Sultan ibn 'Abd al-'Aziz Al Sa'ud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Sulṭān ibn ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd
Sulṭān ibn ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd
Vice Custode delle due Sante Moschee
Principe della Corona dell'Arabia Saudita
Stemma
In carica 1º agosto 2005 –
21 ottobre 2011
Predecessore ʿAbd Allāh b. ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd
Successore Nayef bin 'Abd al-'Aziz Al Sa'ud
Nascita Riyad, 5 gennaio 1928
Morte New York-Presbyterian Hospital, New York, 21 ottobre 2011
Sepoltura Cimitero al-ʿŪd di Riyad, 25 ottobre 2011
Dinastia Dinastia Saudita
Padre Abd al-Aziz dell'Arabia Saudita
Madre Ḥaṣṣa bt. Aḥmad al-Sudayrī
Religione musulmano
Sulṭān ibn ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd

Governatore di Riyad
Durata mandato 1947 –
1952
Capo di Stato ʿAbd al-ʿAzīz b. Saʿūd
Predecessore Nāṣir bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd
Successore Nayef bin 'Abd al-'Aziz Al Sa'ud

Secondo Vice Primo Ministro dell'Arabia Saudita
Durata mandato 1982 –
27 marzo 2009
Capo di Stato Khalid dell'Arabia Saudita
Fahd dell'Arabia Saudita
ʿAbd Allāh bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd
Predecessore ʿAbd Allāh bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd
Successore Nāʾif bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd

Primo Vice Primo Ministro dell'Arabia Saudita
Durata mandato 1º agosto 2005 –
21 ottobre 2011
Capo di Stato ʿAbd Allāh bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd
Predecessore ʿAbd Allāh bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd
Successore Nāʾif bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd

Sulṭān ibn ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd, (arabo: سلطان بن عبدالعزيز آل سعود‎) (Riyad, 5 gennaio 1928New York, 21 ottobre 2011), è stato un principe e politico saudita, membro della famiglia reale (Āl Saʿūd) ed erede designato al trono.

Era il quindicesimo figlio del re ʿAbd al-ʿAzīz b. Saʿūd, fondatore della dinastia saudita e di Ḥaṣṣa bt. Aḥmad al-Sudayrī e ha occupato importanti posti politici come ministro della Difesa e dell'Aviazione saudita e primo vice-Primo Ministro[1]. Dall'ascesa al trono del fratello Abd Allah dell'Arabia Saudita fino alla propria morte è stato principe ereditario del regno.[2]

Vita familiare[modifica | modifica sorgente]

Il Principe Sulṭān ha avuto un gran numero di figli dalle numerose mogli che gli sono consentite (non più però di 4 contemporaneamente) dalla poliginia legittimata dal Corano, oltre che dalle ampie disponibilità economiche tipiche di ogni membro della famiglia reale saudita:

moglie figli avuti da lei
Principessa Munīra bint ʿAbd al-ʿAzīz b. Musāʿid Āl Saʿūd (deceduta) Principe Khālid, comandante delle forze armate della coalizione durante la prima guerra del Golfo (1990-1991) - Principe Fahd - Principe Turkī - Principe Fayṣal - Principessa Nawf - Principessa Jawāhir - Principessa al-Bundari - Principessa Luʾluʾa - Principessa Laṭīfa
Principessa Mūḍa bt. Saʿd al-kabīr Āl Saʿūd
al-Khayzurāna Principe Bandar, ambasciatore nel Regno Unito dal 2005, dopo essere stato ambasciatore negli USA (1983-2005)
Principessa Hodā bt. ʿAbd Allāh b. Muḥammad Āl Shaykh Principe Nāʾif - Principe Badr - Principe Saʿūd - Principe Muḥammad - Principe Nawāf - Principe Manṣūr - Principe ʿAbd Allāh - Principessa al-ʿAnūd
Principessa Munīra bt. Mash'al b. Sa'ūd al-Rashīd (deceduta) alias Principessa Nūra - Principessa Munīra
Principessa Laylā bt. Thaniyān Āl Saʿūd (ripudiata) Principessa ʿUtāb - Principessa Rayma - Principessa Sāra
Principessa Ṣayfa bt. Juwayʿid al-Dāmir (ripudiata) Principe Salmān
Principessa al-Bandarī bt. Ṣanat b. Banīn al-Diyābī al-'Utaybī (ripudiata) Principe Aḥmad
Principessa Haṣṣa bt. Muḥammad b. ʿAbd al-ʿAzīz b. Turkī Āl Saʿūd (ripudiata) Principessa Daʿad
Principessa Jawāhir bt. Muḥammad b. Saʿūd b. Nāṣir al-Farḥān Āl Saʿūd (ripudiata) Principessa Dīmā
Principessa Nawāl al-Kaḥīmī (ripudiata) Principessa ʿAbīr
Principessa Mūḍā bt. Salmān al-Mandīl al-Khālidī (ripudiata) Principe Mashʿal - Principessa Mashāʿil
Principessa ʿAbīr bt. Fahd al-Fayṣal al-Farḥān Āl Saʿūd (ripudiata) Principe Fawāz
Principessa Arīj bt. Sālim al-Murrī Principe ʿAbd al-Ilāh - Principe ʿAbd al-Majīd
Principessa al-Jāzī bt. Muḥammad b. Fahd al-Shabīkī (ripudiata)
Principessa Ghadīr bt. Shaʿwān al-Shaybānī (ripudiata)
Principessa Muhā bt. ʿAbd Allāh al-Bunyān (ripudiata)

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
— 19 luglio 1997[3]
Gran Croce dell'Ordine di Carlo III (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Carlo III (Spagna)
— 6 giugno 2008[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ morto negli Stati Uniti l'erede al trono saudita
  2. ^ Muore il principe ereditario, un nodo in più per Riad
  3. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  4. ^ Bollettino Ufficiale di Stato

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]