Stribugliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stribugliano
frazione
Veduta di Stribugliano
Veduta di Stribugliano
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Grosseto-Stemma.png Grosseto
Comune Arcidosso-Stemma.png Arcidosso
Territorio
Coordinate 42°50′59.34″N 11°27′39.9″E / 42.849817°N 11.461084°E42.849817; 11.461084 (Stribugliano)Coordinate: 42°50′59.34″N 11°27′39.9″E / 42.849817°N 11.461084°E42.849817; 11.461084 (Stribugliano)
Altitudine 775 m s.l.m.
Abitanti 212 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale 58030
Prefisso 0564
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti stribuglianese, stribuglianesi[1]
Patrono san Giovanni Battista
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Stribugliano
Stribugliano

Stribugliano è una frazione del comune di Arcidosso, in provincia di Grosseto.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Stribugliano è situato sul versante occidentale del Monte Amiata, alle pendici del rilievo di Monte Buceto, sopra la valle delle Melacce. Si tratta dela frazione situata più a ovest del territorio comunale. Il paese è strutturato su due vie con una piccola piazza centrale ed una vecchia parte risalente ai tempi dei feudatari.

Dista circa 18 km dal capoluogo comunale e circa 45 km da Grosseto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo è fatto risalire ad una presunta gens Strabilia, che parteciparono alle guerre tra Mario e Silla.

Viene menzionato per la prima volta nell'868, in un documento notarile redatto a Roselle, in cui il conte Winighisi lascia ai figli del deceduto Petrone di Chiusi alcune abitazioni del casale Stabuoloriliano.[2] Nel 1206, in un altro documento notarile, viene menzionato come Stribulliano, risultando proprietà delle monache del monastero di Sant'Ambrogio di Montecellesi.[2] Fu castello degli Aldobrandeschi, e anche alcuni signori di Montorgiali vi possedevano alcune terre intorno al 1250. Nel 1274 divenne possedimento degli Aldobrandeschi ramo di Santa Fiora.[2] Nel 1346 il conte Jacopo di Bonifazio cedette i territori di Stribugliano e Monticello alla Repubblica di Siena.[2]

Nel 1783 venne annesso ad Arcidosso. Intorno al borgo medievale si sono andate a formare dalla fine del XIX secolo nuove e moderne abitazioni.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Giovanni Battista

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Giovanni Battista, situata nella piazza principale, risale al XIV secolo, anche se l'aspetto attuale risulta snaturato da alcune sostanziose ristrutturazioni avvenute in epoca recente.[3]
  • Pieve di San Giovanni in Ballatoio, antica chiesa menzionata in una bolla papale di Clemente III del 1188, è identificabile oggi con il podere La Pieve, situato lungo la strada che da Stribugliano scende a Vallerona. Nel 2012 viene scoperta, dopo una campagna di scavi dell'Università di Firenze, la presenza in loco di un cimitero medievale.[4]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo e fattoria La Greca, situati nella piazza principale, erano dei proprietà dei Marchesi La Greca. Sulla facciata sono posti gli stemmi della famiglia.[5]
  • Fattoria dell'Abbandonato, situata nella valle delle Trasubbie, è stata identificata come l'antico Trabbandonato, ospedale ricordato nel 1153.[2] Conserva la cappella di San Galgano del XVI secolo.[6]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

  • Monumento ai caduti, piccolo monumento ai caduti delle due guerre, è posto fuori dal centro storico.
  • Castel Vaiolo, antico insediamento medievale in cui, grazie a recenti scavi, sono state recuperate le più antiche ceramiche del Monte Amiata.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Quella che segue è l'evoluzione demografica della frazione di Stribugliano. Sono indicati gli abitanti dell'intera frazione e dove è possibile è inserita la cifra riferita al solo capoluogo di frazione. Dal 1991 sono contati da Istat solamente gli abitanti del centro abitato, non della frazione.

Anno Abitanti
Frazione Centro abitato
1640
200
-
1745
160
-
1833
348
-
1845
382
-
1921
826
-
1931
762
-
1961
663
386
1981
457
340
1991
-
299
2001[7]
-
253
2011
-
212

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Stribugliano è una meta celebre tra gli amanti del parapendio, che attira interessati dalle province di Grosseto e di Siena, ma anche dal Lazio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 558.
  2. ^ a b c d e Emanuele Repetti, «Stribugliano», Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana, volume V, Firenze, Giovanni Mazzoni, 1843, p. 481.
  3. ^ Carlo Morganti, Susanna Nanni, Itinerari a piedi nel comune di Arcidosso. Zaino in spalla alla scoperta del territorio, Arcidosso, Edizioni Effigi, 2008, p. 62.
  4. ^ Ecco la necropoli medievale di Stribugliano. Ufficialità per la scoperta archeologica, La Nazione, 8 settembre 2012.
  5. ^ Agostino Morganti, La storia, il paese, la gente. Arcidosso ed il suo territorio nelle cartoline degli anni 1900/1960, Arcidosso, Edizioni Effigi, 2006, p. 154.
  6. ^ A. Morganti, op. cit., p. 150.
  7. ^ Dati censimento Istat 2001

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Agostino Morganti, La storia, il paese, la gente: Arcidosso e il suo territorio nelle cartoline degli anni 1900/1960, Arcidosso, C&P Adver Effigi, 2006.
  • Carlo Morganti, Susanna Nanni, Itinerari a piedi nel comune di Arcidosso. Zaino in spalla alla scoperta del territorio, Arcidosso, Edizioni Effigi, 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]