Street's Disciple

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Street's Disciple
ArtistaNas
Tipo albumStudio
Pubblicazione30 novembre 2004
Durata87:36
Dischi2
Tracce26
GenereHip hop[1]
East Coast hip hop[1]
Hardcore hip hop[1]
EtichettaColumbia
ProduttoreNas (esec.), Salaam Remi (esec.), L.E.S. (esec.), Chucky Thompson, Buckwild, Bernardo "Nardo" Williams, Nut, T. Black, Q-Tip, Herb Middleton
RegistrazioneBig Things Studios, New York; Chung King Studios, New York; Circle House Studios, Miami; D.A.R.P. Studios, Atlanta; Electric Lady Studios, New York; Larrabee West, Los Angeles; Playpen Studios, New York; Sony Music Studios, New York; Amerycan Studios, Los Angeles; Studio Atlantis, Los Angeles
Certificazioni
Dischi di platinoStati Uniti Stati Uniti[2]
(vendite: 1 000 000+)
Nas - cronologia
Album precedente
(2002)
Album successivo
(2006)
Singoli
  1. Thief's Theme
    Pubblicato: 29 giugno 2004
  2. Bridging the Gap
    Pubblicato: 5 ottobre 2004
  3. Just a Moment
    Pubblicato: 22 febbraio 2005

Street's Disciple è il settimo album del rapper statunitense Nas, pubblicato il 30 novembre 2004 dalla Columbia. La copertina ritrae Nas in un adattamento dell'Ultima Cena.

Il doppio album è un successo sia dal punto di vista della critica sia da quello commerciale, debuttando al quinto posto nella Billboard 200 e vendendo 232.000 copie nella prima settimana. Diviene il settimo disco di platino consecutivo per Nas, avendo raggiunto il milione di copie vendute certificate dalla RIAA negli Stati Uniti.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Primo doppio album per Nas, che per l'occasione rispolvera tutti i suoi diversi alias, garantendo una gran varietà di tematiche e stili. La cover dell'album è un riadattamento dell'Ultima cena ed il rapper viene rappresentato come Cristo. I singoli dell'album sono Thief's Theme, presente anche nel film The Departed di Martin Scorsese, Just a Moment, realizzata con il rapper Quan, e Bridging the Gap, una ballata rap/blues realizzata con il padre Olu Dara.

Ricezione[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 3.5/5 stelle[1]
The Village Voice A–[3]
Entertainment Weekly A–[4]
Rolling Stone 3.5/5 stelle[5]
The A.V. Club 3.5/5 stelle[5]
Vibe 3.5/5 stelle[5]
Pitchfork Media 7.6/10 stelle[5]
NME 9/10 stelle[5]
The Guardian 4/5 stelle[5]
RapReviews 9/10 stelle[5]
Stylus Magazine 4/5 stelle[5]
Blender 3.5/5 stelle[5]

Street's Disciple è stato pubblicato dalla Columbia Records il 30 novembre del 2004 e ha ricevuto il plauso universale della critica. Sul sito Metacritic, ottiene un rating di 80/100 basato su 16 recensioni.[5] Robert Christgau recensisce positivamente l'album,[3] e lo inserisce all'undicesimo posto tra i migliori album del 2004 nel suo sondaggio dei critici di Pazz & Jop.[6]

Entertainment Weekly descrive l'album come «non così severo e grintoso come il debutto, [seppur] molto più ambizioso nella portata e impavido nel suo approccio.»[5] NME lo recensisce entusiasticamente: «[è] una delle pubblicazioni hip hop più emozionanti non solo di quest'anno, ma della memoria recente.»[5] La produzione riceve anche critiche negative a causa delle basi «trite e ritrite» secondo Rolling Stone «che assicurano che l'album sia buono anche se impediscono che sia ottimo».[5] Tuttavia, Rolling Stone recensisce positivamente l'album,[5] a differenza di Vibe:[7] «qui Nas è sul pilota automatico, sforna materiale uniformemente solido, ma non eccezionale.»[5]

Jason Birchmeier per AllMusic gli assegna 3.5/5 stelle, scrivendo: «Nas beneficia di produzioni eccezionali, di uno stile rap incomparabile e di un retroscena interessante. [...] Street's Disciple è un altro album chiave [...] un'ulteriore prova che Nas è tornato in pista dopo essere caduto alla fine degli anni novanta con I Am... e Nastradamus. Non è un album perfetto – è troppo indulgente per esserlo – e sarebbe stato più forte come disco singolo.»[1]

Nella sua prima settimana dopo l'uscita, Street's Disciple ha venduto 232.000 copie negli Stati Uniti debuttando al 5º posto nella Billboard 200.[8] Il 18 novembre del 2005, l'album è stato certificato dalla RIAA disco di platino per il milione di unità vendute,[9] settimo album consecutivo di Nas a riuscire nell'impresa negli Stati Uniti.[10] Bridging the Gap è stato l'unico singolo ad avere un minimo successo commerciale, arrivando fino al 94º posto nella Hot 100.[11]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Disco 1
  1. Intro – 1:50
  2. A Message to the Feds, Sincerely, We the People – 2:15 (musica: Chucky Thompson, Salaam Remi, L.E.S.)
  3. Nazareth Savage – 2:40 (musica: Salaam Remi)
  4. American Way (featuring Kelis) – 4:09 (musica: Q-Tip)
  5. These Are Our Heroes – 4:22 (musica: Buckwild)
  6. Disciple – 3:00 (musica: L.E.S.)
  7. Sekou Story (featuring Scarlett) – 2:56 (musica: Salaam Remi)
  8. Live Now (featuring Scarlett) – 4:30 (musica: Chucky Thompson, Bernardo "Nardo" Williams)
  9. Rest of My Life (featuring Amerie) – 3:50 (musica: Chucky Thompson, L.E.S., Salaam Remi)
  10. Just a Moment (featuring Quan) – 4:23 (musica: L.E.S.)
  11. Reason (featuring Emily) – 4:47 (musica: Chucky Thompson, L.E.S.)
  12. You Know My Style – 2:52 (musica: Salaam Remi)

Durata totale: 41:34

Disco 2
  1. Suicide Bounce (featuring Busta Rhymes) – 3:57 (musica: Nas)
  2. Street's Disciple (featuring Olu Dara) – 3:57 (musica: Salaam Remi)
  3. U.B.R. (Unauthorized Biography of Rakim) – 3:38 (musica: Nas)
  4. Virgo (featuring Ludacris & Doug E. Fresh) – 3:26 (musica: Salaam Remi)
  5. Remember the Times (Intro) – 0:51
  6. Remember the Times – 3:23 (musica: L.E.S.)
  7. The Makings of a Perfect Bitch – 3:15 (musica: L.E.S., T. Black, Nut)
  8. Getting Married – 3:46 (musica: Chucky Thompson)
  9. No One Else in the Room (featuring Maxwell) – 5:08 (musica: Chucky Thompson, Salaam Remi)
  10. Bridging the Gap (featuring Olu Dara) – 3:56 (musica: Salaam Remi)
  11. War (featuring Keon Bryce) – 4:17 (musica: Salaam Remi)
  12. Me & You (Dedicated to Destiny) – 3:26 (musica: L.E.S., Herb Middleton)
  13. Thief's Theme – 2:59 (musica: Salaam Remi)

Durata totale: 45:59

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2004) Posizione
massima
Francia[12] 54
Norvegia[12] 40
Paesi Bassi[12] 82
Regno Unito[13] 45
Stati Uniti[14] 5
US Top Rap Albums[15] 2
US Top R&B/Hip-Hop Albums[16] 2
Svizzera[12] 27

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2005) Posizione
massima
Stati Uniti[17] 97
US Top R&B/Hip-Hop Albums[18] 24

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Birchmeier, Jason. (EN) Review: Street's Disciple. AllMusic. Retrieved on 2009-11-24.
  2. ^ (EN) Gold & Platinum, riaa.com.
  3. ^ a b (EN) Robert Christgau, Consumer Guide: Heads, Future and Past, in The Village Voice (New York), 18 gennaio 2005. URL consultato il 10 settembre 2015.
  4. ^ Drumming, Neil. (EN) Review: Street's Disciple. Entertainment Weekly. Retrieved on 2009-11-24.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (EN) Street's Disciple (2004): Reviews. Metacritic. Retrieved on 2009-11-24.
  6. ^ (EN) Pazz & Jop 2004: Dean's List
  7. ^ Callahan-Bever, Noah. (EN) "Review: Street's Disciple". Vibe: 183–184. October 2004.
  8. ^ Sisario, Ben. (EN) Pop Charts: Jay-Z and Linkin Park Over U2. The New York Times. Retrieved on 2009-11-24.
  9. ^ (EN) Gold & Platinum, riaa.com.
  10. ^ (EN) Nas Declares 'Hip Hop Is Dead'. Billboard. Retrieved on 2009-11-24.
  11. ^ (EN) Billboard Singles: Street's Disciple. Allmusic. Retrieved on 2009-11-24.
  12. ^ a b c d (EN) Nas - Street's Disciple.
  13. ^ (EN) Nas
  14. ^ (EN) Billboard 200, Billboard.com.
  15. ^ (EN) Rap Albums, billboard.com.
  16. ^ (EN) Top R&B/Hip-Hop Albums, Billboard.com.
  17. ^ (EN) Top Billboard 200 Albums (Year end 2005), Billboard.com.
  18. ^ (EN) Top R&B/Hip-Hop Albums (Year end 2005), Billboard.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]