Stefano Scarampella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Stefano Scarampella (Brescia, 1843Mantova, 23 gennaio 1925) è stato un liutaio italiano, costruttore di violini e violoncelli. È considerato uno dei migliori costruttori di violini del XX secolo.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Brescia,[2] Scarampella non iniziò la sua attività di liutaio fino all'età di quarant'anni. Suo fratello, Giuseppe Scarampella, era anch'egli un costruttore di violini, e Stefano lavorò con lui fino alla sua morte, nel 1902. Successivamente, Stefano gestì l'attività del fratello Giuseppe. Si trasferì a Mantova nel 1886, dove morì nel 1925.[2] I suoi strumenti sono tutt'ora venduti da musicisti e collezionisti.[2] Si crede ne abbia costruiti fra gli 800 e i 900 durante tutta la sua carriera.[3]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Ethan Rouen, Snoozer loser of violin in subway, New York Daily News, 4 luglio 2007. URL consultato il 4 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2008).
  2. ^ a b c Stefano Scarampella (Brescia 1843 - Mantua 1925), su officinamusicale.com, Comune di Brescia. URL consultato il 4 luglio 2008.
  3. ^ Giovanna Capretti, Scarampella, un maestro bresciano, su officinamusicale.com, Comune di Brescia, 22 luglio 2002. URL consultato il 5 luglio 2008.
  4. ^ (EN) William Littler, Monster ball of violins regrettably Canadian, Toronto Star, 15 dicembre 2002, pp. D06. URL consultato il 4 luglio 2008.
Controllo di autoritàVIAF (EN55068923 · ISNI (EN0000 0000 1430 0224 · WorldCat Identities (ENviaf-55068923