Stereospondylomorpha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Stereospondylomorpha
Sclerocephalus haeuseri, original fossil.jpg
Scheletro di Sclerocephalus haeuseri, uno stereospondilomorfo arcaico
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Amphibia
Ordine Temnospondyli
(clade) Limnarchia
(clade) Stereospondylomorpha
Sottogruppi

Gli stereospondilomorfi (Stereospondylomorpha) sono un clade di anfibi temnospondili. Comprendono la superfamiglia Archegosauroidea e il gruppo (più vario) degli Stereospondyli.

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Il termine Stereospondylomorpha fu proposto per la prima volta da Yates e Warren (2000), che riconobbero Archegosauroidea e Stereospondyli come sister taxa nella loro analisi filogenetica. Un clade simile è Archegosauriformes, chiamato da Schoch e Milner (2000), che include gli stereospondili e alcuni temnospondili permiani simili in apparenza agli stereospondili, tra i quali gli archegosauroidi. Tuttavia, secondo la filogenesi di Schoch e Milner, Archegosauroidea è un gruppo parafiletico di taxa che sono successivamente basali agli Stereospondyli, e non un sister taxon monofiletico (Stayton e Ruta, 2006).

Parentele attuali[modifica | modifica wikitesto]

Si ritiene che Chinlestegophis, un presunto stereospondilo triassico considerato correlato a metoposauroidi come Rileymillerus, condivida molte caratteristiche con i gimnofioni, un gruppo tuttora vivente di anfibi scavatori privi di arti. Se Chinlestegophis fosse effettivamente sia uno stereospondilo sopravvissuto che un parente dei gimnofioni, ciò significherebbe che gli stereospondilomorfi (sotto forma dei gimnofioni) sono sopravvissuti fino ai giorni nostri (Pardo et al., 2017).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Schoch, R. R.; Milner, A. R. (2000). "Stereospondyli". In P. Wellnhofer (ed.). Handbuch der Paläoherpetologie. 3B. Munich: Verlag Dr. Friedrich Pfeil. p. 203.
  • Yates, A.M.; Warren, A.A. (2000). "The phylogeny of the "higher temnospondyls" (Vertebrata, Choanata)". Zoological Journal of the Linnean Society. 128: 77–121. doi:10.1111/j.1096-3642.2000.tb00650.x.
  • Schoch, R.R.; Fastnacht, M.; Fichter, J.; Keller, T. (2007). "Anatomy and relationship of the Triassic temnospondyl Sclerothorax" (PDF). Acta Palaeontologica Polonica. 52: 117–136.
  • Stayton, C. T.; Ruta, M. (2006). "Geometric Morphometrics of the Skull Roof of Stereospondyls (Amphibia: Temnospondyli)". Palaeontology. 49 (2): 307. doi:10.1111/j.1475-4983.2006.00523.x.
  • Pardo, Jason D.; Small, Bryan J.; Huttenlocker, Adam K. (2017-07-03). "Stem caecilian from the Triassic of Colorado sheds light on the origins of Lissamphibia". Proceedings of the National Academy of Sciences. 114 (27): E5389–E5395. doi:10.1073/pnas.1706752114. ISSN 0027-8424. PMID 28630337.