Stefano Agostini (ciclista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano Agostini
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 72 kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 2013
Carriera
Giovanili
U.C. Lupi
2004-2007 U.C. Giorgione
Squadre di club
2008-2009 Molino di Ferro
2010-2011 Zalf-Fior
2011Liquigasstagista
2012Liquigas
2013Cannondale
Nazionale
2010 Italia Italia Under-23
Statistiche aggiornate al marzo 2018

Stefano Agostini (Udine, 3 gennaio 1989) è un ex ciclista su strada italiano, professionista dal 2012 al 2013. Campione italiano Under-23 nel 2010, conta due vittorie di tappa al Girobio e la partecipazione ai Campionati del mondo Under-23 2010.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Agostini iniziò a correre dalla categoria esordienti con la squadra del suo paese, la U.C. Lupi di San Martino di Lupari. Tra gli allievi colse le prime vittorie nel 2004 con la maglia rossa stellata dell'U.C. Giorgione e nel 2005, al secondo anno tra gli allievi, concluse la stagione con 10 successi. Passò Juniores nel 2006 sempre con la U.C. Giorgione, cogliendo in due anni altri 10 successi e venne convocato due volte in nazionale: nel 2006 al Piccolo Giro di Germania e nel 2007 ai Campionati del mondo juniors di Aguascalientes in Messico.

Nel 2008 e nel 2009 da Under-23 corre due stagioni nella Molino di Ferro, senza vittorie; nel 2010, giunto alla Zalf-Désirée-Fior, vince il Trofeo Città di San Vendemiano (corsa internazionale), il Gran Premio Colli Rovescalesi e i Campionati italiani Under-23 disputatisi a Pieve di Soligo. In ottobre partecipa anche alla prova in linea Under-23 dei Campionati del mondo a Geelong in Australia, concludendo quindicesimo.

Nell 2011 con la maglia tricolore sulle spalle vince cinque corse, tra cui il Trofeo Matteotti a Marcialla e due tappe al Girobio, aggiudicandosi la maglia di miglior scalatore e terminando terzo nella classifica generale. Questi successi gli permettono di passare come stagista alla Liquigas nella seconda parte del 2011[1]; con questa formazione passa professionista a partire dalla stagione successiva.

Nel settembre del 2013 viene trovato positivo ad un controllo antidoping e licenziato dalla Cannondale[2]. La positività fa riferimento a 0,7 ng di una sostanza presente in una pomata utilizzata, dietro prescrizione medica, da Agostini per curare un'eruzione cutanea. Dopo la proposta di 15 mesi di squalifica, decide di porre fine all'attività ciclistica[3].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006 (U.C. Giorgione Juniores)
2ª tappa 3Tre Bresciana
  • 2007 (U.C. Giorgione Juniores)
2ª tappa 3Tre Bresciana
  • 2010 (Zalf-Désirée-Fior)
Gran Premio Colli Rovescalesi
Trofeo Città di San Vendemiano
Campionati italiani, Prova in linea Under-23
  • 2011 (Zalf-Désirée-Fior)
Medaglia Oro Angelo Fumagalli a.m.
Coppa Città di Lonigo
Trofeo Matteotti - Marcialla
4ª tappa Girobio (Pietrelcina > Montecassino)
7ª tappa Girobio (Lonato del Garda > Pianezze)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2012: ritirato
2013: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Melbourne 2010 - In linea Under-23: 15º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ LIQUIGAS. Gli stagisti saranno Stefano Agostini e Moreno Moser, in tuttobiciweb.it, 8 luglio 2011. URL consultato il 16 ottobre 2011.
  2. ^ Doping: Ciclismo, Cannondale licenzia Agostini, 20 settembre 2013. URL consultato il 1º gennaio 2014.
  3. ^ Italia, Agostini: "Lascio il ciclismo a testa alta", 9 aprile 2014. URL consultato il 9 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]