Steve Norman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Steve Norman
Steve Norman of Spandau Ballet, Liverpool, October 2009.jpg
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Pop rock
New romantic
New wave
Synth pop
Periodo di attività 1979-1989 (come Percussionista, Sassofonista degli Spandau Ballet)
2009-in attività
Strumento Saxofono Percussioni Chitarra
Album pubblicati 15 con la band
Studio 7 con la band
Live 1 con la band
Raccolte 7 con la band
Gruppi e artisti correlati Spandau Ballet

Steve Norman (Londra, 25 marzo 1960) è un musicista britannico, sassofonista e percussionista degli Spandau Ballet, gruppo musicale leader del cosiddetto movimento New romantic.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi della carriera[modifica | modifica wikitesto]

Steve Norman è stato nei primi album degli Spandau Ballet chitarrista insieme a Gary Kemp. Dal terzo album True invece diventa percussionista , e introduce il sassofono che da allora ha conferito una connotazione significativa alla musicalità del gruppo. Insieme agli Spandau Ballet, Norman ha fatto tournée attorno al mondo riscuotendo successo nel corso degli anni 1980. Nel 1985 Norman con gli Spandau Ballet ha suonato al Live Aid nello stadio di Wembley, qui è tornato ad esibirsi al concerto "Free Nelson Mandela", qualche anno più tardi, insieme a Tony Hadley.

Dopo Spandau Ballet[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi anni 1990 dopo lo scioglimento della band Norman si trasferisce a Ibiza. Durante la sua permanenza sull'isola, Norman ha collaborato con numerosi musicisti e produttori che risiedevano a Ibiza, tra cui Lenny Krarup, Nacho Sotomayor, Stefan Zauner e DJ Pippi. Norman ha lavorato anche con Rafa Peletey su diversi progetti. Norman ha composto la musica per la compilation "Made In Ibiza Chills n´ Thrills" e assieme alla Peletey ha composto "A Journey Through Savannahper" per la loro etichetta discografica, Island Records Pulse. Norman continua a suonare dal vivo in occasione di eventi con musica house in tutto il Regno Unito e sulla scena internazionale che eserciti con il suo sassofono, percussioni o talvolta al fianco musicisti del calibro di Byron Stingily , Frankie Knuckles, Angie Brown, Steve Edwards, Alison Limerick, Jeremy Healy e Brandon Block. Più di recente Norman formato una partnership con Hed Kandi, DJ John Jones e Martin Ikin dal Soul Purpose chiamato 'The Collective'. La loro prima produzione era una rielaborazione di Joe Smooth "Terra Promessa", con Peyton alla voce solista e Shelley Preston ai cori.

Cloudfish[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001, Norman e Peletey formano un gruppo chiamato Cloudfish. Hanno chiamato Shelley Preston (ex Bucks Fizz) per fornire la voce. Come risultato, Cloudfish divenne una band con Norman, Preston e Peletey a scrivere e produrre pezzi propri. Cloudfish hanno continuano a scrivere, produrre e suonare e sono stati gli artisti presenti nel CD omonimo del quintetto italiano, Quintessenza.

Spandau Ballet reunion[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 marzo 2009 gli Spandau Ballet, a 20 anni dal loro scioglimento, si sono riformati e il 19 ottobre è uscito il loro primo album dopo 20 anni intitolato Once More, dove gli Spandau Ballet ripropogono i loro più grandi successi rivisitati in chiave contemporanea con l'aggiunta di due nuove canzoni.

Discografia con gli Spandau Ballet[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paul Gambaccini, Tim Rice, Jonathan Rice. British Hit Singles. London: Guinness Publishing

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]