Suore di carità d'Irlanda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Suore di Carità d'Irlanda (in inglese Sisters of Charity of Ireland) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla R.S.C.[1]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

La congregazione fu fondata il 22 agosto 1815 a Dublino da Mary Aikenhead (1787-1858) con l'aiuto di Daniel Murray, arcivescovo coadiutore di Dublino.[2]

Le religiose adottarono le regole delle dame inglesi, presso le quali la Aikenhead aveva trascorso tre anni come novizia a York.[2]

La suore di Carità si diffusero rapidamente in varie località irlandesi: nel 1838 aprirono filiali in Australia e nel 1840 in Inghilterra;[2] giunsero in Rhodesia settentrionale nel 1948 e negli Stati Uniti nel 1953.[3]

Le costituzioni dell'istituto furono approvate da papa Gregorio XVI il 30 agosto 1833.[2]

Attività e diffusione[modifica | modifica sorgente]

Le suore si dedicano all'educazione della gioventù, alla visita a poveri e malati, alla cura di anziani e disabili.[2]

Sono presenti in Europa (Irlanda, Regno Unito), in Africa (Nigeria, Zambia) e nelle Americhe (Stati Uniti, Venezuela);[4] la sede generalizia è a Dublino.[1]

Alla fine del 2008 la congregazione contava 479 religiose in 84 case.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1516.
  2. ^ a b c d e G. Rocca, DIP, vol. II (1974), col. 318.
  3. ^ G. Rocca, DIP, vol. II (1974), col. 319.
  4. ^ Where we work. URL consultato il 12 febbraio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo