Sturnira aratathomasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sturnira aratathomasi
Immagine di Sturnira aratathomasi mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Phyllostomidae
Sottofamiglia Stenodermatinae
Genere Sturnira
Specie S.aratathomasi
Nomenclatura binomiale
Sturnira aratathomasi
Peterson & Tamsitt, 1968
Areale

Distribution of Sturnira aratathomasi.png

Sturnira aratathomasi (Peterson & Tamsitt, 1968) è un pipistrello della famiglia dei Fillostomidi diffuso nell'America meridionale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 88 e 101 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 54,8 e 62 mm, la lunghezza del piede tra 17 e 21 mm, la lunghezza delle orecchie tra 19 e 22 mm e un peso fino a 54 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è lunga, soffice e lanosa, con i singoli peli a quattro colori. Le parti dorsali sono bruno-nerastre con la base bianca e la testa che varia dal giallo-brunastro al bruno-olivastro, mentre le parti ventrali sono bruno-grigiastre. Il muso è corto e largo. La foglia nasale è ben sviluppata e lanceolata, con la porzione anteriore saldata al labbro superiore. Le orecchie sono corte, triangolari, con l'estremità arrotondata ed ampiamente separate. Il trago è corto ed affusolato. Le membrane alari sono nerastre e attaccate posteriormente sulle caviglie. È privo di coda e di calcar, mentre l'uropatagio è ridotto ad una frangia di peli lungo la parte interna degli arti inferiori. Il cariotipo è 2n=30 FNa=56.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia probabilmente all'interno delle grotte.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di frutta, polline e nettare.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Danno alla luce un piccolo alla volta l'anno. Femmine gravide sono state catturate nel mese di febbraio ed agosto.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nel Venezuela occidentale, Colombia, Ecuador e Perù settentrionale.

Vive nelle foreste pedemontane e montane tra 1.000 e 3.800 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato l'habitat fortemente frammentato e parte di esso rapidamente convertito in culture, classifica S.aratathomasi come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Pacheco, V., Aguirre, L. & Mantilla, H. 2008, Sturnira aratathomasi, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Sturnira aratathomasi, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Tirira, 2007

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Diego S. Tirira, Mamíferos del Ecuador: Guía de campo, Ediciones Murciélago Blanco, 2007. ISBN 9789978446515
  • Alfred L. Gardner, Mammals of South America, Volume 1: Marsupials, Xenarthrans, Shrews, and Bats, University Of Chicago Press, 2008. ISBN 9780226282404

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi