Stephan Winkelmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Stephan Winkelmann (Berlino, 18 ottobre 1964[1]) è un dirigente d'azienda tedesco.Winkelmann è stato presidente e amministratore delegato della Lamborghini, dal 1º gennaio 2005 al 15 Marzo 2016.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lamborghini Gallardo, il modello più venduti sotto la presidenza di Winkelmann

Nato in Germania, ha passato però gran parte della sua vita, più di trent'anni, in Italia. Ha infatti vissuto per 20 anni a Roma, frequentando la Deutsche Schule Rom[2], tre a Torino e undici a Bologna, città in cui attualmente risiede.

Si è laureato in Scienze Politiche a Monaco di Baviera, dopo aver frequentato l'università a Roma. Ha prestato servizio per due anni nel corpo dei paracadutisti dell'esercito tedesco, congedandosi con il grado di tenente.

Nel 1991 Winkelmann ha dato inizio alla sua carriera professionale, dapprima per un'Istituzione finanziaria, e in seguito per Mercedes-Benz[3].

Negli anni seguenti, a partire dal 1994 e fino al 2004, ha svolto la sua attività lavorativa principale nel gruppo Fiat occupandosi dei settori marketing e commerciale in Italia, Germania, Austria e Svizzera fino a diventare amministratore delegato di Fiat Group Automobiles Germany AG.

Dal 2005 al 2016 ricopre l'incarico di presidente e amministratore delegato della Automobili Lamborghini S.p.A. a Sant'Agata Bolognese[4].

Nel febbraio 2016 viene nominato presidente di quattro GmbH[5], la divisione sportiva dell'Audi.

Il 22 febbraio 2016, dopo 11 anni, lascia il suo posto da Amministratore delegato della Lamborghini.[6]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica. Per il grande valore dei risultati gestionali ottenuti da Winkelmann a capo di una delle più importanti aziende del Made in Italy.[7]»
— 14 marzo 2014[8]
Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 27 dicembre 2009[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiedetelo a... Winkelmann, in Quattroruote.it, 01-10-2009. URL consultato il 03-10-2009.
  2. ^ ambasciata tedesca, Comunicato stampa, 18 novembre 2010 .
  3. ^ Lamborghini, in Abmnews.com, 2-12-2009. URL consultato il 18-08-2011.
  4. ^ Comunicato stampa Lamborghini e Il Toro di Sant'Agata torna tra i cordoli
  5. ^ Domenicali passa alla Lamborghini: è il nuovo presidente e a.d., gazzetta.it, 23 febbraio 2016. URL consultato il 23 febbraio 2016.
  6. ^ Industria, Lamborghini - Domenicali nominato nuovo presidente e ad, su Quattroruote.it. URL consultato il 04 febbraio 2017.
  7. ^ Winkelmann nominato Cavaliere Gran Croce, in ANSA, 23 maggio 2014. URL consultato il 28 maggio 2014.
  8. ^ a b Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]