Stendardo (famiglia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stendardo
StendardoCoA.png
D'argento al leone di nero con la banda di rosso attraversante sul tutto.
StatoItalia, Francia

La famiglia Stendardo (originariamente, in lingua francese, Étendard) è una famiglia nobile italiana e francese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Originaria della Francia, e precisamente di Berre-l'Étang, in Provenza, arrivò in Italia al seguito del Re Carlo I d'Angiò con Guglielmo Stendardo (Guillaume Étendard senior), maresciallo di Lombardia e Sicilia e grande ammiraglio del Regno di Sicilia, che fu padre di Guglielmo "il giovane", primogenito, anch'egli maresciallo di Sicilia, il quale sposò in seconde nozze nel 1274 Isabella d'Aquino, Galeazzo, i cui discendenti furono uccisi durante i Vespri siciliani, ed Eustochia, andata in sposa a Raimondo del Balzo, figlio di Bertrando, conte di Avellino[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Matteo Camera, Annali delle Due Sicilie dall'origine e fondazione della monarchia fino a tutto il regno dell'augusto sovrano Carlo III Borbone, vol. 1, Napoli, 1841, p. 307.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, vol. 6, ristampa anastatica, Bologna, Arnaldo Forni Editore, 1968.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia di famiglia