Submarine Parachute Assistance Group

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Uno SPAG italiano

Il nucleo Submarine Parachute Assistance Group (SPAG) è un'unità militare composta da personale altamente specializzato nel recupero di sottomarini che sono adagiati sul fondo[1][2][3]. Vi sono inquadrati operatori subacquei avio-lanciabili.

Nazioni[modifica | modifica wikitesto]

Gran Bretagna[modifica | modifica wikitesto]

L'unità britannica venne basata inizialmente presso la base di Gosport, HMS Dolpin, nella struttura denominata Submarine Escape Training Tank; poi quando le funzionalità di questa cessarono l'unità venne trasferita presso la base HMS Raleigh in Cornovaglia. L'unità può essere attivata con un preavviso di sei ore e fa parte del NATO Submarine Rescue System.[4]

Italia[modifica | modifica wikitesto]

La Marina Militare ha attivato un Nucleo SPAG all'interno del Gruppo Operativo Subacquei del Comsubin, basato La Spezia.[5]

Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Paracadutista di Appoggio al Sottomarino (Grupo Paracaidista de Apoyo al Submarino), inquadrato nella Forza di Guerra Speciale Navale (Fuerza de Guerra Naval Especial)[6][7]

Turchia[modifica | modifica wikitesto]

Nucleo Paracadutisti di Ricerca e Soccorso (Paraşütle Arama Kurtarma Timi) della Marina Turca.[8][9]

Procedura[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la richiesta di aiuto da parte del sommergibile disastrato attraverso la boa di emergenza le unita vengono elitrasportate o paracadutate insieme al materiale(Zattera di salvataggio, Ossigenoterapia iperbarica) per fornire soccorso al personale fuoriuscito dal sottomarino. intanto una nave recupero sommergibili viene mandata sul luogo dell'incidente per il recupero

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Your career guide, mod.uk. Retrieved 19 October 2014.
  2. ^ Royal Navy takes part in largest submarine rescue exercise, gov.uk. Retrieved 19 October 2014.
  3. ^ Elite Navy rescue team always on call to help submariners, Telegraph. Retrieved 19 October 2014.
  4. ^ Ben Farmer, Elite Navy rescue team always on call to help submariners, su Telegraph.co.uk, 19 febbraio 2014. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  5. ^ reportdifesa.it
  6. ^ Fuerza de Guerra Naval Especial (FGNE) : INFANTERÍA DE MARINA, su Armada.mde.es. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  7. ^ La Armada se adiestra en el salvamento y rescate de submarinos con el ejercicio 'Cartago-18', su Europapress.es, 3 luglio 2018. URL consultato il 16 novembre 2020.
  8. ^ Kurtaran 2019 Submarine Rescue Exercise, su turkishnavy.net, 10 giugno 2019. URL consultato il 16 novembre 2020.
  9. ^ BN-1704/2019, su turkishnavy.ndzkk.tsk.tret, 31 maggio 2019. URL consultato il 16 novembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina