Stefano De Angelis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano De Angelis
StefDea.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex Difensore)
Ritirato 2011 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1991-1992 Siracusa 11 (0)
1992-1993 Acilia[1] 29 (2)
1993-1997 Ischia Isolaverde[1] 64 (1)
1997-1999 Gualdo[1] 61 (2)
1999-2001 Cosenza 64 (0)
2001-2002 Cagliari 34 (1)
2002-2003 Cosenza 24 (0)
2003-2005 Salernitana 40 (0)
2005-2006 Genoa 13 (0)
2006 Catanzaro 12 (0)
2006-2008 Avellino 49 (1)[2]
2008-2009 Aversa Normanna 12 (0)
2009-2011 Avellino 18 (1)
2011 Flag blue HEX-0434B1.svg Città di Marino ? (?)
Carriera da allenatore
2011-2012 Flag blue HEX-0434B1.svg Città di Marino
2012-2013Rende
2014CosenzaBerretti
2014-2016CosenzaVice
2016-2017Cosenza
2017-2018BariPrimavera
2018-2019CosenzaPrimavera
2019Avezzano
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 giugno 2019

Stefano De Angelis (Roma, 23 maggio 1974) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo terzino sinistro.

Nella sua carriera agonistica ha disputato 202 incontri in Serie B e 169 incontri in Serie C1.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera al Siracusa, per poi scendere di categoria nei dilettanti all'Acilia, dove viene notato dall'Ischia Isolaverde che lo acquista nel 1993. Milita nella squadra isolana fino al 1997, quando passa tra le file del Gualdo, club con cui gioca altre due stagioni in terza serie.[1]

Nel 1999 passa al Cosenza, club con cui milita due stagioni tra i cadetti.

La stagione 2001-2002 la gioca nel Cagliari, club con cui ottiene il dodicesimo posto della Serie B.

Nel 2002 torna al Cosenza, sempre tra i cadetti: con i silani retrocede in terza serie al termine della stagione.

Dal 2003 al 2005 gioca in Serie B con la Salernitana.

Nel 2005 passa al Genoa[3], club retrocesso nella Serie C1 2005-2006 che lo cederà nel mercato invernale al Catanzaro[4], club militante in Serie B. Con i calabresi retrocederà in terza serie al termine della stagione.

Nel 2006 passa all'Avellino, club appena retrocesso in terza serie. Con i campani ottiene la promozione al termine dei Play-off. La stagione seguente, con i biancoverdi evita la retrocessione in terza serie grazie ad un ripescaggio.

La stagione 2008-2009 la gioca nella neonata Lega Pro Seconda Divisione tra le file dell'Aversa Normanna[5], club con cui ottiene il nono posto del Girone C.

La stagione seguente gioca in Serie D, tra le file dell'Avellino, club con cui ottiene la promozione in Lega Pro Seconda Divisione 2010-2011.

Conclude la carriera di calciatore in Eccellenza, nel 2011, quando a stagione in corso passa all'A.S.D. Città di Marino, conquistando la Serie D 2011-2012 grazie al raggiungimento della finale della Coppa Italia Dilettanti 2010-2011. Proprio all'A.S.D. Città di Marino De Angelis intraprende la carriera di allenatore nella stagione successiva.[6]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera di allenatore comincia all'A.S.D. Città di Marino, in Serie D 2011-2012 in coppia con Angelo Rinaldi, subentrando a fine 2011 all'esonerato Stefano Mobili, conquistando la seconda posizione nel girone G dietro la Salernitana. Dal 19 luglio 2012 è allenatore del Rende[7], fino a che non viene rilevato da Bruno Trocini.

Per la stagione 2013-2014 viene nominato allenatore della formazione Berretti del Cosenza. Il 27 ottobre 2014, dopo l'esonero di Roberto Cappellacci, tecnico della prima squadra, viene chiamato a dirigere la formazione maggiore fino alla nomina del nuovo allenatore.

Il 30 ottobre 2014, entra nello staff tecnico di Giorgio Roselli con il ruolo di vice allenatore del Cosenza[8]. Il 22 aprile 2015 vince come allenatore in seconda la Coppa Italia Lega Pro 2014-2015 con il Cosenza e a dicembre dell'anno successivo subentra a Giorgio Roselli, conquistando i play-off e arrivando in campionato fino ai quarti di finale[9].

Dall'agosto 2017 è l'allenatore della formazione Primavera del Bari[10] con la quale raggiunge i quarti di finale della Coppa Italia Primavera 2017-2018 sconfitto dalla Roma e con cui raggiunge la semifinale del campionato nazionale Primavera 2 persa contro il Cagliari.

Il 23 agosto 2018, fa il suo ritorno al Cosenza come allenatore della Primavera, raggiungendo i quarti di finale di Coppa Italia Primavera persa contro l'Inter.[11].

Il 4 giugno 2019 viene chiamato a guidare l'Avezzano Calcio in Serie D[12]. Il 5 luglio, prima dell'inizio della preparazione, è stato sollevato dall'incarico[13].

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 22 maggio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie %
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2011-2012 Italia Città di Marino D 34+2 18+1 10 6+1 CI-D 3 1 2 0 - - - - - - - - - - 39 20 12 7 51,28
2012-2013 Italia Rende Ecc. 30+1 20 6+1 4 CI-Ecc. 5 3 0 2 - - - - - - - - - - 36 23 7 6 63,89
ago. 2013 D - - - - CI-D 2 0 1 1 - - - - - - - - - - 2 0 1 1 &&0,00
Totale Rende 31 20 7 4 7 3 1 3 - - - - - - - - 38 23 8 7 60,53
2016-2017 Italia Cosenza LP 18+5 6+2 7+2 5+1 CI+CI-LP 0+0 0+0 0+0 0+0 - - - - - - - - - - 23 8 9 6 34,78
2019-2020 Italia Avezzano D 0 0 0 0 CI-D 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 0 0 0 0 !
Totale carriera 90 47 26 17 10 4 3 3 - - - - - - - - 100 51 29 20 51,00

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d AA. VV. 2000, p. 50.
  2. ^ 53 (1) se si comprendono anche i play-off della stagione 2006-2007.
  3. ^ UFFICIALE: il Genoa prende De Angelis tuttomercatoweb.com
  4. ^ UFFICIALE: doppio colpo del Catanzaro tuttomercatoweb.com
  5. ^ UFFICIALE: Stefano De Angelis all'Aversa tuttomercatoweb.com
  6. ^ Città di Marino, in panchina il duo De Angelis-Rinaldi
  7. ^ Stefano De Angelis firma col Rende
  8. ^ Il presidente Guarascio da il benvenuto a Roselli e saluta la squadra, ilcosenza.it, 30 ottobre 2014.
  9. ^ Play-off Lega Pro 2016-2017, ritorno ottavi di finale, Cosenza ai quarti, Matera game over per la serie B: 1-1, su Sassilive. URL consultato il 13 settembre 2019.
  10. ^ Bari, Delvecchio responsabile e De Angelis tecnico della Primavera mondoprimavera.com
  11. ^ SETTORE GIOVANILE, ECCO I TECNICI, ilcosenza.it, 23 agosto 2018. URL consultato il 23 agosto 2018.
  12. ^ Nino Ruggeri, Ufficiale, il nuovo allenatore dell'Avezzano sarà Stefano De Angelis, Terre Marsicane, 4 giugno 2019. URL consultato il 4 giugno 2019.
  13. ^ Nino Ruggeri, Incredibile in casa Avezzano, neo d.s. e neo allenatore esonerati ancor prima di iniziare la stagione, Terre Marsicane, 5 luglio 2019. URL consultato il 5 luglio 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA. VV., Almanacco illustrato del calcio 2000, Modena, Panini, 2000.
  • Massimo Perrone (a cura di), Il libro del calcio italiano 1999/2000, Roma, Il Corriere dello Sport, 1999, p. 45.
  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]