Suillus luteus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Suillus luteus
Suillus luteus 2.jpg
Suillus luteus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Boletales
Famiglia Suillaceae
Genere Suillus
Specie S. luteus
Nomenclatura binomiale
Suillus luteus
(L.) Roussel, 1796
Nomi comuni

Pinarello, Pinarolo, Boleto giallo

Caratteristiche morfologiche
Suillus luteus
Cappello convesso icona.svg
Cappello convesso
Pores icon.png
Imenio pori
Adnexed gills icon2.svg
Lamelle annesse
Tan spore print icon.png
Sporata ocra
Ring stipe icon.png
Velo anello
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Mycorrhizal ecology icon.png
Micorrizico
Foodlogo.svg
Commestibile

Suillus luteus (L.) Roussel, Fl. Calvados, Edn 2 1: 34 (1796) è un fungo, considerato uno dei migliori[da chi? in che senso?]Suillus.

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Illustrazione di S. luteus
Esemplari

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

Fino a 12 cm, carnoso, dapprima umbonato ottuso, poi emisferico e convesso, infine aperto

cuticola
viscida, facilmente asportabile, liscia, colore marrone oppure rosso mattone, lucente e in parte violacea
margine
involuto, regolare, leggermente eccedente

Pori[modifica | modifica wikitesto]

Minuti, rotondi, di colore giallo, immutabuli al tatto.

Tubuli[modifica | modifica wikitesto]

Lunghi fino a 12 mm, adnati o leggermente decorrenti, di colore giallo.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

4-7 x 1,2–3 cm, tozzo, cilindrico, talvolta irregolare, leggermente allargato alla base, biancastro, ornato all'apice con un fine reticolo giallo, sotto l'anello ornato con fine punteggiatura gialla

Anello[modifica | modifica wikitesto]

Ampio, membranoso; di colore bianco-sporco.

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Bianco-sporco con qualche tonalità di giallo, immutabile al taglio, soda, poi subito molle e morbida quando il fungo è giovane e fibrosa nel gambo.

Spore[modifica | modifica wikitesto]

7-9,2 x 3-4 µm, ellissoidali, color ocra in massa.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Gregario, fruttifica in estate-autunno, nei boschi di conifere.

Esemplare vetusto raccolto in Bulgaria

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Foodlogo.png Eccellente.

Come per tutte le specie del genere Suillus, si raccomanda di asportare la cuticola dal cappello, in quanto può risultare indigesta se non lassativa.

Per una migliore resa gastronomica, i carpofori non devono essere stati surgelati in precedenza; in caso contrario le qualità organolettiche di questo fungo diventano assai mediocri.

In Italia è una specie commercializzabile e molto apprezzata in alcune regioni del nord, anche se spesso viene confuso col meno raro Suillus Granulatus.

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal latino luteus = "giallo", per via del colore di lamelle e gambo.

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Boletopsis lutea (L.) Henn., Die Natürlichen Pflanzenfamilien nebst ihren Gattungen und wichtigeren Arrten insbesondere den Nutzpflanzen: I. Tl., 1. Abt.: Fungi (Eumycetes): 195 (1900)
  • Boletus luteus L., Species Plantarum: 1177 (1753)
  • Ixocomus luteus (L.) Quél., Flore mycologique de la France et des pays limitrophes (Paris): 414 (1888)

Nomi comuni[modifica | modifica wikitesto]

  • Pinarello, Pinarolo, Bavusa (Calabria)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Suillus luteus, in Index Fungorum, CABI Bioscience.
  • Carlo Papetti, Giovanni Consiglio e Giampaolo Simonini (a cura di), Atlante fotografico dei Funghi d'Italia Vol.I, Associazione micologica Bresadola, 1999.
    • Enrico Bini, Andrea Catorici, Antonio dell'Uomo, Roberto Falsetti, Ettore Orsomando, Monica Raponi, Funghi del Parco Nazionale dei Monti Sibillini Collana dei Quaderni Scientifico Divulgativi del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Ancona, Aniballi Grafiche s.r.l.,2002.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia