Stephan Enter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Stephan Enter (Rozendaal, 12 novembre 1973) è uno scrittore olandese.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Presso l'Università di Utrecht, ha portato a termine studi riguardanti sia la lingua e letteratura olandese che la cultura celtica. Il suo esordio letterario è avvenuto nel 1999, con la raccolta di racconti Winterhanden, nonostante avesse pronti già due romanzi, ottenendo un buon successo di critica e mettendosi in luce nel panorama nazionale olandese.

Il suo primo romanzo, Lichtjaren (letteralmente "anni luce") è stato pubblicato nel 2004, procurandogli una candidatura al Libris Literature Prize. Il successivo Spel ("gioco", "partita") è stato tradotto anche in Germania.[1]

Il suo più grande successo letterario è il romanzo La presa (Grip, in lingua originale) del 2011, che lo ha reso noto al pubblico mondiale, tradotto anche in Germania, in Norvegia e in Italia.[1] La presa ha ricevuto il premio del pubblico al Golden Owl (Gouden Boekenuil) per il miglior romanzo in lingua olandese. Lo stesso romanzo è stato insignito anche del premio Bordewijk e del C.C.S.Croneprijs.[2]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1999 - Winterhanden (raccolta di racconti)
  • 2004 - Lichtjaren (romanzo)
  • 2007 - Spel (romanzo)
  • 2011 - Grip (romanzo)
  • 2015 - Compassie (romanzo)

Opere in edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Stephan Enter, su iperborea.com, Iperborea. URL consultato il 13 maggio 2015.
  2. ^ Stephan Enter - Official Website, su stephanenter.nl. URL consultato il 13 maggio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN286541394 · ISNI (EN0000 0000 7838 7015 · LCCN (ENnb99141949 · GND (DE137600259 · BNF (FRcb13750207s (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nb99141949