Sultanato di Bidar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sultanati del Deccan

Il Sultanato di Bidar fu uno dei sultanati del Deccan del tardo medioevo nell'India meridionale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il sultanato fu fondato nel 1492 da Qasim Barid,[1] che era un ex schiavo turco.[2] Si unì al servizio del Sultanato di Bahmani di Muhammad Shah III. Partì come sar-naubat e successivamente divenne mir-jumla (primo ministro). Durante il regno di Mahmud Shah Bahmani (r.1482 – 1518) divenne de facto il regnante. Dopo la sua morte nel 1504 suo figlio Amir Barid divenne primo ministro

Dopo la morte di Mahmud Shah Bahmani nel 1518, gli succedettero 4 sultani, ma erano solo dei fantocci nelle mani di Amir Barid. Quando l'ultimo regnante Bahmani fuggì da Bidar nel 1527 Amir Barid divenne praticamente il vero regnante senza mai però assumere un titolo reale.

Regnanti[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sen 2013, p. 118.
  2. ^ Bosworth 1996, p. 324.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]