Stefano Ambrosini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Stefano Ambrosini (Torino, 2 maggio 1969) è un giurista, accademico e avvocato italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Professore ordinario di diritto commerciale presso il Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell'Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”, dove insegna diritto fallimentare e diritto bancario[1], è docente di diritto della crisi d'impresa presso il Dipartimento di Giurisprudenza della Libera università internazionale degli studi sociali Guido Carli (Luiss) di Roma[2].

Professionista specializzato in diritto della crisi d'impresa (con particolare riferimento al concordato preventivo, alle operazioni di ristrutturazione dei debiti e all'amministrazione straordinaria), nonché in diritto societario, bancario e dei contratti commerciali, è iscritto all'albo degli avvocati di Roma.

Su designazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri è commissario straordinario di Alitalia Linee Aeree Italiane in a.s.[3], nonché commissario straordinario di Tirrenia e Siremar[4], di Itavia[5], di Infocontact[6], di Bertone SpA[7] e del Consorzio ASA[8] su nomina del Ministero dello Sviluppo Economico.

È commissario giudiziale di alcuni fra i più noti e importanti concordati preventivi degli ultimi anni, da Astaldi alla Fondazione Salvatore Maugeri IRCCS[9], dal Porto di Imperia[10] alla Fashion Network del Gruppo Burani[11], dalle società del Gruppo Exergia[12] alla Grandi Molini Italiani[13], dalla Sitindustrie alla Borsalino[14].

È il professionista italiano che negli ultimi quindici anni ha ricevuto il maggior numero di incarichi come commissario straordinario[15] e commissario giudiziale[16][17][18] ed è considerato fra i maggiori esperti di profili giuridici delle crisi d'impresa.

Nel 2010 ha fatto parte del Comitato di studio per la riforma della disciplina dell'amministrazione straordinaria presso il Ministero dello Sviluppo Economico e in tale veste è stato audito come esperto dalle Commissioni Giustizia e Sviluppo Economico della Camera dei Deputati in seduta congiunta. Più di recente, ha fatto parte del Tavolo tecnico istituito dal Ministro della Giustizia per la riforma della legge fallimentare e ha contribuito fattivamente alla redazione dell'articolato poi trasfuso nel c.d. “Decreto Sviluppo” del giugno 2012. Nel 2015 è stato nominato dal Ministro della Giustizia componente della Commissione di riforma del diritto fallimentare e nel 2016, nel 2017 e nel 2018 è stato audito come esperto dalla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati.

Dal 2008 al 2016 è stato consigliere della Compagnia di San Paolo, la seconda più importante fondazione bancaria italiana. Durante il secondo mandato ha presieduto la Commissione Statuto e Regolamenti, dai cui lavori è scaturito il nuovo statuto della fondazione, attualmente in vigore[19].

Nel corso del 2016 ha presieduto i consigli di amministrazione di Veneto Banca e di BIM - Banca Intermobiliare[20]. Ha altresì presieduto, negli ultimi anni, i consigli di amministrazione di Eurofidi[21] (all'epoca il più grande consorzio fidi italiano) e di Terme di Acqui SpA ed è stato consigliere indipendente di Credit Agricole Fiduciaria e di Ferroli SpA.

Dal 2017 è presidente della Finpiemonte SpA, la seconda più grande finanziaria regionale italiana.

Autore di sette monografie e di oltre cento saggi giuridici, coautore di sette volumi, è direttore della collana “Strumenti del diritto. Diritto fallimentare”, edita da Zanichelli, membro della direzione nazionale di Diritto fallimentare e collabora con le maggiori riviste nel campo del diritto societario e fallimentare. Partecipa regolarmente ai più rilevanti eventi convegnistici nel campo del diritto della crisi d'impresa.

Attività accademica e scientifica[modifica | modifica wikitesto]

Laureato nel 1992 con una tesi in diritto commerciale (Relatore Prof. Gastone Cottino), nel 1993 risulta idoneo al concorso di dottorato in diritto dell’impresa presso l’Università di Palermo.

Assegnista di ricerca in diritto commerciale dal 1994 al 1996 presso l’Università di Torino, nel 1997 vince il concorso da ricercatore in diritto commerciale bandito dal medesimo Ateneo.

Dal 1998 al 2000 è componente della Giunta del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale A. Avogadro” e dal 2002 al 2005 componente della Commissione Brevetti del medesimo Ateneo.

Nel 2001 risulta primo classificato al concorso da professore associato di diritto commerciale bandito dall’Università del Piemonte Orientale e pochi mesi dopo viene chiamato dalla Facoltà di Giurisprudenza di detto Ateneo.

Nel 2004 risulta primo classificato ex aequo al concorso da professore ordinario di diritto commerciale bandito dall’Università di Verona e all’inizio del 2005 viene chiamato a ricoprire la cattedra di diritto commerciale della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Piemonte Orientale.

Dal 1998 al 2012 insegna diritto commerciale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Piemonte Orientale.

Dal 2013 insegna diritto fallimentare e diritto bancario.

Dal 2014 è altresì contitolare del corso di diritto della crisi d'impresa presso la Luiss Guido Carli.

Dal 2018 è membro della Direzione nazionale di Diritto fallimentare, la più antica e prestigiosa rivista del settore. È altresì membro del comitato di redazione della rivista Giurisprudenza commerciale, componente del comitato per la valutazione de Il Fallimento e di Diritto della banca e del mercato finanziario, nonché componente del comitato scientifico di dirittobancario.it; collabora altresì a Giurisprudenza italiana, Rivista delle società, Le Società, Il nuovo diritto societario, Giurisprudenza bancaria, Giustiziacivile.it, ilcaso.it e il fallimentarista.it.

È presidente dell’Associazione Subalpina di Studi Giuridici (che organizza ogni anno un importante convegno in materia fallimentare), condirettore del Centro Studi ERGON sulle crisi d’impresa, componente del Consiglio Direttivo del Centro Studi Giuridici ed Economici sulle Crisi d’Impresa (GESCI), membro di NED Community, dell’Associazione Europea per il Diritto Bancario e Finanziario (A.E.D.B.F.), della Società Italiana di Studi Concorsuali (S.I.S.CO.) e delle associazioni Disiano Preite e Orizzonti del Diritto commerciale.

È relatore, con cadenza inframensile, a convegni di studi nazionali ed internazionali in materia societaria, fallimentare e bancaria.

Ha tenuto, negli anni, alcune conferenze e seminari all’estero, sia presso Università straniere che su richiesta di strutture private. In particolare, si menziona una conferenza dal titolo “Antitrust Law and European Mass Media”, svolta in lingua inglese all’Università di Uppsala (Svezia), e una più recente relazione presso l’Università di Girona (Spagna) dal titolo “La reforma de la Ley concursal italiana”, esposta in lingua spagnola.

Ha partecipato a convegni e seminari (non solo su tematiche strettamente giuridiche) in vari Paesi, l’ultimo dei quali, due anni fa, a Oslo, in qualità di componente dell’Honorary Board della European Alliance for Israel.

Parla e scrive correntemente in inglese e francese, avendo fra l’altro seguito numerosi corsi di perfezionamento in Francia, nel Regno Unito, in Irlanda e negli Stati Uniti; legge e traduce lo spagnolo, specie quello giuridico.

Esperienze professionali[modifica | modifica wikitesto]

Avvocato civilista dal 1995, ha studi a Roma, Milano, Torino e Vicenza ed è specializzato in diritto societario, fallimentare, bancario e dei contratti commerciali. È iscritto all'Albo del Foro di Roma.

Fin dall'inizio della professione forense ha concentrato la propria attività sul settore delle procedure concorsuali e delle imprese in crisi.

Dal 1996 riceve incarichi come legale di fallimenti, liquidazioni coatte, amministrazioni straordinarie e come commissario e consulente di concordati preventivi da molti fra i maggiori Tribunali italiani, fra cui quelli di Roma, Torino, Milano, Napoli, Padova, Verona, Treviso, Vicenza, Rovigo, Ancona, Bolzano, Imperia, Benevento, Alessandria, Asti, Novara, Cuneo, Vercelli, Ivrea, Catania, Siracusa, Livorno e Massa.

Negli anni ha assistito oltre 300 fallimenti, circa 30 fra amministrazioni straordinarie e liquidazioni coatte (inclusi i colossi dell’acciaio Lucchini e della chimica Snia-Caffaro, segnatamente nelle rilevantissime vertenze in materia di danno ambientale). Dal 2009 ad oggi ha presentato oltre 60 concordati preventivi presso diversi Tribunali italiani. Negli ultimi anni si è occupato frequentemente di riorganizzazioni societarie e di ristrutturazioni aziendali ed ha assistito diverse società quotate in borsa e alcuni noti gruppi industriali nell’ambito di altrettanti piani di risanamento (Cartiere Burgo, Salmoiraghi & Viganò, Acciaierie Beltrame, Gruppo Cafima, Gf Group - Orsero, Risanamento, Aedes, Biancamano, Fratelli D’Amico).

Dal 2005 ad oggi ha ricoperto la carica di commissario giudiziale in oltre 40 concordati preventivi su nomina dei Tribunali di Roma, Pavia, Novara, Alessandria, Torino, Asti, Modena, Vicenza, Verona, Treviso, Bolzano, Rovigo, Ancona, Imperia, Benevento e Napoli, talora in affiancamento a commercialisti locali. Si è trattato per lo più di concordati preventivi in continuità aziendale relativi a società operanti nei settori merceologici più disparati, dal sanitario e farmaceutico (Fondazione Salvatore Maugeri e Lamp San Prospero SpA), al manifatturiero (Sangalli Vetro Manfredonia SpA, Grandi Molini Italiani SpA, Gruppo Industriale Tosoni SpA), alle costruzioni e grandi lavori (Astaldi SpA e Gruppo Bonifaci Srl), all’energia (le società del Gruppo Marenco-Exergia, il concordato con uno dei maggiori indebitamenti di gruppo – oltre 3 miliardi di euro – esistente in Italia), dalla moda (Fashion Network S.r.l. del Gruppo Burani e Borsalino SpA) a trasporti e infrastrutture a partecipazione pubblica (Porto di Imperia e Azienda Mobilità Trasporti Sannio – A.M.T.S SpA), adoperandosi per la salvaguardia dei creditori e, per quanto possibile, dell’integrità dei complessi produttivi e dei livelli occupazionali.

Fino al 2014 è stato componente del consiglio di amministrazione di CA Fiduciaria, società del Gruppo Cariparma Crédit Agricole.

Fra il 2015 e il 2016 è stato presidente del consiglio di amministrazione di Eurofidi, in allora il più grande consorzio fidi italiano e fra i maggiori d’Europa.

Nel corso del 2016 è stato presidente dei consigli di amministrazione di Veneto Banca e di BIM-Banca Intermobiliare.

Incarichi istituzionali[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2008 al 2016 è stato consigliere della Compagnia di San Paolo, la seconda più importante fondazione bancaria italiana e prima azionista di Intesa Sanpaolo SpA. Nel corso degli ultimi quattro anni ne ha presieduto la Commissione Statuto e Regolamenti e in tale veste ha contribuito a redigere il testo del nuovo statuto, di recente approvato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, nonché il testo dei regolamenti relativi alle nomine e alle attività istituzionali dell’ente.

Nel 2010 è stato componente del Comitato di studio per la riforma della disciplina dell’amministrazione straordinaria presso il Ministero dello Sviluppo Economico e in tale veste è stato audito come esperto dalle Commissioni Giustizia e Sviluppo Economico della Camera dei Deputati in seduta congiunta.

Nel 2012 ha fatto parte del Tavolo tecnico istituito dal Ministro della Giustizia per la riforma della legge fallimentare e ha contribuito fattivamente alla redazione dell’articolato poi trasfuso nel c.d. Decreto Sviluppo del giugno 2012.

Nel gennaio 2015 il Ministro della Giustizia lo ha nominato componente della Commissione di riforma della legge fallimentare, nell’ambito della quale ha redatto, quale componente della relativa Sotto-Commissione (insieme, fra gli altri, al Presidente della Corte d’Appello di Roma, Luciano Panzani, e al Presidente del Tribunale di Modena, Vittorio Zanichelli), i principi della nuova disciplina dei piani di risanamento, degli accordi di ristrutturazione e del concordato preventivo.

Negli anni 2016, 2017, 2018 è stato audito come esperto dalla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati sul testo della riforma della crisi d’impresa e sui rapporti con la Direttiva UE in materia.

Dal 2017 è presidente del consiglio di amministrazione di Finpiemonte SpA, società finanziaria della Regione Piemonte.

Fra il 2017 e il 2018 è stato membro del Consiglio dell'Associazione Bancaria Italiana.

Nel 2019 è stato scelto dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti, in qualità di esperto, come componente della Commissione di riforma della legislazione concorsuale (c.d. Rordorf 2), per la formulazione di proposte ai fini dell’emanando Decreto correttivo.

Incarichi commissariali[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2005 e il 2009 è stato nominato commissario giudiziale in svariati e rilevanti concordati dai Tribunali di Mondovì, Alessandria e Novara (Botto e Masante Srl, Jolly Legno Srl, Sincro Set Srl, Styl Legno Srl, Styl Group SpA, Styl Truck Srl, B.M.V. Srl, Masini SpA, Gioie SpA, Madelù Gioielli Srl, Ormea SpA, Cartotecnica di Ormea Srl, Sitindustrie Tubes & Pipes SpA).

A partire dal 2010 è stato designato commissario giudiziale dei seguenti concordati:

  1. Fashion Network SpA (2010 – Torino)
  2. Exergia SpA (2012 – Asti)
  3. Speia Srl (2012 – Asti)
  4. Service Srl (2012 – Asti)
  5. Cava Gola della Rossa SpA (2012 – Ancona)
  6. Fatma SpA (2012 – Ancona)
  7. Baltea Energia Srl (2013 – Asti)
  8. Elettrica Srl (2013 – Asti)
  9. Flenco Fluid System Srl (2013 – Torino)
  10. AMTS SpA (2013 – Benevento)
  11. Hobag SpA (2013 – Bolzano)
  12. Hobag Project Srl (2013 – Bolzano)
  13. Reichegger Immobilien Srl (2013 – Bolzano)
  14. Porto di Imperia Spa (2013 – Torino)
  15. Sangalli Vetro di Manfredonia SpA (2013 – Treviso)
  16. Sangalli Vetro Magnetronico Srl (2013 – Treviso)
  17. Sangalli Vetro Satinato s.r.l. (2013 – Treviso)
  18. Fondazione Salvatore Maugeri (2014 – Pavia)
  19. Gruppo Industriale Tosoni SpA (2015 – Verona)
  20. Dinon Group SpA (2015 – Rovigo)
  21. Grandi Molini Italiani SpA (2015 – Rovigo)
  22. Borsalino Giuseppe & Fratello SpA (2015 – Alessandria)
  23. Lamp San Prospero (2016 – Modena)
  24. Gruppo Bonifaci Srl (2017 – Roma)
  25. Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù (2017 - Roma)
  26. ABC Srl (2017 – Civitavecchia)
  27. PCF Srl (2018 – Vicenza)
  28. MA.ROS Srl (2018 – Vicenza)
  29. Stragliotto Domenico Luigi & Figli Srl (2018 – Vicenza)
  30. Rivieracqua ScpA (2018 – Imperia)
  31. Astaldi SpA (2018 – Roma)

Dall’estate 2008 è commissario straordinario della società Bertone e Carrozzeria Bertone in amministrazione straordinaria. In tale veste ha predisposto ed eseguito il piano di cessione dei complessi produttivi, con conseguente trasferimento dell’azienda al Gruppo Fiat e contestuale riassorbimento di tutti i dipendenti (oltre 1.200), oggi impegnati nella produzione dei veicoli Maserati, consentendo un soddisfacimento dei creditori in misura superiore al 90%.

Nel 2010 il Ministro dello Sviluppo Economico lo ha chiamato a ricoprire il ruolo di commissario straordinario del Consorzio ASA e della società ASA Servizi in amministrazione straordinaria. Le procedure – caso unico, a quanto consta, in Italia – hanno conseguito l’obiettivo della cessione dei complessi aziendali della multiutility, salvaguardando sia i livelli occupazionali che l’interesse degli utenti alla continua e puntuale erogazione del servizio (anzitutto idrico e di raccolta dei rifiuti).

Nel 2011 è stato nominato commissario straordinario di Alitalia Linee Aeree Italiane SpA e delle altre quattro società del gruppo (Alitalia Servizi, Alitalia Express, Alitalia Airport e Volare); in tale qualità ha affrontato le numerose questioni poste dalle suddette procedure, dando luogo, a seconda delle posizioni dei singoli amministratori, all’esperimento dell’azione di responsabilità in sede civile e alla costituzione di parte civile nell’ambito del procedimento penale.

Nel 2011 la Banca d’Italia lo ha nominato Commissario di Investimenti e Sviluppo s.g.r.

Nel 2015 il Ministro dello Sviluppo Economico lo ha designato commissario straordinario di Infocontact SpA in amministrazione straordinaria.

Nel 2016 il Ministro dello Sviluppo Economico lo ha nominato commissario straordinario di Tirrenia e di Siremar in amministrazione straordinaria.

Nel marzo 2017 il Ministro dello Sviluppo Economico lo ha designato commissario straordinario di Istituto di Vigilanza Partenopea Combattenti e Reduci Srl e commissario liquidatore di Aerolinee Itavia SpA, Siciet SpA, G4 Srl, Smet Srl, Domenico Bosi & Figli Snc, Gitran SpA, Impresa Mario Genghini, Sime SpA, Sofir SpA, Voxon SpA, Nova Scrl, Società Generale per Progettazioni Consulenze e Partecipazioni SpA (ex Italconsult) e Società Italiana Oleodotti Gaeta.

Nel 2019 il Tribunale di Forlì lo ha nominato ausiliario nei giudizi di omologazione degli accordi di ristrutturazione presentati da Trevi SpA, Trevi Finanziaria SpA e Soilmec SpA[22][23].

Elenco delle pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Monografie[modifica | modifica wikitesto]

La revocatoria fallimentare delle garanzie, Giuffré, Milano, 2000.

Problemi in tema di nomina e composizione del collegio sindacale nelle società per azioni, Giappichelli, Torino, 2000.

I controlli interni nelle società di capitali, Zanichelli, Bologna, 2004.

Il concordato preventivo e gli accordi di ristrutturazione dei debiti, in Trattato di diritto commerciale, diretto da Cottino, XI, 1, Cedam, Padova, 2008.

Accordi di ristrutturazione dei debiti e finanziamenti alle imprese in crisi. Dalla “miniriforma” del 2005 alla l. 7 agosto 2012, n. 134, Zanichelli, Bologna, 2012.

Il concordato preventivo, in Trattato di diritto fallimentare, diretto da Vassalli, Luiso e Gabrielli, IV, Giappichelli, Torino, 2014.

Il nuovo diritto della crisi d’impresa: l. 132/15 e prossima riforma organica. Disciplina, problemi, materiali, Zanichelli, Torino, 2016.

L’amministrazione straordinaria, in Crisi d’impresa e procedure concorsuali, Trattato diretto da Oreste Cagnasso e Luciano Panzani, Utet, Milano, 2016.

Volumi collettanei[modifica | modifica wikitesto]

AMBROSINI-DEMARCHI, Il nuovo concordato preventivo e gli accordi di ristrutturazione dei debiti, Giuffré, Milano, 2005.

AMBROSINI-CAVALLI-JORIO, Il fallimento, in Trattato di diritto commerciale, diretto da Cottino, XI, 2, Cedam, Padova, 2009.

AMBROSINI-DEMARCHI, Banche, consumatori e tutela del risparmio, Giuffré, Milano, 2009.

AMBROSINI-DEMARCHI-VITIELLO, Il concordato preventivo e la transazione fiscale, Zanichelli, Bologna, 2009.

ABRIANI-AMBROSINI-CAGNASSO-MONTALENTI, Le società per azioni, in Trattato di diritto commerciale, diretto da Cottino, IV, 1, Cedam, Padova, 2010.

AMBROSINI-ANDREANI-TRON, Crisi d’impresa e restructuring, Il Sole 24 ore, Milano, 2013.

AMBROSINI-AIELLO, Amministrazione e controlli nella s.p.a., in Trattato di diritto privato, diretto da Rescigno, vol. 16, Torino, 2013.

AMBROSINI-TRON, Piani di ristrutturazione dei debiti e ruolo dell’attestatore. “Principi di attestazione” e riforma del 2015, Zanichelli, Torino, 2016.

Libri a cura[modifica | modifica wikitesto]

La riforma delle società. Profili della nuova disciplina, Giappichelli, Torino, 2003.

Il nuovo diritto societario. Profili civilistici, processuali, concorsuali, fiscali e penali, volumi I e II, Giappichelli, Torino, 2005.

La riforma del diritto fallimentare. Profili della nuova disciplina, Zanichelli, Bologna, 2006.

La responsabilità di amministratori, sindaci e revisori contabili, Giuffré, Milano, 2007.

Le nuove procedure concorsuali. Dalla riforma “organica” al decreto “correttivo”, Zanichelli, Bologna, 2008.

Fallimenti, soluzione negoziate della crisi e disciplina bancaria dopo le riforme del 2015 e del 2016, Zanichelli, Bologna, 2017.

Saggi, articoli e voci enciclopediche[modifica | modifica wikitesto]

Trasferimento di partecipazioni azionarie, clausole di indemnity e contratto per persona da nominare, in Contratto e impresa, 1996, p. 898.

Riapertura del fallimento e diritto di difesa del “rifallendo”, in Giurisprudenza commerciale, 1996, I, p. 815.

Le “società di revisori” nella nuova disciplina del controllo legale dei conti, in Studi in onore di Gastone Cottino, I, Padova, 1997, p. 809.

Sconto bancario, voce del Digesto delle discipline privatistiche, sezione commerciale, vol. XIII, Torino, 1997, p. 277.

Nomina del collegio sindacale nelle società quotate: il c.d. sindaco di minoranza, in Rivista delle società, 1999, p. 1103.

Commento agli articoli 148-154 (Collegio sindacale) della L. n. 58/1998, in La Legge Draghi e le società quotate in borsa, diretto da Cottino, Torino, 1999, pp. 262-307.

Gestione ordinaria e revocatoria: un nodo irrisolto dei recenti progetti di riforma, in Giurisprudenza commerciale, 2001, I, p. 702.

AMBROSINI-JEANTET, La revocatoria fallimentare nelle procedure “amministrative” fra diritto concorsuale e diritto della concorrenza: la questione degli aiuti di Stato, in Giurisprudenza commerciale, 2002, I, p. 192 ss.

JORIO-AMBROSINI, Cessione di azienda bancaria e responsabilità per debiti derivanti da azioni revocatorie di rimesse in conto corrente, in Giurisprudenza italiana, 2002, p. 1535.

La revocatoria fallimentare nei progetti di riforma, in Diritto fallimentare, 2002, I, p. 1463 ss.

Appunti in tema di amministrazione e controlli nella riforma delle società, in Società, 2003, p. 261.

L’amministrazione e i controlli nella società per azioni, in Giurisprudenza commerciale, 2003, I, p. 308.

Commento agli artt. 2397 ss. del codice civile, in Le nuove società. S.p.a. – S.r.l. – Cooperative, diretto da Cottino, Bonfante, Cagnasso e Montalenti, Bologna, 2004.

Commento agli artt. 2475, 2475-bis, 2475-ter e 2476 del codice civile, in Società di capitali, a cura di Niccolini e Stagno d’Alcontres, Napoli, 2004.

La responsabilità degli amministratori nella nuova s.r.l., in Società, 2004, p. 293.

Il termine per l’esercizio dell’azione di responsabilità: prescrizione o decadenza?, in Società, 2004, n. 12.

Il nuovo concordato preventivo: natura, presupposti, divisione dei creditori in classi, in fallimentonline.it, luglio 2005.

La responsabilità dei soci nelle società di capitali, in La responsabilità della banca e dell’impresa nella gestione delle situazioni di crisi (Quad. Giur. comm.), Milano, 2005, p. 47.

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti nella nuova legge fallimentare: prime riflessioni, in Fallimento, 2005, p. 949.

Il problema del controllo giudiziario nella s.r.l., tra tentazioni “correttrici” degli interpreti e dubbi di incostituzionalità, in Giurisprudenza commerciale, 2005, I, p. 375.

Gli organi della procedura, in Fallimento, 2006, n. 9.

La domanda di concordato preventivo, l’ammissione alla procedura e le prerogative del tribunale, ivi, p. 315.

La revocatoria fallimentare delle garanzie, in La riforma del diritto fallimentare. Profili della nuova disciplina, a cura di Ambrosini, Bologna, 2006, p. 137.L’ultrattività del potere cautelare ex art. 146 l. fall., in Fallimento, 2007, n. 2.

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti, commento all’art. 182-bis, l. fall., in Il nuovo diritto fallimentare, diretto da Jorio, II, Bologna, 2007, p. 2533.

Contratto di edizione, in Contratti in esecuzione e fallimento, a cura di Di Marzio, Milano, 2007, p. 305.

Concordato preventivo: profili generali e limiti del controllo giudiziale, in La riforma del diritto fallimentare, Torino, 2007, 265.

I poteri del collegio sindacale, in Il nuovo diritto delle società, diretto da Abbadessa e Portale, III, Torino, 2007, p. 27.

Il problema della fattibilità del piano nel concordato preventivo, ivi, 533 ss.

Le azioni di responsabilità e la legittimazione del curatore, ivi, 345 ss.

La revocatoria fallimentare nell’evoluzione della disciplina, ivi, 101 ss.

L’onere della prova nell’istruttoria prefallimentare, in Le nuove procedure concorsuali, a cura di Ambrosini, Bologna, 2008, 25 ss.

La proposta di concordato fallimentare, in Il concordato fallimentare, a cura di Demarchi, Bologna, 2008, 1 ss.

L’esdebitazione del fallito fra problemi interpretativi e dubbi di incostituzionalità, in Fallimento, 2009, n. 2.

Il controllo giudiziale sull’ammissibilità della domanda di concordato preventivo e sulla formazione delle classi, in Dir fall., 2010, I.

Profili civili e penali delle soluzioni negoziate nella l. n. 122/2010, ivi, 2011, n. 6.

Il sindacato in itinere sulla fattibilità del piano concordatario tra dottrina e giurisprudenza, ivi, 2011, n. 8.

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti dopo la riforma del 2012, in Fallimento, 2012, n. 10.

I finanziamenti bancari alle imprese in crisi dopo la riforma del 2012, in Dir. fall., 2012, I, n. 5.

Le responsabilità civile e penali delle banche nell’erogazione del credito alle imprese in crisi (Atti del convegno Paradigma, Milano, 2013).

La deliberazione del concordato preventivo, in Ilcaso.it, 2014.

La disciplina della domanda di concordato preventivo nella “miniriforma” del 2015, in Ilcaso.it, 20 agosto 2015.

Il nuovo concordato preventivo alla luce della “miniriforma” del 2015, in Dir. fall., 2015, V, 359 ss.

Introduzione, in AAVV, La nuova riforma del diritto concorsuale. Commento operativo al d.l. n. 83/2015 conv. in l. n. 132/2015, Giappichelli, Torino, 2015.

Concordato preventivo e autonomia privata: i cc.dd. patti paraconcordatari, in Ilcaso.it, 6 novembre 2016.

La rafforzata tutela dei crediti privilegiati nei confronti di imprese in difficoltà: pegno non possessorio e patto marciano, in Trattato delle procedure concorsuali, diretto da Alberto Jorio e Bruno Sassani, Giuffré, Milano, 2017.

Il controllo giudiziale su domanda e piano concordatari e i compiti dell'attestatore, in Giurisprudenza commerciale, fasc.3, 1 giugno 2017, pag. 387.

La risoluzione del concordato preventivo e la (successiva?) dichiarazione di fallimento: profili ricostruttivi del sistema, in Ilcaso.it, 7 settembre 2017.

Profili di riforma delle leggi in materia di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza, in Ilcaso.it, 16 novembre 2017.

Misure di allerta, procedimento unitario e concordato preventivo nella riforma: proposte modificative dello schema di decreto delegato, in Fallimenti&Società, 2018.

Concordato preventivo con continuità aziendale: problemi aperti in tema di perimetro applicativo e di miglior soddisfacimento dei creditori, in Ilcaso.it, 26 aprile 2018.

Osservazioni e proposte sullo schema di decreto delegato: allerta, procedimento unitario e concordato preventivo, in www.osservatorio-oci.org, settembre 2018.

La riforma della disciplina della crisi e dell’insolvenza: motus in fine velocior, in Ilcaso.it, 17 settembre 2018.

Il concordato preventivo con affitto d’azienda rientra, dunque, nel perimetro applicativo dell’art. 186-bis, in Ilcaso.it, 2 gennaio 2019.

Crisi e insolvenza nel passaggio fra vecchio e nuovo assetto ordinamentale: considerazioni problematiche, in Dir. fall., Focus riforma fallimentare 2019.

Crisi e insolvenza nel passaggio fra vecchio e nuovo assetto ordinamentale: considerazioni problematiche, in Ilcaso.it, 14 gennaio 2019.

Brevi note sul soddisfacimento minimo dei creditori nel concordato preventivo, fra “causa concreta” e giudizio di convenienza (considerazioni de jure condito et condendo, in Ilcaso.it, 14 febbraio 2019.

Il nuovo concordato preventivo: “finalità”, “presupposti” e controllo sulla fattibilità del piano (con qualche considerazione di carattere generale), in Ilcaso.it, 25 febbraio 2019.

Gli atti di frode nel concordato preventivo: un tema sempre attuale (e scivoloso), in Ilcaso.it, 7 giugno 2019.

Rassegne di giurisprudenza[modifica | modifica wikitesto]

Lo sconto, in Giurisprudenza bancaria, n. 11-12 (1991-1992), Milano, 1997, p. 183.

AMBROSINI-AIELLO, Società per azioni. Responsabilità degli amministratori, in Giurisprudenza commerciale, 2010, II, p. 951.

Note a sentenza con titolo[modifica | modifica wikitesto]

Prestazione di fideiussione al coniuge socio, nota a Trib. Catania, 15.7.1992, in Fallimento, 1993, p. 110.

Data certa e fallimento: il problema dell’opponibilità degli atti privi di data certa al curatore, nota a Cass., 23.4.1992, n. 4904 e 13.8.1992, n. 9552, in Giurisprudenza commerciale, 1993, II, p. 373.

Osservazioni sulla data certa nelle procedure concorsuali e sulla forma del “mutuo dissenso”, nota a Cass., 10.9.1992, n. 10354, in Giurisprudenza italiana, 1993, I, 1, c. 2317.

Pegno di titoli di credito o pegno di crediti?, nota a App. Torino, 6.6.1993, in Fallimento, 1994, c. 60.

Concordato preventivo e successivo fallimento: la sorte delle formalità compiute medio tempore, nota a Cass., 21.10.1993, n. 10434, in Giurisprudenza italiana, 1994, I, 1, c. 2049.

Pegno di titoli di credito, mandato fiduciario e insolvenza della società fiduciaria, nota a Trib. Torino, 3.2.1993, in Giurisprudenza commerciale, 1994, II, p. 308.

Pagamento di debito altrui e prova della scientia decoctionis nella revocatoria fallimentare, nota a Trib. Torino, 21.7.1993, in Giurisprudenza italiana, 1994, I, 2, c. 680.

Inesistenza della garanzia pignoratizia per omessa individuazione dei titoli e insussistenza del pegno di credito, nota a App. Torino, 23.12.1994, in Giurisprudenza commerciale, 1995, II, p. 872.

Antitrust e informazione radiotelevisiva: incostituzionalità della norma sulle concentrazioni, nota a Corte cost., 7.12.1994, n. 420, in Giurisprudenza italiana, 1995, I, c. 129.

Diritto dell’azionista ad opporsi all’omologazione del concordato preventivo, nota a Cass., 5.5.1995, n. 4919, in Fallimento, 1996, p. 328.

Le Sezioni Unite sanciscono la natura costitutiva dell’azione revocatoria fallimentare, nota a Cass. S.U., 13 giugno 1996, n. 5443, in Giurisprudenza italiana, 1997, I, 1, c. 904.

Nomina pubblica delle cariche sociali e invalidità della delibera assembleare per carenza di potere, nota a App. Milano, 18 maggio 2001, in Giurisprudenza italiana, 2001, p. 124.

La Cassazione risolve i dubbi sulla c.d. continuità indiretta nel concordato preventivo, Brevi note a margine di Cassazione, Sez. I Civile, 19 novembre 2018, n. 29742, Pres. De Chiara, Rel. Campese, in www.osservatorio-oci.org, novembre 2018.

Le conseguenze della natura dell'accordo di ristrutturazione dei debiti sul credito del professionista, nota a Cassazione civile, sez. I civile, 18 gennaio 2018, n. 1182, in wwwildirittofallimentaresocieta.it.

Continuità indiretta, vendita competitiva dell´azienda e miglior soddisfacimento dei creditori nella più recente giurisprudenza di merito, nota a Tribunale di Rovigo, 2 maggio 2018, in wwwildirittofallimentaresocieta.it.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Docenti - Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
  2. ^ Cattedre Online Risultati per: "ambrosini" | LUISS Guido Carli
  3. ^ Ambrosini diventa commissario anche per Alitalia - la Repubblica.it
  4. ^ Ambrosini, un torinese per il salvataggio della Tirrenia, su torino.repubblica.it, 21 febbraio 2016. URL consultato il 5 settembre 2016.
  5. ^ (EN) Itavia, da Ustica a Torino, su www.lospiffero.com. URL consultato il 9 settembre 2019.
  6. ^ Gazzetta Ufficiale, su www.gazzettaufficiale.it. URL consultato il 5 settembre 2016.
  7. ^ Il commissario Ambrosini "È la procedura dei record" - Torino - Repubblica.it
  8. ^ Asa, scongiurato il fallimento Si salvano 124 posti di lavoro - La Stampa
  9. ^ Ambrosini alla Maugeri (da commissario) - Lo spiffero, quello che gli altri non dicono
  10. ^ Argirò: la società ha lavorato bene - La Stampa
  11. ^ Il tribunale di Torino dispone il fallimento della Fashion Network, Mbfg valuta il reclamo (News > Archivio news) < Ricerca di: miss < Home page, su fashionmagazine.it. URL consultato il 31 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  12. ^ http://www.tribunale.asti.giustizia.it/allegatinews/A_3985.pdf
  13. ^ Grandi Molini Italiani, 60 giorni per presentare il piano anti fallimento, su ilgazzettino.it. URL consultato il 5 settembre 2016.
  14. ^ Borsalino, accordo tra i commissari e il gestore italo-svizzero: la procura revoca il sequestro del marchio, su Repubblica.it, 3 luglio 2018. URL consultato il 9 settembre 2019.
  15. ^ Corriere - Gabanelli, su corriere.it.
  16. ^ Astaldi, via libera al concordato: Ambrosini, Ioffredi e Rocchi commissari, su www.ilmessaggero.it. URL consultato il 9 settembre 2019.
  17. ^ Trevi, ultimatum del tribunale: bilanci da approvare entro un mese, su Trevi, ultimatum del tribunale: bilanci da approvare entro un mese. URL consultato il 9 settembre 2019.
  18. ^ PressReader.com - Giornali da tutto il mondo, su www.pressreader.com. URL consultato il 20 settembre 2019.
  19. ^ La Compagnia di San Paolo cambia le regole per i vertici, su LaStampa.it. URL consultato il 5 settembre 2016.
  20. ^ Stefano Ambrosini, il banchiere rampante, su espresso.repubblica.it, 10 giugno 2016. URL consultato il 5 settembre 2016.
  21. ^ Stefano Ambrosini: “Eurofidi è malato ma può guarire. Ho la terapia giusta: cambiare pelle”, su torino.repubblica.it, 31 marzo 2016. URL consultato il 5 settembre 2016.
  22. ^ Imprese in crisi, in casa Trevi la pace scatta con «l'ausiliario», su Imprese in crisi, in casa Trevi la pace scatta con «l'ausiliario». URL consultato il 20 settembre 2019.
  23. ^ PressReader.com - Giornali da tutto il mondo, su www.pressreader.com. URL consultato il 20 settembre 2019.
Controllo di autoritàVIAF (EN51114462 · ISNI (EN0000 0000 3608 5588 · LCCN (ENn2006044813 · WorldCat Identities (ENlccn-n2006044813