Sultanato di al-Qu'ayti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sultanato di al-Qu'ayti
القعيطي al-Quʿayṭī
Stato del Protettorato dell'Arabia Meridionale
Sultanato di al-Qu'aytiالقعيطي al-QuʿayṭīStato del Protettorato dell'Arabia Meridionale – Bandiera
ProtectorateOfSouthArabiaMap.jpg
Dati amministrativi
Capitaleal-Mukallā
Politica
Forma di StatoMonarchia
Nascita1858
Fine17 settembre 1967 con Sulṭān Ghālib II bin ʿAwāḍ al-Quʿayṭī
CausaAbolizione della monarchia
Territorio e popolazione
Bacino geograficoPenisola araba
Evoluzione storica
Succeduto daFlag of South Yemen.svg Repubblica Democratica Popolare dello Yemen

Al-Qu'ayti (in arabo: القعيطي‎, al-Quʿayṭī), ufficialmente al-Dawla al-Quʿayṭī al-Ḥaḍramiyya (in arabo: الدولة القعيطية الحضرمية‎), ossia "Stato Hadramita di al-Quʿayṭī", o Sultanato di al-Quʿayṭī, al-Shihr e al-Mukallā (in arabo: سلطنة الشحر والمكلا ‎, Salṭana al-Quʿayṭiyya fī l-Shihr wa l-Mukallā), fu un sultanato nella regione del Ḥaḍramawt nel sud della Penisola arabica, in quello che oggi è lo Yemen.
La sua capitale era al-Mukallā ed era diviso in sei province, al-Mukallā, al-Shiḥr, la regione di Shibām, Duʿan, la provincia occidentale e Hājar.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Asaf Jah VII di Hyderabad con la famiglia al-Quʿayṭī

I figli di ʿUmar bin ʿAwāḍ al-Quʿayṭī, che divenne un jemadar (Farsi جمعدار, jamʿadār) nelle forze del Nizam dell'Ḥayderābād (ora in India), inizialmente presero la città di Shibam dal rivale Sultanato di Kathiri nel 1858. In seguito conquistarono Al-Shihr nel 1866 e al-Mukallā nel 1881, in gran parte sostituendo i sovrani di Kathiri nel controllo della maggior parte della costa del Ḥaḍramawt, sul golfo di Aden. Entrarono in relazioni convenzionali con il Regno Unito nel 1888 e crearono un sultanato unificato nel 1902, che sarebbe diventato parte del Protettorato di Aden.

Quando la Gran Bretagna programmò l'eventuale indipendenza dell'Arabia meridionale nel 1960, al-Quʿayṭī rifiutò di aderire alla Federazione dell'Arabia Meridionale, ma rimase sotto la protezione britannica come parte del Protettorato dell'Arabia Meridionale. Nonostante le promesse di un referendum delle Nazioni Unite per aiutare a determinare il futuro dello Stato di al-Quʿayṭī in Arabia meridionale, il 17 settembre del 1967, le forze comuniste invasero il regno e, nel novembre dello stesso anno, lo Stato di al-Quʿayṭī fu integrato con la forza, senza un referendum, nella comunista Repubblica Democratica Popolare dello Yemen, che, unito con lo Yemen del Nord (di nuovo senza un referendum), nel 1990 divenne l'attuale Yemen.

Elenco dei sultani[modifica | modifica wikitesto]

Il sultano ʿOmar bin ʿAwāḍ al-Quʿayṭī (1922 - 1936).
  • Sultano ʿAbd Allāh bin ʿOmar al-Quʿayṭī (1882 - 1888)
  • Sultano ʿAwāḍ bin ʿOmar al-Quʿayṭī (1902 - 1909)
  • Sultano Ghālib bin ʿAwāḍ al-Quʿayṭī (1909 - 1922)
  • Sultano ʿOmar bin ʿAwāḍ al-Quʿayṭī (1922 - 1936)
  • Sultano Sir Ghālib bin Ṣāleḥ al-Quʿayṭī KCMG (1936 - 1956)
  • Sultano ʿAwāḍ II bin Ṣāleḥ al-Quʿayṭī (1956 - 1966)
  • Sultano Ghālib II bin ʿAwāḍ al-Quʿayṭī (1966 - 1967)

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia