick-up che procede spedito verso il treno in arrivo e con cui si schianta, causando un deragliamento del treno e l'esplosione di una sua parte. I ragazzi notano nella zona del relitto strani cubi bianchi sparpagliati e si avvicinano al pick-up semidistrutto, dove con grande sorpresa scoprono alla guida del mezzo il dottor Woodward, un insegnante di biologia; egli è ancora vivo ed intima ai ragazzi di non parlare con nessuno di ciò che hanno visto, per evitare di mettere in pericolo la loro vita. Poco dopo giunge la US Air Force, guidata dal colonnello Nelec, per delimitare la zona dell'incidente, ed i ragazzi fuggono portando via la loro attrezzatura. Nei giorni successivi si verificano strani avvenimenti: i cani scappano dalla città, gli elettrodomestici e i motori delle automobili scompaiono e cominciano a scomparire anche le persone, tra cui lo sceriffo della città. Jackson diventa quindi il nuovo sceriffo e cerca spiegazioni dal colonnello Nelec, chiedendogli se questi strani fenomeni siano collegati con l'incidente, ma un ambiguo Nelec lo invita ad incontrarlo più tardi. Intanto Charles porta a sviluppare la pellicola, nella speranza di sfruttare l'incidente per il suo film.

Tra Alice e Joe sta nascendo qualcosa, ma anche Charles è innamorato di Alice, e che lei preferisca il suo migliore amico inizialmente lo infastidisce: quando Jackson, padre di Joe, viene a sapere che suo figlio frequenta Alice e glielo vieta, Charles vuole l'occasione per fare colpo su Alice: chiede e ottiene da Joe di far esplodere il proprio modellino di un treno (parte importante di una collezione) appartenente a quest'ultimo, per riprenderlo in modo da ricreare l'incidente. Joe, mostrando tutto il suo affetto verso Charles accetta a malincuore ma Alice, innamorata più di Joe che di Charles, nella notte fa visita a Joe e lo convince a non sacrificare il proprio modellino a cui è tanto affezionato. Durante la conversazione ritorna la corrente (che era venuta a mancare a causa di fili elettrici mancanti) e parte un filmato che ritrae momenti dell'infanzia di Joe con sua madre: Alice, commossa, svela a Joe che suo padre si sente in colpa per ciò che è successo e che vorrebbe essere stato al posto di sua madre. Dopdiché Alice torna a casa, ma litiga con il padre Louis (contrario una relazione della figlia sia con Joe sia con Charles) e scappa. Louis insegue la figlia in macchina ed ha un incidente, mentre Alice, fermatasi per guardare, viene rapita da una strana creatura. Intanto lo sceriffo Jackson Lamb si reca sul luogo dell'appuntamento prestabilito con il colonnello Nelle, ma viene arrestato dai militari; l'aviazione statunitense, poco dopo, incendia la città come pretesto per far evacuare i cittadini, al fine di cercare la creatura allo scopo di farci esperimenti lontano da occhi indiscreti. Lo stesso giorno, Joe e Charles ritirano la pellicola sviluppato, e Joe si rende conto di quando soffrirebbe nel vedere distrutto il suo modellino di treno, cosicché dice a Charles che non potrà più aiutarlo a fare colpo su Alice: i due, infatti, scoprono dalla pellicola che una strana creatura è uscita da un vagone del treno, per cui sospettano che lo schianto del pick-up contro il treno non era un incidente ma era voluto. In effetti, mentre escono di casa, Charles e Joe vengono costretti dai militari a salire su un furgone diretto ad una base (per via dell'ordine di evacuazione) e lì Joe trova il padre di Alice, il quale gli rivela che sua figlia è stata rapita da una creatura mostruosa. Joe convince Charles, Cary e Martin a tornare in città per portare in salvo Alice, mentre Preston preferisce restare al sicuro nella base.

In città i due amici si dirigono verso la scuola, dove Joe è convinto di poter trovare informazioni all'interno dell'armadietto del professor Woodward. I ragazzi scoprono così che il treno deragliata trasportava una creatura aliena, rinchiusa all'interno dell'Area 51 dal 1958 e che gli strani cubi sparsi, visti intorno al treno, sono pezzi d'assemblaggio per l'astronave della creatura aliena, e che il dottor Woodward è sempre stato gentile con l'alieno. È per questo che la creatura ha deciso di creare un contatto telepatico con lui, il quale ha tentato invano di convincere i militari dell'inoffensività dell'alieno, poiché questo cerca solo di tornare a casa. Il perfido e spregiudicato colonnello Nelec ha preferito, però, torturare l'alieno per estorcergli informazioni riguardo alla tecnologia da lui utilizzata cosicché il dottor Woodward è stato costretto a simulare l'incidente col treno, per permettere all'alieno di fuggire e di recuperare i cubi necessari per la costruzione della sua astronave. Improvvisamente irrompono i militari inferociti che, guidati da uno spietato Nelec, obbligano a salire su un mezzo diretto verso la base: lungo il tragitto il mezzo viene attaccato, non a torto, dall'alieno. Per fortuna i due amici riescono a fuggire e si dirigono di nuovo in città: Joe riesce capire dove si trova il nascondiglio del povero alieno, cioè dove può trovare Alice. Intanto, i carrarmati militari non rispondono più ai comandi e sparano senza controllo ferendo anche un ragazzo di nome Martin. Quest'ultimo è trovato da Joe, che convince Charles a rimanere con lui, mentre Joe e Cary (che si trovava insieme a Martin) si dirigono verso il nascondiglio dell'alieno per salvare Alice e, magari, anche lo stesso alieno.

Il padre di Joe, nel frattempo, riesce a fuggire dal luogo in cui era imprigionato e si dirige alla base e comunica all'agente Rosko ciò che conteneva il treno e che l'incendio è stato architettato dai militari. Viene così a sapere che Joe è tornato in città per salvare Alice, cosicché prende con sé anche Louis, padre di Alice. Durante il viaggio verso la città, Louis rivela a Jackson di essere mortificato per ciò che è accaduto alla moglie, sentendosi responsabile della sua morte: Jackson finalmente accetta le scuse di Louis. Nel frattempo, Joe e Cary trovano, in una buca profonda scavata all'interno di un garage, il luogo in cui si nasconde l'alieno: proprio lì scorgono tutti gli oggetti metallici scomparsi dopo la fuga dell'alieno dal treno, nonché Alice, lo sceriffo di Jackson era vice. Cary aiuta Joe a salvare i due rapiti (per fortuna incolumi) facendo scoppiare alcuni petardi che distraggono l'alieno: lo sceriffo che conduce il gruppo verso l'uscita, ma in quel momento compare l'alieno, che uccide lo sceriffo credendo ormai tutti gli umani malvagi. I tre ragazzi tentano di fuggire, ma vengono intrappolati dall'alieno che si prepara a uccidere Joe: il ragazzo, però, gli chiede scusa per come è stato trattato, invitandolo a fuggire. L'alieno, convinto dalla bontà di Joe, si limita a prendere un ciondolo della catenella che Joe tiene sempre al collo, lascia andare i tre ragazzi e inizia ad armeggiare con gli oggetti scomparsi e ritrovati nel nascondiglio, come se volesse costruirsi qualcosa. In effetti, tornati in città, Joe, Alice, i rispettivi padri, Cary nonché Charles e Martin, osservano l'alieno allontanarsi dalla Terra, attraverso un'astronave costruita con i cubi e con tutti gli oggetti in metallo scomparsi dalla città.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo Teaser trailer ufficiale è stato distribuito nel maggio 2010 assieme al film Iron Man 2.[1] Il primo trailer ufficiale è andato in onda durante il XLV Super Bowl ed ha suscitato grande interesse per i contenuti nascosti nei frame finali del film.[2] Il primo trailer in italiano è stato pubblicato in esclusiva sul sito del Corriere della Sera il 16 marzo 2011.[3] Un altro teaser interattivo è stato distribuito nella sezione "Extra" del videogioco Portal 2 di Valve.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 10 giugno 2011. La distribuzione italiana, sia tradizionale sia IMAX, è iniziata il 9 settembre 2011.[4]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Durante il primo fine settimana di programmazione la pellicola ha incassato 35.451.168 dollari.[5] Gli incassi totali ammontano a 259.700.000 dollari di cui oltre 127.000.000 in USA e Canada.[6]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Super 8 ha ricevuto recensioni positive da parte della critica. Il sito aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes riporta che l'81% delle 287 recensioni professionali ha dato un giudizio positivo sul film, con una media di voto di 7,33 su 10; il consenso critico recita: "Potrebbe evocare un po' troppo avidamente i ricordi dei classici successi blockbuster per alcuni, ma Super 8 ha brividi, abbagliamento visivo e profondità emotiva da risparmiare."[7] Su Metacritic il film ha un punteggio del 72 su 100 basato sul parere di 41 critici, indicando "recensioni generalmente favorevoli".[8]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Super 8 Movie, Super-8.movie-trailer.com, 4 maggio 2010. URL consultato il 31 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2010).
  2. ^ Super 8 Il Film, super8ilfilm.wordpress.com, 10 febbraio 2011. URL consultato il 19 febbraio 2011.
  3. ^ Super 8 trailer italiano, filminuscita.info, 16 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 2 novembre 2011).
  4. ^ Super 8 Il Film[collegamento interrotto], super8ilfilm.wordpress.com, 21 aprile 2011.
  5. ^ Super 8 - Weekend Grosses, boxofficemojo.com. URL consultato il 5 novembre 2011.
  6. ^ Super 8 - Total Lifetime Grosses, boxofficemojo.com. URL consultato il 5 novembre 2011.
  7. ^ [1]
  8. ^ [2]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]