Stilelibero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la tecnica di nuoto, vedi Stile libero.
Stilelibero
ArtistaEros Ramazzotti
Tipo albumStudio
Pubblicazione29 maggio 2001[1]
Durata51:09
Dischi1
Tracce12
GenerePop
Pop rock
EtichettaBMG[2]
ProduttoreEros Ramazzotti,
Claudio Guidetti,
Celso Valli,
Trevor Horn,
Rick Nowels[3]
Certificazioni
Dischi d'oroDanimarca Danimarca[4]
(vendite: 25 000)

Finlandia Finlandia[5]
(vendite: 25 769)
Paesi Bassi Paesi Bassi[4]
(vendite: 40 000)
Ungheria Ungheria[6]
(vendite: 10 000)
Polonia Polonia[7]
(vendite: 50 000)
Portogallo Portogallo[4]
(vendite: 20 000)

Svezia Svezia[8]
(vendite: 40 000)
Dischi di platinoAustria Austria[9]
(vendite: 50 000)

Belgio Belgio[4]
(vendite: 50 000)
Europa Europa (2)[10]
(vendite: 2 000 000)
Germania Germania (2)[11]
(vendite: 600 000)
Francia Francia[12]
(vendite: 300 000)
Grecia Grecia[13]
(vendite: 30 000)
Italia Italia (9)[4][14]
(Vendite: 900.000)
Messico Messico[15]
(vendite: 150 000)
Spagna Spagna (2)[4]
(vendite: 200 000)
Svizzera Svizzera (3)[16]
(vendite: 150 000)

Stati Uniti Stati Uniti[17]
(vendite: 100 000)
Venezuela Venezuela[18]
(vendite: 10 000)
Eros Ramazzotti - cronologia
Album precedente
(1998)
Album successivo
(2003)

Stilelibero è l'ottavo album del cantautore romano Eros Ramazzotti, uscito nel 29 maggio 2001. La versione del disco pubblicata in lingua spagnola è intitolata Estilo libre.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Secondo quanto dichiarato da Eros Ramazzotti, Stilelibero è un album «fatto di corsa»: il cantautore ha infatti affermato che, dopo essersi concentrato sulla realizzazione dell'album Come fa bene l'amore di Gianni Morandi, avrebbe voluto pubblicare il proprio lavoro discografico solo nel 2001, ma la casa discografica ha preferito anticiparne l'uscita.[19]

L'album è stato anticipato dal singolo Fuoco nel fuoco, un brano che narra di un amore passionale che brucia troppo in fretta,[20] musicalmente definito da alcuni critici come una ballata svelta, nella quale la melodia italiana è accompagnata da uno spirito nero[21] e da arrangiamenti latineggianti.[22]

Le collaborazioni presenti all'interno del disco sono molteplici. Più che puoi è un duetto tra il cantautore romano e Cher,[1][23] che ha come oggetto una sorta di inno alla vita.[20] Il brano Improvvisa luce ad est vede invece la partecipazione di Lorenzo "Jovanotti" Cherubini, che ha firmato il testo del brano. A proposito della collaborazione, Jovanotti ha dichiarato che si tratta di «una canzone d'amore, la storia di uno che è stato lasciato dalla sua ragazza», aggiungendo che «il brano è la cronaca del suo primo giorno senza di lei».[24] In occasione della presentazione del disco, avvenuta il 23 ottobre 2000, Eros Ramazzotti e Jovanotti hanno eseguito in duetto il brano Improvvisa luce ad est.[1] In diversi brani compaiono inoltre musicisti di grande fama, come Steve Ferrone, Michael Landau, Nathan East e Greg Phillinganes.[22]

In riferimento al titolo Stilelibero, Ramazzotti ha dichiarato che l'album «è un lavoro ricco, dove ogni canzone svela una atmosfera musicale speciale, in cui il canto, i suoni e le parole sono incastonate con un paziente lavoro e in modo unico. Con stile e in libertà. Stile libero appunto».[25]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Stilelibero[modifica | modifica wikitesto]

  1. L'ombra del gigante – 4:42 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti, Lorenzo Cherubini)
  2. Fuoco nel fuoco – 4:02 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  3. Lo spirito degli alberi – 4:13 (Claudio Guidetti, Eros Ramazzotti, Alberto Salerno)
  4. Un Angelo non è – 4:39 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  5. L'aquila e il condor – 4:29 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  6. Più che puoi – 4:14 (Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti, Cherlyn Sarkisian Lapierre) – duetto con Cher
  7. Il mio amore per te – 4:17 (Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti, Luca Chiaravalli)
  8. E ancor mi chiedo – 4:22 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  9. Improvvisa luce ad est – 4:42 (Claudio Guidetti, Lorenzo Cherubini, Eros Ramazzotti)
  10. Nell'azzurrità – 4:17 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  11. Amica donna mia – 4:08 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  12. Per me per sempre – 3:55 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)

Estilolibre[modifica | modifica wikitesto]

  1. La sombra del gigante – 4:42 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti, Lorenzo Cherubini)
  2. Fuego en el fuego – 4:02 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  3. El alma de los arboles – 4:13 (Claudio Guidetti, Eros Ramazzotti, Alberto Salerno)
  4. Un angel no es – 4:39 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  5. El aguila y el condor – 4:29 (Maurizio Fabrizio, Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  6. Più che puoi – 4:14 (Antonio Galbiati, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti, Cherlyn Sarkisian Lapierre) – duetto con Cher
  7. Mi amor por ti – 4:17 (Giuseppe Dettori, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti, Luca Chiaravalli)
  8. Quiero saberlo – 4:22 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  9. Y en el este una luz – 4:42 (Claudio Guidetti, Eros Ramazzotti, Giuseppe Tosetto, Lorenzo Cherubini)
  10. Azul sin par – 4:17 (Maurizio Fabrizio, Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  11. Mujer amiga mia – 4:08 (Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)
  12. Para mi sera por siempre – 3:55 (Maurizio Fabrizio, Claudio Guidetti, Adelio Cogliati, Eros Ramazzotti)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  1. Fuoco nel fuoco
  2. Un Angelo non è
  3. Più che puoi (duetto con Cher)
  4. L'ombra del gigante
  5. Per me per sempre

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Con oltre 900.000 copie[4][26] e con 70 settimane consecutive nella top 50 italiana è stato uno dei best seller dell'annata musicale italiana, pur non raggiungendo mai la prima posizione. In Francia rimane in classifica 72 settimane e in Germania 63 settimane. A livello mondiale, le copie vendute sono oltre 4 milioni.[26]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2001) Posizione
Austria[41] 37
Belgio (Fiandre)[42] 63
Belgio (Vallonia)[43] 16
Italia[44] 6
Svizzera[45] 5
Classifica (2001) Posizione
Austria[46] 31
Belgio (Fiandre)[47] 49
Belgio (Vallonia)[48] 19
Francia[49] 66
Italia[50] 6
Svizzera[51] 11

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c G. Pel, Eros e Jovanotti in coppia una sfida in Stilelibero, la Repubblica, 24 ottobre 2000. URL consultato il 17 settembre 2010.
  2. ^ Paolo Madeddu, Recensione di Stilelibero, www.rockol.it, 26 novembre 2000. URL consultato il 17 settembre 2010.
  3. ^ (EN) Eros Ramazzotti Stilelibero CD, www.cduniverse.com. URL consultato il 17 settembre 2010.
  4. ^ a b c d e f g Nove volte Eros, MTV Italia, 9 aprile 2003. URL consultato il 30 dicembre 2011.
  5. ^ (FI) Tilastot - Eros Ramazzotti, International Federation of the Phonographic Industry (Finlandia). URL consultato il 30 dicembre 2011.
  6. ^ www.mahasz.hu, http://zene.slagerlistak.hu/arany-es-platinalemezek/adatbazis/2001. URL consultato il 24 novembre 2015.
  7. ^ (PL) Złote CD, Związek Producentów Audio Video. URL consultato il 30 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 21 luglio 2011).
  8. ^ Guld & Platina - År 1987-1998 (PDF), International Federation of the Phonographic Industry (Svezia), 10. URL consultato il 30 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  9. ^ (DE) Gold & Platin, International Federation of the Phonographic Industry (Austria). URL consultato il 30 dicembre 2011. Inserire Eros Ramazzotti nel campo Interpret e Stilelibero nel campo Titel, quindi premere Suchen.
  10. ^ (EN) IFPI Platinum Europe Awards - 2000, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 30 dicembre 2011.
  11. ^ (DE) Gold-/Platin-Datenbank - Eros Ramazzotti - Stilelibero, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 30 dicembre 2011.
  12. ^ infodisc.fr, http://www.infodisc.fr/CD_Certif.php. URL consultato il 26 novembre 2015.
  13. ^ (EL) Top 50 Ξένων Άλμπουμ, International Federation of the Phonographic Industry (Grecia). URL consultato il 30 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2002).
  14. ^ Il ritorno[collegamento interrotto], qn.quotidiano.net, 9 aprile 2003.
  15. ^ (ES) Certificaciones - Eros Ramazzotti, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 30 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2015).
  16. ^ (EN) Awards 2000 (certificazioni di vendita in Svizzera relative all'anno 2000), swisscharts.com. URL consultato il 9 settembre 2010.
  17. ^ (EN) RIAA's Gold & Platinum Program - Searchable Database, Recording Industry Association of America. URL consultato il 30 dicembre 2011.
  18. ^ Eros Ramazzotti, su web.tiscali.it.
  19. ^ Giacomo Pellicciotti, Ramazzotti superstar il Totti della musica, la Repubblica, 25 ottobre 2000.
  20. ^ a b Mario Luzzatto Fegiz, Ramazzotti, anteprima di un successo, Corriere della Sera, 24 ottobre 2000 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2015).
  21. ^ Il fuoco di Ramazzotti[collegamento interrotto], La Stampa, 7 settembre 2000. URL consultato il 17 settembre 2010.
  22. ^ a b Eros Ramazzotti: 'Stilelibero' ma non troppo, www.rockol.it, 24 ottobre 2000. URL consultato il 17 settembre 2010.
  23. ^ Nuovo album di Ramazzotti: Eros duetta con Cher, www.rockol.it, 25 settembre 2000. URL consultato il 17 settembre 2010.
  24. ^ Una canzone di Jovanotti nel nuovo album di Eros Ramazzotti, www.rockol.it, 17 ottobre 2000.
  25. ^ Antonio Ranalli, Eros Ramazzotti inaugura l'estate dall'Adriatico di Pescara, www.musicalnews.com, 3 aprile 2001. URL consultato il 17 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2012).
  26. ^ a b Ramazzotti e la fine dell'amore "Salvato da mia figlia Aurora", la Repubblica, 22 aprile 2003. URL consultato il 17 settembre 2010.
  27. ^ Andamento dell'album nella classifica dell'Austria, austriancharts.at. URL consultato il 17 settembre 2010.
  28. ^ Andamento dell'album nella classifica del Belgio (Fiandre), www.ultratop.be. URL consultato il 17 settembre 2010.
  29. ^ Andamento dell'album nella classifica del Belgio (Vallonia), www.ultratop.be. URL consultato il 17 settembre 2010.
  30. ^ Andamento dell'album nella classifica della Finlandia, finnishcharts.com. URL consultato il 17 settembre 2010.
  31. ^ Andamento dell'album nella classifica della Francia, lescharts.com. URL consultato il 17 settembre 2010.
  32. ^ Ramazzotti numero 2 in Germania, www.rockol.it, 21 novembre 2000. URL consultato il 17 settembre 2010.
  33. ^ Andamento di "Stilelibero" nella classifica italiana, www.italiancharts.dom. URL consultato il 10 settembre 2010.
  34. ^ Andamento dell'album nella classifica della Norvegia, norwegiancharts.com. URL consultato il 17 settembre 2010.
  35. ^ Andamento dell'album nella classifica dei Paesi Bassi, dutchcharts.nl. URL consultato il 17 settembre 2010.
  36. ^ Oficjalna lista sprzedaży. 15.01.2001 - 21.01.2001, OLIS - Official Retail Sales Chart. URL consultato il 20 settembre 2010.
  37. ^ Andamento dell'album nella classifica della Svezia, swedishcharts.com. URL consultato il 17 settembre 2010.
  38. ^ Andamento dell'album nella classifica della Svizzera, hitparade.ch. URL consultato il 17 settembre 2010.
  39. ^ (EN) Stilelibero - Charts & Awards, All Music Guide. URL consultato il 17 settembre 2010.
  40. ^ (EN) Estilo Libre - Eros Ramazzotti, Billboard. URL consultato il 17 settembre 2010.
  41. ^ (DE) JAHRESHITPARADE 2000 - ALBUMS, austriancharts.at. URL consultato il 19 settembre 2010.
  42. ^ (DE) JAAROVERZICHTEN 2000 - ALBUMS, www.ultratop.be. URL consultato il 19 settembre 2010.
  43. ^ (FR) RAPPORTS ANNUELS 2000 - ALBUMS, www.ultratop.be. URL consultato il 19 settembre 2010.
  44. ^ Andrea Laffranchi, Campioni 2000: Beatles, Santana e doppio Celentano, Corriere della Sera, 8 gennaio 2001. URL consultato il 19 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2009).
  45. ^ (EN) Swiss Year-End Charts 2000, swisscharts.com. URL consultato il 19 settembre 2010.
  46. ^ (DE) JAHRESHITPARADE 2000 - ALBUMS, austriancharts.at. URL consultato il 19 settembre 2010.
  47. ^ (DE) JAAROVERZICHTEN 2001 - ALBUMS, www.ultratop.be. URL consultato il 19 settembre 2010.
  48. ^ (FR) RAPPORTS ANNUELS 2001 - ALBUMS, www.ultratop.be. URL consultato il 19 settembre 2010.
  49. ^ (FR) Classement Albums - année 2001, www.disqueenfrance.com. URL consultato il 19 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2012).
  50. ^ Andrea Laffranchi, Nell'anno della crisi vince Vasco, Corriere della Sera, 8 gennaio 2002. URL consultato il 19 settembre 2010 (archiviato dall'url originale l'11 settembre 2012).
  51. ^ (EN) Swiss Year-End Charts 2001, swisscharts.com. URL consultato il 19 settembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica