Storie scellerate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Storie scellerate
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1973
Durata93 min
Generecommedia, drammatico
RegiaSergio Citti
SoggettoSergio Citti, Pier Paolo Pasolini
SceneggiaturaSergio Citti, Pier Paolo Pasolini
ProduttoreAlberto Grimaldi
Casa di produzioneProduzioni Europee Associati
Distribuzione (Italia)United Artists
FotografiaTonino Delli Colli
MontaggioNino Baragli
MusicheFrancesco De Masi
ScenografiaDante Ferretti
Interpreti e personaggi

Storie scellerate è un film del 1973, diretto da Sergio Citti. Soggetto e sceneggiatura di Pier Paolo Pasolini e Sergio Citti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Roma papalina dell'ottocento Bernardino e Mammone vengono catturati e condannati a morte per aver derubato un uomo. In cella i due raccontano alcune storie per scontare le ore che li separano dal patibolo.

La prima storia narra del Duca di Ronciglione e di Nicolino che scoprono di essere stati cornificati da alcuni ragazzetti del paese e persino dal parroco.

Nella seconda i protagonisti sono due pecorai uno taglia i genitali all'altro avendo scoperto che gli metteva le corna con la moglie.

La terza storia parla di un prete a cui piace la bella vita e le donne e che, un giorno, a causa di una delle ragazze, è ucciso dal suo servo per vendetta.

La quarta e ultima novella narra di un giovane che, corteggiando una donna, viene ucciso dal marito e da un altro amante.

La scena si sposta in una specie di paradiso dove il Padreterno è un contadino che punisce i tre per ipocrisia e assolve il giovane pugnalato.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema