Stefano Sensi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Sensi
Stefano Sensi.jpg
Sensi nel 2019
Nazionalità Italia Italia
Altezza 168 cm
Peso 62 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
2001-2007600px pentasection HEX-E42B2E White.svg Urbania
2007-2010Rimini
2010-2013Cesena
Squadre di club1
2013-2015San Marino59 (10)
2015-2016Cesena31 (3)[1]
2016-2019Sassuolo61 (5)
2019-Inter12 (3)
Nazionale
2012Italia Italia U-171 (0)
2015Italia Italia U-203 (0)
2018-Italia Italia4 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 gennaio 2020

Stefano Sensi (Urbino, 5 agosto 1995) è un calciatore italiano, centrocampista dell'Inter, in prestito dal Sassuolo, e della nazionale italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Ricopre il ruolo di mediano o di regista davanti alla difesa,[2][3] ma può giocare anche come mezzala o trequartista.[4] Le sue doti principali sono il controllo del pallone, la visione di gioco, l'intelligenza tattica e la precisione nei lanci lunghi, ma riesce anche a trovare con frequenza la via del gol.[3] È stato spesso paragonato a Xavi e Marco Verratti.[5][6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e San Marino[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare a calcio a 6 anni nelle giovanili dell'Urbania, squadra del suo paese. Nel 2007 passa alle giovanili del Rimini, dove rimane fino alla mancata iscrizione della società al successivo campionato, avvenuta nel 2010. Rimane in Romagna trasferendosi al Cesena, con il quale arriva a giocare in Primavera nelle stagioni 2011-2012 e 2012-2013.[7]

A luglio 2013 va a giocare in prestito al San Marino, in Lega Pro Prima Divisione, con cui fa il suo esordio nel calcio professionistico l'8 settembre 2013, a 18 anni, giocando titolare nella sconfitta per 2-0 in trasferta contro la Reggiana in campionato.[8] Alla partita successiva, il 15 settembre, realizza la prima rete in carriera, quella del 2-0 definitivo al 94º in casa contro il Como.[9] Alla prima stagione da professionista ottiene 26 presenze e 2 gol.

Il prestito viene confermato anche per la stagione successiva,[10] in cui gioca 33 volte segnando 8 reti, risultando il miglior marcatore della squadra in stagione, conclusa con la retrocessione in Serie D e portando a 59 presenze e 10 gol il computo totale con i sammarinesi.

Cesena[modifica | modifica wikitesto]

Dopo due stagioni in prestito, nell'estate 2015 ritorna al Cesena militante in Serie B. Debutta il 20 agosto, giocando titolare in Coppa Italia nella vittoria per 4-1 in trasferta contro il Catania.[11] Il 3 ottobre segna il primo gol, quello dell'1-0 su rigore al 64º in casa contro il Livorno in campionato.[12] Il 13 gennaio 2016 il Sassuolo ne comunica l'acquisto a titolo definitivo, lasciando contestualmente in prestito al Cesena fino a fine stagione.[13] In bianconero diventa un punto fisso della squadra, collezionando 33 presenze e 4 reti nella stagione chiusa con la qualificazione ai play-off.

Sassuolo[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2016 arriva al Sassuolo.[14] Esordisce il 4 agosto nel ritorno del 3º turno di qualificazione di Europa League a Reggio Emilia contro il Lucerna, vinto per 3-0, nel quale subentra al 73º.[15] Esordisce in Serie A il 21 agosto 2016, a 21 anni, giocando titolare nella partita vinta 1-0 in trasferta contro il Palermo. Il 16 ottobre realizza la prima rete, segnando l'1-1 all'83º nella vittoria casalinga per 2-1 contro il Crotone in campionato.[16] Quella è stata l'unica rete da lui realizzata in 16 presenze in campionato (dove ha avuto oltre che concorrenza a centrocampo problemi al bicipite femorale).[17] La stagione successiva (complici nuovi problemi fisici)[18] disputa 17 gare in campionato segnando 2 gol.[19][20]

Trova un ruolo da protagonista nella sua terza stagione con i neroverdi,[21] con il tecnico Roberto De Zerbi, che lo utilizza in 28 occasioni, nelle quali realizza (ancora una volta) 2 gol.[22][23]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 luglio 2019 viene ceduto in prestito oneroso da 5 milioni con opzione di riscatto da 20 milioni all'Inter.[24] Va a segno al suo esordio con i nerazzurri, il 26 agosto, nella gara vinta 4-0 contro il Lecce alla 1ª giornata di campionato.[25] Il 14 settembre realizza il gol decisivo nella vittoria per 1-0 sull'Udinese.[26] Il 17 settembre esordisce in Champions League, nella partita della fase a gironi contro lo Slavia Praga pareggiata per 1-1.[27] Ad appena la sua sesta presenza in campionato con la maglia neroazzurra stabilisce il suo record personale di gol siglati in una singola stagione in Serie A (3), segnando la prima marcatura della vittoria per 1-3 sul campo della Sampdoria.[28] Nella successiva partita di campionato contro la Juventus (persa 1-2) rimedia un infortunio all'aduttore.[29] Inizialmente doveva tornare dopo 15 giorni, salvo poi avere una ricaduta[30] che ne posticipa il rientro a inizio novembre,[31] giocando il 5 del mese stesso in occasione della gara di Champions con il Borussia Dortmund (persa 3-2) rilevando al 68' Matías Vecino.[32] Tuttavia è vittima di un'altra ricaduta subito dopo la sfida[33] che lo costringe a rientrare a gennaio.[34] Torna tra i convocati con un mese d'anticipo il 21 dicembre nella sfida con il Genoa (vinta 4-0),[35] giocando gli ultimi minuti della sfida.[36] Tuttavia il 14 febbraio è vittima di un nuovo infortunio, questa volta allo scafoide del piede sinistro.[37] Ritorna tra i convocati in occasione della partita contro il Napoli, valida per le semifinali di ritorno di Coppa Italia, subentrando al minuto 88 a discapito di Eriksen.[38] Successivamente prima della partita casalinga contro la Sampdoria (recupero della 26ª giornata di campionato)[39] rimedia un altro pesante infortunio che lo terrà fermo ai box fino alla fine di luglio.[40]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 disputa un'amichevole con l'Under-17, mentre nel 2015 gioca tre partite con l'Under-20 nel Torneo Quattro Nazioni.

Nel marzo 2016 viene convocato in Under-21 per le sfide di qualificazione all'Europeo Under-21 contro Irlanda e Andorra, ma non riesce a esordire a causa di un infortunio.[41]

Nel novembre 2018 riceve la sua prima convocazione in nazionale maggiore ad opera del CT Roberto Mancini.[42] Fa il suo esordio il 20 novembre 2018, a 23 anni, giocando titolare nella partita amichevole contro gli Stati Uniti vinta 1-0 a Genk.[43]

Il 26 marzo 2019 gioca titolare nella partita valida per le qualificazioni all'Europeo 2020 vinta 6-0 contro il Liechtenstein, e in cui realizza al 17' il suo primo gol in maglia azzurra.[44]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 13 giugno 2020.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-2014 Italia San Marino 1D 26 2 CI-LP 0 0 - - - - - - 26 2
2014-2015 LP 33 8 CI-LP 2 1 - - - - - - 35 9
Totale San Marino 59 10 2 1 - - - - 61 11
2015-2016 Italia Cesena B 31+1[45] 3 CI 1 0 - - - - - - 33 3
2016-2017 Italia Sassuolo A 16 1 CI 1 0 UEL 2[46] 0 - - - 19 1
2017-2018 A 17 2 CI 2 0 - - - - - - 19 2
2018-2019 A 28 2 CI 2 0 - - - - - - 30 2
Totale Sassuolo 61 5 5 0 2 0 - - 68 5
2019-2020 Italia Inter A 12 3 CI 3 0 UCL 3 0 - - - 18 3
Totale carriera 163+1 21 10 1 5 0 - - 179 22

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-11-2018 Genk Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Ammonizione al 58’ 58’
26-3-2019 Parma Italia Italia 6 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Qual. Euro 2020 1
5-9-2019 Erevan Armenia Armenia 1 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2020 - Ingresso al 69’ 69’
8-9-2019 Tampere Finlandia Finlandia 1 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2020 -
Totale Presenze 4 Reti 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 32 (3) se si comprendono le presenze nei play-off di Serie B.
  2. ^ Sassuolo, Sensi confessa l’emozione. "Grande passo, mi farò trovare pronto", su gazzetta.it, 28 giugno 2016. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  3. ^ a b Daniele Triolo, PM – Milan forte su Sensi, la Juventus si defila, su pianetamilan.it, 21 novembre 2015. URL consultato il 17 marzo 2018.
  4. ^ Sensi a CM: 'Pirlo, Sassuolo, Cesena: vi dico tutto. Alla Juve prima possibile', su calciomercato.com, 15 marzo 2016. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  5. ^ Chi è Stefano Sensi, il nuovo Verratti che fa impazzire le big, su panorama.it, 17 novembre 2015. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  6. ^ Sensi si veste da Xavi: «Italia, piccolo e bello», in La Gazzetta dello Sport, 4 settembre 2019, p. 23.
  7. ^ Stefano Sensi, dall’Urbania alla serie A: "Un campetto vicino a casa e gli amici la mia fortuna", su ifg.uniurb.it, 17 febbraio 2016. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  8. ^ Reggiana-San Marino, su transfermarkt.it, 8 settembre 2013. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  9. ^ San Marino-Como, su it.soccerway.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  10. ^ Sensi, Cicarevic e Bangoura sono giocatori del San Marino Calcio., su sanmarinocalcio.it, 7 luglio 2014. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  11. ^ Catania-Cesena, su transfermarkt.it, 20 agosto 2015. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  12. ^ Cesena-Livorno, su transfermarkt.it, 3 ottobre 2015. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  13. ^ Calciomercato: ingaggiato Stefano Sensi e girato in prestito al Cesena, su sassuolocalcio.it, 13 gennaio 2016. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  14. ^ Presentato alla stampa il nuovo centrocampista Stefano Sensi, su sassuolocalcio.it, 28 giugno 2016. URL consultato il 5 dicembre 2016 (archiviato l'11 dicembre 2016).
  15. ^ Sassuolo-Lucerna, su transfermarkt.it, 4 agosto 2016. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  16. ^ Il Crotone sogna, il Sassuolo lo beffa nel finale: 2-1 in rimonta, su it.eurosport.com, 16 ottobre 2016. URL consultato il 17 marzo 2018.
  17. ^ Sensi infortunato: sarà fuori un mese, su gazzettadimodena.gelocal.it. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  18. ^ Serie A Sassuolo, lesione muscolare per Sensi, su corrieredellosport.it. URL consultato il 5 dicembre 2019 (archiviato il 20 febbraio 2018).
  19. ^ Serie A, Atalanta-Sassuolo 2-1: Gasp esulta con Petagna e Cornelius, su gazzetta.it. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  20. ^ Udinese-Sassuolo 1-2: Sensi firma il colpo, quinto ko consecutivo per i friulani, su repubblica.it, 17 marzo 2018. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  21. ^ Sensi non è troppo diverso da quello che vuole Conte? ultimouomo.com
  22. ^ Sassuolo-Fiorentina 3-3: gol di Duncan, Babacar, Simeone, Sensi, Benassi e Mirallas, su gazzetta.it. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  23. ^ Serie A, Udinese-Sassuolo 1-1: gol di Sensi e autorete di Lirola, su gazzetta.it. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  24. ^ Stefano Sensi è un nuovo giocatore dell'Inter, su inter.it, 2 luglio 2019. URL consultato il 2 luglio 2019.
  25. ^ Capolavori di Brozo, Sensi e Candreva, Lukaku fa esplodere S. Siro: per la prima di Conte è subito grande Inter, su gazzetta.it, 26 agosto 2019.
  26. ^ Sensi trascina l'Inter in vetta: basta il suo gol per piegare l'Udinese in dieci, su gazzetta.it, 14 settembre 2019.
  27. ^ Inter, brutto esordio: Barella riacciuffa lo Slavia al 92', su gazzetta.it, 17 settembre 2019.
  28. ^ Sampdoria-Inter 1-3: gol e highlights della partita. Nerazzurri a punteggio pieno, su sport.sky.it. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  29. ^ Sinfonia Juve a San Siro: Dybala e Higuain stendono l’Inter. E la Signora torna in testa, su gazzetta.it. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  30. ^ Inter, ricaduta per Sensi: niente Sassuolo, su repubblica.it, 18 ottobre 2019. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  31. ^ L'Inter ritrova il suo faro: Sensi convocato per il Bologna. Si ferma Asamoah, su gazzetta.it. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  32. ^ Le pagelle di Borussia Dortmund-Inter 3-2: Lautaro c'è, malissimo Skriniar e Biraghi, su it.eurosport.com, 5 novembre 2019. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  33. ^ Inter: Sensi salta il Verona, su ansa.it, 8 novembre 2019. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  34. ^ Inter, allarme Sensi: ha ancora fastidio, deciso un nuovo consulto specialistico, su gazzetta.it. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  35. ^ Marco Macca, Inter, il ritorno di Sensi! Ecco l’indizio social che tutti i tifosi stavano aspettando, su fcinter1908.it. URL consultato il 21 dicembre 2019.
  36. ^ Inter-Genoa 4-0: Lukaku ed Esposito stendono il Grifone, su repubblica.it, 21 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2019.
  37. ^ LE CONDIZIONI DI STEFANO SENSI, su inter.it. URL consultato il 15 febbraio 2020.
  38. ^ Coppa Italia, semifinale di ritorno: Napoli-Inter 1-1, su inter.it. URL consultato il 28 luglio 2020.
  39. ^ Le condizioni di Stefano Sensi, su inter.it. URL consultato il 28 luglio 2020.
  40. ^ Rodella Alessandro, La stagione maledetta di Stefano Sensi e i dubbi dell’Inter sul riscatto, su mondosportivo.it, 25 giugno 2020. URL consultato il 28 luglio 2020.
  41. ^ Under 21 con l'Irlanda, è Caldara il vice Rugani per Di Biagio; Sensi 2 mesi fermo, su gazzetta.it, 22 marzo 2016. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  42. ^ Il Ct Mancini convoca 27 calciatori: prima chiamata per Sensi, Tonali e Grifo, su figc.it, 9 novembre 2018.
  43. ^ Politano all'ultimo respiro: Italia-Usa 1-0, su sport.sky.it. URL consultato il 20 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2018).
  44. ^ Italia Liechtenstein 6-0: Quagliarella e Kean già a 2 gol nelle qualificazioni a Euro 2020, su sport.sky.it. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  45. ^ Nei play-off.
  46. ^ Nei turni preliminari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]