Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Sui Yangdi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sui Yangdi

Sui Yangdi[1] (隋煬帝T, Suí YángdìP; 569Yangzhou, 11 marzo 618), nato col come di Yang Guang (楊廣T, Yáng GuǎngP), fu il secondo imperatore della dinastia Sui.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Salito al trono, Yangdi continuò il progetto di suo padre (Sui Wendi), ma in modo più fanatico. Infatti l'imperatore, uomo capriccioso e crudele, spese una quantità enorme di denaro pubblico per costruire e ristrutturare vari monumenti del suo paese. Si pensi che per continuare il progetto della Grande muraglia cinese si contarono sei milioni di morti durante i lavori. Oltre a ciò Sui spese una gran somma di denaro per continue guerre in Corea che si propagarono per tutto il primo decennio dell'anno 600.
Essendo spodestato, l'imperatore tentò un'insurrezione guidando un esercito mercenario, ma fu assassinato nel 618.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica cinese il cognome precede il nome. "Sui" è il cognome.
Controllo di autorità VIAF: (EN47897434 · LCCN: (ENn82063475 · ISNI: (EN0000 0000 6323 2184 · GND: (DE131549065 · BNF: (FRcb150647438 (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie