Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Su Tong

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Su Tong[1], cinese:苏童 (Su Zhou, 25 ottobre 1963), è uno scrittore cinese.

Le sue prime opere sono state pubblicate nel 1983 da alcune riviste cinesi, in particolare Qingqun (Gioventù), Qingnian zuojia (Giovani scrittori) e Xingxing (Le stelle).

Le sue opere si svolgono principalmente negli anni che precedettero la nascita della Repubblica Popolare Cinese e si caratterizzano, come molte altre di autori suoi contemporanei, appartenenti alla scuola d'avanguardia, per un certo disimpegno politico

Ha pubblicato un'antologia, Jiangsu, divisa in tre volumi, in cui sono raccolte le sue opere principali. Il terzo volume di questa contiene alcuni romanzi che sono le sue opere più conosciute in Italia come ad esempio Mogli e concubine, da cui è stato tratto il film Lanterne rosse di Zhang Yimou e Cipria.

Vive attualmente a Nanchino.

Opere pubblicate in Italia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mogli e concubine[2], Theoria, 1992
  • Cipria[3], Theoria, 1993
  • La casa dell'oppio[4], Theoria, 1995
  • Spiriti senza pace[5], Feltrinelli, 2000
  • I due volti del mondo[6], Neri Pozza, 2000
  • Quando ero imperatore[7], Neri Pozza, 2004
  • Vite di donne[8], Einaudi, Stile Libero 2008
  • Binu e la Grande Muraglia, CSA Editrice, 2017.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica cinese il cognome precede il nome. "Su" è il cognome.
  2. ^ Mogli e concubine su www.tuttocina.it Archiviato il 25 marzo 2007 in Internet Archive.
  3. ^ Cipria su www.tuttocina.it Archiviato il 25 marzo 2007 in Internet Archive.
  4. ^ La casa dell'oppio su www.tuttocina.it Archiviato il 25 marzo 2007 in Internet Archive.
  5. ^ Spiriti senza pace su www.tuttocina.it Archiviato il 25 marzo 2007 in Internet Archive.
  6. ^ I due volti del mondo su www.tuttocina.it Archiviato il 25 marzo 2007 in Internet Archive.
  7. ^ Quando ero imperatore su www.tuttocina.it Archiviato il 25 marzo 2007 in Internet Archive.
  8. ^ Vite di donne su www.tuttocina.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN84506110 · ISNI (EN0000 0001 1073 994X · LCCN (ENnr91009055 · GND (DE119413213 · BNF (FRcb122453866 (data) · NLA (EN36690232
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie