Sultanato di Ifat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sultanato di Ifat
Dati amministrativi
Lingue parlateSomalo, arabo
CapitaleZeila
Dipendente daImpero d'Etiopia (dal 1332)
Politica
Forma di StatoMonarchia
Forma di governoSultanato
Nascita1285 con Umar DunyaHuz
Fine1415 con Sa'ad ad-Din II
CausaInvasione degli abissini
Territorio e popolazione
Religione e società
Religione di StatoIslam
The Sultanate of Ifat.png
Mappa del Sultanato di Ifat nel XIV secolo d.C.
Evoluzione storica
Preceduto daRegno di Adal
Sultanato di Showa
Succeduto daFlag of Adal.png Sultanato di Adal
Ora parte diGibuti Gibuti
Eritrea Eritrea
Somalia Somalia
Etiopia Etiopia

Il Sultanato di Ifat fu uno stato islamico medievale situato nelle regioni orientali del Corno d'Africa, tra il tardo XIII secolo e il primo XV secolo.[1][2][3] Guidato dalla dinastia Walashma, si incentrava sull'antica città di Zeila, e governata su parti degli odierni stati di Etiopia orientale, Gibuti e Somalia del nord.

Sultani di Ifat[modifica | modifica wikitesto]

Sovrano Durata del regno Note
1 Sultano ʿUmar DunyaHuz 1185 - 1228 Fondatore della dinastia Walashma, fu soprannominato ʿAdūnyo or Wilinwīli
2 Sultano ʿAli "Baziwi" ʿUmar 1228 - 12?? Figlio di ʿUmar DunyaHuz
3 Sultano ḤaqqudDīn ʿUmar 12?? - 12?? Figlio di ʿUmar DunyaHuz
4 Sultano Ḥusein ʿUmar 12?? - 12?? Figlio di ʿUmar DunyaHuz
5 Sultano NasradDīn ʿUmar 12?? - 12?? Figlio di ʿUmar DunyaHuz
6 Sultano Mansur ʿAli 12?? - 12?? Figlio di ʿAli "Baziwi" ʿUmar
7 Sultano JamaladDīn ʿAli 12?? - 12?? Figlio di ʿAli "Baziwi" ʿUmar
8 Sultano Abūd JamaladDīn 12?? - 12?? Figlio di JamaladDīn ʿAli
9 Sultano Zubēr Abūd 12?? - 13?? Figlio di Abūd JamaladDīn
10 Māti Layla Abūd 13?? - 13?? Figlia di Abūd JamaladDīn
11 Sultano ḤaqqudDīn Naḥwi 13?? - 1328 Figlio di Naḥwi Mansur, e nipote di Mansur ʿUmar
12 Sultano SabiradDīn Maḥamed "Waqōyi" Naḥwi 1328 - 1332 Figlio di Naḥwi Mansur, sconfitto dall'imperatore Amde Seyon d'Abissinia, che lo sostituì col fratello JamaladDīn come vassallo.
13 Sultano JamaladDīn Naḥwi 1332 - 13?? Figlio di Naḥwi Mansur, re vassallo sotto Amde Seyon
14 Sultano NasradDīn Naḥwi 13?? - 13?? Figlio di Naḥwi Mansur, re vassallo sotto Amde Seyon
15 Sultano "Qāt" ʿAli SabiradDīn Maḥamed 13?? - 13?? Figlio di SabiradDīn Maḥamed Naḥwi, si ribellò contro l'imperatore Newaya Krestos dopo la morte di Amde Seyon, ma la ribellione fallì e fu rimpiazzato dal fratello Aḥmed
16 Sultano Aḥmed "Harbi Arʿēd" ʿAli 13?? - 13?? Figlio di ʿAli SabiradDīn Maḥamed, accettò il suo ruolo di vassallo e rimase fedele a Newaya Krestos, ed ha quindi avuto poco riguardo dagli storici musulmani
17 Sultano Ḥaqquddīn Aḥmed 13?? - 1374 Figlio di Aḥmed ʿAli
18 Sultano SaʿadadDīn Aḥmed 1374 - 1403 Figlio di Aḥmed ʿAli, ucciso nell'invasione abissina di Ifat sotto Yeshaq I

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Editors of Encyclopædia Britannica, Ifat: historical state, Encyclopedia Britannica, 1998. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  2. ^ J. Gordon Melton and Martin Baumann, Religions of the World, Second Edition: A Comprehensive Encyclopedia of Beliefs and Practices, page 2663
  3. ^ Asafa Jalata, State Crises, Globalisation, And National Movements In North-east Africa page 3-4

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]