Stazione meteorologica di Firenze Peretola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Firenze Peretola
Stato Italia Italia
Regione Toscana Toscana
Provincia Firenze Firenze
Comune Firenze Firenze
Altitudine 40 m s.l.m.
Codice WMO 16170
Codice ICAO LIRQ
Gestore ENAV
T. media gennaio CLINO 5,8 °C
T. media luglio CLINO 24,2 °C
T. media annua CLINO 14,6 °C
T. max. assoluta 42,6 °C
T. min. assoluta -23,0 °C
Prec. medie annue CLINO 910,7 mm
Coordinate 43°48′30.53″N 11°12′01.46″E / 43.808481°N 11.200406°E43.808481; 11.200406Coordinate: 43°48′30.53″N 11°12′01.46″E / 43.808481°N 11.200406°E43.808481; 11.200406
Mappa di localizzazione: Italia
Firenze Peretola
Firenze Peretola

La stazione meteorologica di Firenze Peretola è la stazione meteorologica di riferimento per l'Organizzazione Meteorologica Mondiale relativa alla città di Firenze, gestita dall'ENAV per conto del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'originaria ubicazione della stazione in prossimità dell'autostrada A11 (veduta panoramica risalente al 13 maggio 2004).

I primi dati disponibili risalgono al 1931, anno in cui sono state inviate le prime registrazioni di SYNOP orari all'archivio NCDC (CDO) della NOAA; sempre dallo stesso anno le osservazioni meteorologiche giornaliere effettuate presso l'aeroporto, dopo la sua inaugurazione del 4 giugno 1931, vennero pubblicate nei bollettini meteorologici e aerologici giornalieri e negli annuari dell'Ufficio Presagi.

Fin dalla sua attivazione era classificata come stazione meteorologica di prima classe, presso la quale nel corso degli anni Trenta erano effettuate anche osservazioni in quota[1].

Tra l'autunno del 1944 e l'estate 1945 la stazione meteorologica aeroportuale venne gestita dal personale statunitense dell'unità militare presente a Firenze, prima di essere riconsegnata alla gestione del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare che venne riorganizzato al termine della seconda guerra mondiale.

La serie storica validata attualmente disponibile ha inizio a partire dal 1º ottobre 1944 sotto la gestione statunitense e dal 1946 sotto la gestione dell'Aeronautica Militare, ma è reperibile online soltanto a partire dal 1951. A causa dei danni provocati dall'alluvione la stazione meteorologica non ha funzionato tra il 4 e il 20 novembre 1966. Dal 10 ottobre 1989 in poi la gestione della stazione meteorologica è passata dal personale dell'Aeronautica Militare a quello dell'Ispettorato delle Telecomunicazioni e dell'Assistenza al Volo (ITAV) e dell'Ente Nazionale di Assistenza al Volo (ENAV)[2], essendosi venuta a trovare all'interno di un aeroporto civile.

Originariamente, la stazione meteorologica era ubicata sul fondo erboso a est della parte terminale della pista aeroportuale ad un'altezza del suolo di 37 metri s.l.m., con il pozzetto barometrico collocato a 38 metri s.l.m., e si caratterizzava per la strumentazione meccanica, con sensore termometrico collocato nel tradizionale Stevenson screen; dal 2009 la stazione tradizionale è stata sostituita con una stazione di tipo automatico con sensore termometrico collocato in uno schermo artificiale a 12 piatti con ventilazione forzata ed è stata riposizionata sul fondo erboso a ovest del settore centrale della pista aeroportuale, nel prato che si estende tra la pista e il Lago di Peretola, ad un'altezza del suolo di 40 metri s.l.m.. L'ubicazione della stazione meteorologica dovrebbe peraltro nuovamente cambiare nel caso in cui dovesse essere realizzata la nuova pista aeroportuale parallela convergente al vicino tratto dell'autostrada A11 con orientamento 12/30, che di fatto andrebbe ad attraversare l'area dove attualmente sono collocati gli strumenti meteorologici.

Nel frattempo, e precisamente nel 2002, il Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare aveva attivato a Firenze anche una stazione automatica DCP, contrassegnata da codice WMO 16171, ubicata presso la Scuola militare aeronautica "Giulio Douhet" all'interno del Parco delle Cascine dove mediamente si hanno minime più alte e massime più basse rispetto a quelle rilevate presso l'aeroporto di Peretola.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Veduta panoramica da nord-est dell'area di ubicazione della stazione meteorologica
Veduta della pianura con sullo sfondo l'area di ubicazione della stazione meteorologica

La stazione meteorologica si trova nell'Italia centrale, in Toscana, nel comune di Firenze, presso l'aeroporto di Peretola, in linea d'aria 6 km a nord-ovest del centro cittadino, col barometro collocato ad un'altezza di 40 metri s.l.m. e alle coordinate geografiche 43°48′30.53″N 11°12′01.46″E / 43.808481°N 11.200406°E43.808481; 11.200406.

Prima del riposizionamento avvenuto nel 2009, la stazione meteorologica si trovava collocata con il proprio pozzetto barometrico ad un'altezza di 38 metri s.l.m. e alle coordinate geografiche 43°48′11.82″N 11°11′53.65″E / 43.803282°N 11.198236°E43.803282; 11.198236, a circa 300-400 metri di distanza a sud rispetto all'attuale ubicazione.

La sua posizione è nella ampia conca occupata dalla Piana Fiorentina a sud di Monte Morello, che tende a favorire un leggero e locale effetto föhnizzante sulle temperature massime soprattutto durante la stagione primaverile ed estiva che va a sommarsi all'intensa subsidenza atmosferica in presenza di elevati geopotenziali con afflusso caldo da sud in quota e ventilazione al suolo molto debole da N/NW con massimo di alta pressione al suolo situato tra l'Italia Settentrionale e l'Europa centrale. Al tempo stesso, con calma di vento può risentire di forti inversioni termiche invernali con minime rigide, sporadicamente addirittura inferiori anche a quelle dei vicini teleposti montani appenninici in caso di forte albedo susseguente a nevicate con accumulo, come nel caso del gennaio 1985.

L'area di ubicazione della stazione meteorologica è inoltre sottoposta a fenomeni di wind shear orografico, soprattutto nei mesi invernali e in presenza di venti nord-orientali[3]

La stazione meteorologica è attiva 24 ore su 24 e, oltre a svolgere funzioni di assistenza alla navigazione aerea, effettua osservazioni semiorarie (METAR) su stato del cielo (nuvolosità in chiaro) e su temperatura, precipitazioni, umidità relativa, pressione atmosferica con valore normalizzato al livello del mare, direzione e velocità del vento. In passato, fino alla metà degli anni novanta, erano effettuate anche le misurazioni dell'altezza del manto nevoso al suolo (snow depth). L'emissione dei SYNOP viene invece attualmente effettuata con una frequenza trioraria alle ore sinottiche 0 GMT, 3 GMT, 6 GMT, 9 GMT, 12 GMT, 15 GMT, 18 GMT e 21 GMT.

Geomorfologia[modifica | modifica wikitesto]

L'area aeroportuale pianeggiante con il massiccio calcareo di Monte Morello sullo sfondo.

Il territorio della piana fiorentina dove è situata la stazione meteorologica è una conca intermontana di origine alluvionale, originariamente occupata da un antico e ampio bacino lacustre, che si estende a ridosso del massiccio calcareo di Monte Morello che si eleva a nord. Il Lago di Peretola, dalle caratteristiche palustri, è ciò che resta all'interno dell'area aeroportuale dell'originario paesaggio che in ere remote occupava gran parte della pianura; la regimazione delle acque nella piana attorno all'area aeroportuale è regolata fin dalla seconda metà del Cinquecento da un canale artificiale principale denominato Fosso Reale.

  • Orografia: pianeggiante
  • Idrografia: Fosso Reale e canali perimetrali di scolo delle acque dell'aeroporto
  • Vegetazione: erbosa

Medie climatiche ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Dati climatologici 1971-2000[modifica | modifica wikitesto]

In base alle medie climatiche del trentennio 1971-2000, le più recenti in uso, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, è di +6,5 °C, mentre quella del mese più caldo, agosto, è di 24,6 °C; mediamente si contano 35 giorni di gelo all'anno e 62 giorni annui con temperatura massima uguale o superiore ai 30 °C. Nel trentennio esaminato, i valori estremi di temperatura sono i +42,6 °C del luglio 1983 e i -23,0 °C del gennaio 1985.

Le precipitazioni medie annue si attestano a 873 mm, mediamente distribuite in 88 giorni, con minimo relativo in estate, picco massimo in autunno e massimo secondario in primavera.

L'umidità relativa media annua fa registrare il valore di 70,1% con minimo di 65% a luglio e massimi di 76% a novembre e a dicembre; mediamente si contano 27 giorni all'anno con episodi nebbiosi.

Di seguito è riportata la tabella con le medie climatiche e i valori massimi e minimi assoluti registrati nel trantennio 1971-2000 e pubblicati nell'Atlante Climatico d'Italia del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare relativo al medesimo trentennio.[4]

Firenze Peretola
(1971-2000)
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 10,912,515,718,523,727,731,431,526,720,914,711,111,519,330,220,820,4
T. mediaC) 6,57,510,313,017,721,424,624,620,515,59,96,86,913,723,515,314,9
T. min. mediaC) 2,02,54,97,511,615,017,717,714,410,15,12,62,48,016,89,99,3
T. max. assolutaC) 19,0
(1985)
23,4
(1991)
25,8
(1989)
28,7
(1993)
33,8
(1979)
37,0
(1982)
42,6
(1983)
39,5
(1974)
36,0
(1973)
30,8
(1985)
25,2
(1984)
20,4
(1989)
23,433,842,636,042,6
T. min. assolutaC) −23,0
(1985)
−9,9
(1993)
−8,0
(1973)
−2,2
(1986)
3,6
(1982)
5,6
(1975)
10,2
(1971)
9,6
(1995)
3,6
(1977)
−1,4
(1974)
−6,0
(1983)
−9,0
(1973)
−23,0−8,05,6−6,0−23,0
Giorni di calura (Tmax ≥ 30 °C) 0,00,00,00,01,59,122,521,56,00,00,00,00,01,553,16,060,6
Giorni di gelo (Tmin ≤ 0 °C) 9,78,23,80,30,00,00,00,00,00,14,28,826,74,10,04,335,1
Precipitazioni (mm) 60,563,763,586,470,057,136,756,079,6104,2113,681,3205,5219,9149,8297,4872,6
Giorni di pioggia 8,37,17,59,78,46,33,55,46,28,59,08,323,725,615,223,788,2
Giorni di nebbia 6,83,01,40,80,20,10,00,10,72,55,36,416,22,40,28,527,3
Umidità relativa media (%) 74686768696865667074767672,76866,373,370,1
Andamento della temperatura media annua dal 1971 al 2000

Dati climatologici 1961-1990[modifica | modifica wikitesto]

In base alla media trentennale di riferimento 1961-1990, ancora in uso per l'Organizzazione meteorologica mondiale e definito Climate Normal (CLINO), la temperatura media del mese più freddo, gennaio, si attesta a +5,8 °C; quella del mese più caldo, luglio, è di +24,3 °C. Mediamente, si contano 41 giorni di gelo all'anno. I valori estremi registrati dalla stazione meteorologica sottolineano, inoltre, le spiccate escursioni termiche stagionali, avendo toccato i +42,6 °C di massima del 26 luglio 1983 e i −23,2 °C di minima del 12 gennaio 1985. Proprio nel 1985, la temperatura minima di −23,2 °C fu seguita da una temperatura massima estiva di +38,8 °C, che determinò un'escursione termica annua di ben 62 °C, valore finora mai eguagliato in Italia. Inoltre, è da segnalare che nel medesimo anno si registrarono, sia la temperatura minima assoluta che la massima assoluta per il mese di gennaio: ai −23,0 °C del giorno 12 seguirono i +19 °C del 23 gennaio. Nel trentennio esaminato, la media delle temperature massime assolute annue è di +37,5 °C, mentre la media delle minime assolute annue si attesta a -8,1 °C.

La nuvolosità media annua si attesta a 4,2 okta giornalieri, con massimo di 5,1 okta giornalieri in dicembre e minimo di 2,7 okta giornalieri in luglio.

Le precipitazioni medie annue si aggirano attorno ai 900 mm, distribuite in 92 giorni, con un picco in autunno ed un massimo secondario in primavera.

L'umidità relativa media annua fa registrare il valore di 70,3% con minimo di 65% a luglio e massimo di 78% a dicembre.

La pressione atmosferica media annua normalizzata al livello del mare si attesta a 1015,3 hPa, con massimo di 1018 hPa ad ottobre e minimo di 1013 hPa ad aprile.

Il vento presenta una velocità media annua pari a 4 m/s, con minimo di 3,6 m/s ad agosto e massimi di 4,3 m/s a febbraio, a marzo e ad ottobre; le direzioni prevalenti sono di tramontana tra novembre e febbraio e nel mese di aprile, di grecale a marzo, a settembre e ad ottobre, di libeccio a maggio e di ponente tra giugno ed agosto.

Nella tabella sottostante sono riportate le medie del trentennio 1961-1990.[5][6][7][8][9][10]

Firenze Peretola
(1961-1990)
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 10,112,015,018,823,427,331,130,626,621,114,910,410,819,129,720,920,1
T. min. mediaC) 1,42,84,97,711,314,717,217,014,210,05,52,42,28,016,39,99,1
T. max. assolutaC) 19,0
(1985)
23,0
(1990)
25,5
(1968)
29,2
(1968)
33,8
(1979)
37,0
(1982)
42,6
(1983)
39,5
(1974)
36,0
(1973)
30,8
(1985)
25,2
(1984)
20,4
(1989)
23,033,842,636,042,6
T. min. assolutaC) −23,0
(1985)
−8,4
(1963)
−8,0
(1973)
−3,0
(1970)
1,0
(1962)
5,6
(1975)
8,2
(1970)
9,2
(1963)
3,6
(1977)
−2,6
(1970)
−6,0
(1983)
−9,0
(1973)
−23,0−8,05,6−6,0−23,0
Giorni di gelo (Tmin ≤ 0 °C) 12,08,54,30,50,00,00,00,00,00,24,79,730,24,80,04,939,9
Nuvolosità (okta al giorno) 4,94,74,74,94,43,82,72,83,33,84,95,14,94,73,14,04,2
Precipitazioni (mm) 73,169,280,177,572,654,739,676,177,587,8111,291,3233,6230,2170,4276,5910,7
Giorni di pioggia 9,48,48,69,18,66,33,55,95,77,410,08,826,626,315,723,191,7
Umidità relativa media (%) 76706668686865666973767874,767,366,372,770,3
Pressione a 0 metri s.l.m. (hPa) 1 0171 0151 0151 0131 0151 0151 0151 0141 0171 0181 0151 0141 015,31 014,31 014,71 016,71 015,3
Vento (direzione-m/s) N
4,2
N
4,3
NE
4,3
N
4,1
SW
3,8
W
3,8
W
3,8
W
3,6
NE
3,8
NE
4,3
N
4,2
N
4,2
4,24,13,74,14,0
Andamento della temperatura media annua dal 1961 al 1990

Dati climatologici 1951-1980[modifica | modifica wikitesto]

In base alle medie climatiche 1951-1980, la temperatura media del mese più caldo, luglio, si attesta a +23,7 °C, mentre la temperatura media del mese più freddo, gennaio, fa registrare il valore di +5,8 °C.[11][12] Nel trentennio esaminato, la temperatura massima più elevata di +39,9 °C è stata registrata nell'agosto 1958, mentre la temperatura minima più bassa di -12,8 °C risale al gennaio 1968.

Le precipitazioni medie annue si attestano a 898,4 mm, con picco massimo in autunno e con minimo relativo in estate.[13]

Firenze Peretola
(1951-1980)
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 9,811,714,718,623,227,230,530,226,220,614,610,310,618,829,320,519,8
T. min. mediaC) 1,83,04,97,511,314,716,816,614,19,96,02,82,57,916,010,09,1
T. max. assolutaC) 18,7
(1962)
21,4
(1973)
25,5
(1968)
29,2
(1968)
33,8
(1979)
35,7
(1952)
39,6
(1952)
39,9
(1958)
36,0
(1973)
30,7
(1956)
24,0
(1963)
19,0
(1954)
21,433,839,936,039,9
T. min. assolutaC) −12,8
(1968)
−11,4
(1956)
−8,0
(1973)
−3,0
(1970)
1,0
(1957)
5,6
(1975)
8,0
(1954)
9,2
(1963)
3,6
(1977)
−2,6
(1970)
−5,6
(1954)
−9,0
(1973)
−12,8−8,05,6−5,6−12,8
Precipitazioni (mm) 78,779,177,275,169,248,236,462,374,389,5114,194,3252,1221,5146,9277,9898,4
Andamento della temperatura media annua dal 1951 al 1980

Dati climatologici 1941-1970[modifica | modifica wikitesto]

In base alle medie climatiche 1941-1970, effettivamente calcolate tra il 1946 e il 1970, la temperatura media del mese più caldo, luglio, si attesta a +24,0 °C, mentre la temperatura media del mese più freddo, gennaio, fa registrare il valore di +5,5 °C. Nel medesimo periodo esaminato tra il 1946 e il 1970, la temperatura massima più elevata di +40,6 °C è stata registrata nell'agosto 1947, mentre la temperatura minima più bassa di -12,8 °C risale al gennaio 1968.

Le precipitazioni medie annue, calcolate in modo effettivo nel periodo 1946-1970, si attestano a 922,7 mm annui, con picco massimo in autunno e minimo relativo in estate.[14][15]

Firenze Peretola
(1941-1970)
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 9,411,514,819,323,427,730,930,426,721,014,910,110,319,229,720,920,0
T. min. mediaC) 1,62,64,87,911,614,817,016,714,410,46,62,82,38,116,210,59,3
T. max. assolutaC) 18,7
(1962)
21,4
(1949)
25,5
(1968)
30,6
(1949)
32,8
(1953)
37,2
(1947)
40,2
(1947)
40,6
(1947)
36,7
(1949)
30,7
(1956)
24,0
(1963)
19,0
(1954)
21,432,840,636,740,6
T. min. assolutaC) −12,8
(1968)
−11,4
(1956)
−11,6
(1949)
−3,0
(1970)
1,0
(1957)
6,8
(1955)
8,0
(1954)
9,2
(1963)
5,0
(1964)
−2,6
(1970)
−5,6
(1954)
−7,4
(1970)
−12,8−11,66,8−5,6−12,8
Precipitazioni (mm) 85,483,073,270,968,652,932,652,278,6102,8125,696,9265,3212,7137,7307,0922,7

Dati climatologici 1931-1960[modifica | modifica wikitesto]

In base alle medie climatiche 1931-1960, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, è di +4,9 °C (contro i +5,8 °C della media 1961-1990) mentre quella del mese più caldo, luglio, si attesta a +24,9 °C (contro i +24,2 °C della media 1961-1990); la temperatura media annua fa registrare il valore di +14,8 °C (contro i +14,6 °C della media 1961-1990).

Mediamente si contano 32 giorni di gelo all'anno (contro i 41 della media 1961-1990) e 117 giornate in cui si registrano precipitazioni, anche se inferiori alla soglia di 1 mm del giorno di pioggia.[16]

Firenze Peretola
(1931-1960)
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 8,011,415,119,723,427,532,031,227,420,414,29,89,719,430,220,720,0
T. min. mediaC) 1,82,85,28,312,014,617,816,515,010,56,23,02,58,516,310,69,5
Giorni di gelo (Tmin ≤ 0 °C) 10831000000282640232
Giorni di pioggia 991112111055813121230342033117

Valori estremi[modifica | modifica wikitesto]

Temperature estreme mensili dal 1944 in poi[modifica | modifica wikitesto]

Nella tabella sottostante sono riportate le temperature massime e minime assolute mensili, stagionali ed annuali dal 1º ottobre 1944 in poi, con il relativo anno in cui si queste sono state registrate[17][18][19]

Firenze Peretola
(1944-2017)
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. assolutaC) 19,0
(1985)
23,4
(1991)
26,7
(2017)
31,2
(2012)
35,0
(2009)
38,6
(2003)
42,6
(1983)
41,3
(2017)
36,7
(1949)
31,6
(2011)
27,0
(2004)
20,4
(1989)
23,435,042,636,742,6
T. min. assolutaC) −23,0
(1985)
−11,4
(1956)
−11,6
(1949)
−3,2
(2003)
1,0
(1957)
5,6
(1975)
8,0
(1954)
9,2
(1963)
3,6
(1977)
−2,6
(1970)
−6,0
(1981)
−10,2
(2005)
−23,0−11,65,6−6,0−23,0

Analizzando i dati, si può verificare che i record di caldo superati negli ultimi anni sono quelli delle temperature massime assolute di aprile, maggio, giugno, agosto, ottobre e novembre, registrati rispettivamente nel 2012 con +31,2 °C (precedente nel 1949 con +30,6 °C), nel 2009 con +35,0 °C, nel 2003 con +38,6 °C (precedente nel 1945 con una temperatura massima oraria di +38,5 °C), nel 2017 con +41,3 °C (precedente nel 2003 con +41,1 °C), nel 2011 con +31,6 °C e nel 2004 con +27 °C (precedente nel 1984 con +25 °C). Al tempo stesso, nell'ultimo decennio sono stati superati anche i record di freddo per i mesi di aprile e di dicembre, rispettivamente nel 2003 con −3,2 °C e nel 2005 con −10,2 °C. Tutto ciò rientra nelle normali casistiche a livello statistico, che si limitano peraltro al periodo successivo al 1946, senza poter verificare eventuali valori superiori o inferiori che potrebbero essere stati registrati nella storia della stazione meteorologica nel periodo antecedente a quello esaminato.

Temperature estreme decadali dal 1944 in poi[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportate le temperature estreme decadali registrate dal 1º ottobre 1944 in poi, con la relativa data in cui si sono verificate.

Decadi Temperature massime assolute e relative date Temperature minime assolute e relative date
1°-10 gennaio +18,7 °C il 1º gennaio 1962 -16,0 °C il 10 gennaio 1985
11-20 gennaio +18,8 °C il 14 gennaio 1997 -23,0 °C il 12 gennaio 1985
21-31 gennaio +19,0 °C il 23 gennaio 1985 -10,0 °C il 24 gennaio 1964
1°-10 febbraio +21,4 °C il 5 febbraio 1973 e l'8 febbraio 1989 -9,4 °C il 7 febbraio 1991
11-20 febbraio +20,9 °C il 12 febbraio 2001 -11,4 °C il 16 febbraio 1956
21-29 febbraio +23,4 °C il 25 febbraio 1991 -9,9 °C il 24 febbraio 1993
1°-10 marzo +23,8 °C il 10 marzo 1994 -11,6 °C il 5 marzo 1949
11-20 marzo +25,1 °C il 17 marzo 2004 -6,4 °C il 16 marzo 1952
21-31 marzo +26,7 °C il 30 marzo 2017 -4,0 °C il 23 marzo 1958 e il 29 marzo 1993
1°-10 aprile +28,4 °C l'8 aprile 1961 -3,2 °C l'8 aprile 2003
11-20 aprile +28,2 °C il 20 aprile 1968 e il 17 aprile 2013 -2,2 °C il 14 aprile 1986
21-30 aprile +31,2 °C il 28 aprile 2012 +0,2 °C il 21 aprile 2017
1°-10 maggio +32,5 °C il 5 maggio 1973 +1,0 °C l'8 maggio 1957, il 2 maggio 1962 e il 1º maggio 1970
11-20 maggio +33,5 °C il 16 maggio 1945 +2,5 °C il 12 maggio 1949
21-31 maggio +35,0 °C il 25 maggio 2009 +3,4 °C il 24 maggio 1952
1°-10 giugno +36,2 °C l'8 giugno 2014 +5,6 °C il 7 giugno 1975
11-20 giugno +38,6 °C il 14 giugno 2003 +5,8 °C il 17 giugno 1983
21-30 giugno +38,5 °C il 25 giugno 1945 +8,0 °C il 28 giugno 1980
1°-10 luglio +39,6 °C il 6 luglio 1952 +8,0 °C l'8 luglio 1954
11-20 luglio +38,6 °C il 16 luglio 1982 e il 18 luglio 2007 +8,2 °C il 17 luglio 1970
21-31 luglio +42,6 °C il 26 luglio 1983 +11,2 °C il 23 luglio 1968
1°-10 agosto +41,3 °C il 1º agosto 2017 +10,2 °C il 10 agosto 1955
11-20 agosto +40,1 °C il 20 agosto 2012 +9,8 °C il 20 agosto 1968
21-31 agosto +40,5 °C il 21 agosto 2011 +9,2 °C il 22 agosto 1963
1°-10 settembre +36,7 °C il 5 settembre 1949[20] +8,0 °C l'8 settembre 1971 e il 1º settembre 1995
11-20 settembre +35,4 °C il 13 settembre 2016 +4,8 °C il 16 settembre 1988
21-30 settembre +33,8 °C il 21 settembre 1993 +3,6 °C il 29 settembre 1977
1°-10 ottobre +31,6 °C il 2 ottobre 2011 +1,0 °C il 7 ottobre 1971
11-20 ottobre +30,0 °C il 12 ottobre 1990 +0,6 °C il 20 ottobre 2009
21-31 ottobre +27,7 °C il 27 ottobre 2006 e il 21 ottobre 2012 -2,6 °C il 25 ottobre 1970
1°-10 novembre +27,0 °C il 3 novembre 2004 -4,4 °C il 10 novembre 1981
11-20 novembre +24,0 °C il 16 novembre 1963 -6,0 °C il 17 novembre 1981 e il 20 novembre 1983
21-30 novembre +21,4 °C il 22 novembre 1990 -5,6 °C il 22 novembre 1954 e il 25 novembre 1975
1°-10 dicembre +19,6 °C il 7 dicembre 2006 -9,0 °C il 2 dicembre 1973
11-20 dicembre +20,4 °C il 16 dicembre 1989 -8,8 °C il 18 dicembre 2010
21-31 dicembre +18,9 °C il 23 dicembre 1995 -10,2 °C il 30 dicembre 2005

Da notare che in alcune decadi invernali non sono state ancora sfruttate interamente tutte le potenzialità per le temperature rigide, così come parallelamente alcune decadi estive non hanno sfruttato ancora a pieno le loro potenzialità per i picchi massimi di caldo.

Approfondimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il caldo a Firenze[modifica | modifica wikitesto]

Normalmente, ogni estate fa registrare presso la stazione meteorologica alcune punte massime attorno ai 37-38 °C, che risultano molto ricorrenti nelle serie storiche.

Per quanto riguarda i valori massimi registrati alla stazione meteorologica di Firenze Peretola dal 1945 in poi, 15 volte sono stati raggiunti o superati i +40 °C. I +40,0 °C si sono registrati il 22 agosto 2011 e il 5 agosto 2017; i +40,1 °C il 20 agosto 2012; i +40,2 °C sono stati rilevati il 21 e il 24 luglio 1945 (temperature massime non effettive corrispondenti ai dati orari più elevati delle rispettive giornate registrati sotto la gestione statunitense) e il 30 luglio 1947; i +40,3 °C sono stati rilevati il 2 agosto 2017, i +40,5 °C sono stati toccati il 21 agosto 2011; valori di +40,6 °C si sono toccati il 2 agosto 1947, il 31 luglio 1983 e il 6 agosto 2003; i +41,1 °C sono stati registrati il 5 agosto 2003, i +41,3 °C sono stati rilevato il 1º agosto 2017 (record per agosto) e i +41,6 °C si sono toccati il 27 luglio 1983. Il record assoluto, coincidente con quello di luglio, è il valore di +42,6 °C registrato il 26 luglio 1983. Valori numericamente approssimabili per eccesso a +40 °C sono stati i +39,9 °C del 1º agosto 1958 e del 19 agosto 2012, i +39,8 °C registrati per due volte nel luglio 1983 e il 3 agosto 2017, i +39,7 °C il 29 luglio 1947 e il 20 agosto 2009, i +39,6 °C il 7 luglio 1952, il 29 luglio 2005 e il 19 agosto 2009, i +39,5 °C il 31 luglio 1958, il 17 agosto 1974 e il 31 luglio 2017. Da notare infine che, finora, soltanto nel 1947 sono stati superati i 40 °C sia nel mese di luglio che in quello di agosto. Di seguito, sono riportate le tabelle con alcuni dei valori più elevati che si sono verificati dal 1946 in poi (i quattordici valori più elevati della serie sono riportati in quella di sinistra).[21]

Temperatura (1°-14°) Data
+42,6 °C 26 luglio 1983
+41,6 °C 27 luglio 1983
+41,3 °C 1º agosto 2017
+41,1 °C 5 agosto 2003
+40,6 °C 2 agosto 1947
+40,6 °C 31 luglio 1983
+40,6 °C 6 agosto 2003
+40,5 °C 21 agosto 2011
+40,3 °C 2 agosto 2017
+40,2 °C 21 luglio 1945
+40,2 °C 24 luglio 1945
+40,2 °C 30 luglio 1947
+40,1 °C 20 agosto 2012
+40,0 °C 22 agosto 2011
Temperatura (15°-28°) Data
+40,0 °C 5 agosto 2017
+39,9 °C 1º agosto 1958
+39,9 °C 19 agosto 2012
+39,8 °C 25 luglio 1983
+39,8 °C 28 luglio 1983
+39,8 °C 3 agosto 2017
+39,7 °C 29 luglio 1947
+39,7 °C 20 agosto 2009
+39,6 °C 7 luglio 1952
+39,6 °C 29 luglio 2005
+39,6 °C 19 agosto 2009
+39,5 °C 31 luglio 1958
+39,5 °C 17 agosto 1974
+39,5 °C 31 luglio 2017

Il gelo a Firenze[modifica | modifica wikitesto]

A Firenze ogni inverno, ma talvolta anche nella seconda metà dell'autunno e nella prima parte della stagione primaverile si registrano giornate con temperature minime sotto lo zero (41 per la media CLINO), talvolta di diversi gradi in caso di forte inversione o di innevamento del suolo e conseguente effetto albedo. In alcuni rari casi le rigide temperature nottune possono essere accompagnate da temperature massime anch'esse molto basse, prossime o anche appena al di sotto degli 0 °C, soprattutto in giornate caratterizzate da forti venti di tramontana o grecale con afflusso di aria artica continentale come durante il buran del dicembre 1996 quando il 27, 28 e 29 furono registrate massime rispettivamente di +0,8 °C, +0,9 °C e +0,8 °C, in presenza di nubi basse per debole flusso umido di libeccio che segue periodi di freddo intenso come nel caso del 17 dicembre 2010 quando la massima fu di -1,0 °C oppure in presenza di neve al suolo con forte inversione come durante l'ondata di freddo del gennaio 1985, quando nei giorni 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11 e 12 le massime furono rispettivamente di -0,4 °C, -1,6 °C, -0,2 °C, -1,6 °C, -0,6 °C, +0,2 °C, -0,4 °C e 0,0 °C.

La temperatura minima assoluta, risalente al 12 gennaio 1985, toccò il valore di −23,0 °C quando l'effetto albedo raggiunse il suo apice a causa della serenità del cielo e della calma di vento che seguì le precedenti abbondanti nevicate. In totale si sono registrate 13 minime uguali o inferiori ai -10,0 °C, di cui 5 durante l'ondata di freddo del gennaio 1985, infatti in quel mese, oltre al record mensile ed assoluto di -23,0 °C del 12 gennaio, si sono avuti -22,2 °C l'11 gennaio, -16,0 °C il 10 gennaio, -13,4 °C il 13 gennaio e -10,4 °C l'8 gennaio, 3 volte i -10,0 °C sono stati superati nel gennaio 1968 con -12,8 °C il 14 gennaio, -12,2 °C il 12 gennaio e -10,0 °C il 13 gennaio, 2 volte durante l'ondata di freddo del febbraio 1956 con -11,4 °C il 16 febbraio (record per febbraio) e -10,9 °C il 15 febbraio e altri tre picchi isolati di -11,6 °C il 5 marzo 1949 (record per marzo), di -10,2 °C il 30 dicembre 2005 (record per dicembre) e di -10,0 °C il 24 gennaio 1964. Altri valori prossimi ai -10,0 °C sono i -9,9 °C del 24 febbraio 1993, -9,8 °C il 25 gennaio 1963, i -9,4 °C del 7 febbraio 1991 e i -9,2 °C dell'11 gennaio 1981 e del 9 gennaio 1987.

Temperatura (1°-14°) Data
-23,0 °C 12 gennaio 1985
-22,2 °C 11 gennaio 1985
-16,0 °C 10 gennaio 1985
-13,4 °C 13 gennaio 1985
-12,8 °C 14 gennaio 1968
-12,2 °C 12 gennaio 1968
-11,6 °C 5 marzo 1949
-11,4 °C 16 febbraio 1956
-10,9 °C 15 febbraio 1956
-10,4 °C 8 gennaio 1985
-10,2 °C 30 dicembre 2005
-10,0 °C 24 gennaio 1964
-10,0 °C 13 gennaio 1968
-9,9 °C 24 febbraio 1993
Temperatura (15°-28°) Data
-9,8 °C 25 gennaio 1963
-9,4 °C 7 febbraio 1991
-9,2 °C 11 gennaio 1981
-9,2 °C 9 gennaio 1987
-9,0 °C 26 gennaio 1963
-9,0 °C 20 gennaio 1964
-9,0 °C 10 gennaio 1968
-9,0 °C 2 dicembre 1973
-9,0 °C 3 gennaio 1979
-8,8 °C 18 dicembre 2010
-8,6 °C 1º dicembre 1973
-8,4 °C 1º febbraio 1963
-8,4 °C 10 gennaio 1981
-8,3 °C 2 gennaio 2002

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La meteorologia sull'Aeroporto di Ciampino (seconda parte di tre): Carta delle stazioni del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare nel 1939
  2. ^ Il flusso dell'informazione meteorologica: Rete sinottica nazionale, pag. 7
  3. ^ ENAV: LIRQ Firenze Peretola, 11 Informazioni meteorologiche, 10) Informazioni climatologiche e informazioni supplementari
  4. ^ http://clima.meteoam.it/AtlanteClimatico/pdf/%28170%29Firenze%20Peretola.pdf Tabelle climatiche 1971-2000 della stazione meteorologica di Firenze Peretola dall'Atlante Climatico 1971-2000 del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare
  5. ^ http://www.meteoam.it Tabelle e grafici climatici
  6. ^ http://www.scia.sinanet.apat.it/sciaweb/scia_valori_tabelle.html Tabelle climatiche 1961-1990 del Sistema nazionale di raccolta, elaborazione e diffusione di dati Climatologici di Interesse Ambientale dell'APAT
  7. ^ http://clima.meteoam.it/web_clima_sysman/Clino6190/CLINO170.txt Medie climatiche 1961-1990
  8. ^ http://www.eurometeo.com/italian/climate Dati climatologici medi
  9. ^ http://www.worldclimate.com/cgi-bin/data.pl?ref=N43E011+4102+16170W Average sea-level pressure
  10. ^ http://clisun.casaccia.enea.it/Profili/tabelle/319%20%5BFirenze%5D%20Firenze%20Peretola.Txt Direzione e intensità dei venti prevalenti
  11. ^ http://www.worldclimate.com/cgi-bin/data.pl?ref=N43E011+1200+0050318G2 Firenze Peretola: Average Maximum Temperature 1951-1980
  12. ^ http://www.worldclimate.com/cgi-bin/data.pl?ref=N43E011+1204+0050318G2 Firenze Peretola: Average Minimum Temperature 1951-1980
  13. ^ Serie temporali 1951-1980 del Sistema nazionale di raccolta, elaborazione e diffusione di dati Climatologici di Interesse Ambientale dell'APAT
  14. ^ Aeronautica Militare Italiana, Ispettorato delle Telecomunicazioni e dell'Assistenza al Volo (Servizio Meteorologico). Frequenze e medie delle osservazioni eseguite nel ventennio 1946-65. Stazione meteorologica di Firenze Peretola. Roma, edizione 1969.
  15. ^ Serie temporali 1951-1970 del Sistema nazionale di raccolta, elaborazione e diffusione di dati Climatologici di Interesse Ambientale dell'APAT
  16. ^ Edmondo Bernacca. Che tempo farà. Arnoldo Mondadori Editore, 1973 (I ristampa), tabelle di pag. 168, 169, 171, 178.
  17. ^ Estremi Luglio
  18. ^ Firenze Peretola: record mensili dal 1944
  19. ^ Ministero della Difesa – Aeronautica, Ispettorato delle Telecomunicazioni e dell'Assistenza al Volo (Servizio Meteorologico). Fisionomia climatica delle principali località italiane (decennio 1946-1955). Roma, 1961.
  20. ^ Secondo quanto riportato da alcuni giornali, la temperatura massima del 5 settembre 1949 fu di +38,2 °C, fonte: "La Stampa, Perdura il caldo tropicale su tutta la penisola italiana. Primato a Firenze con 38,2, Anno V n. 213 (mercoledì 7 settembre 1949): pag. 4"
  21. ^ Estremi Agosto

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aeronautica Militare Italiana, Ispettorato delle Telecomunicazioni e dell'Assistenza al Volo (Servizio Meteorologico). Frequenze e medie delle osservazioni eseguite nel ventennio 1946-65. Stazione meteorologica di Firenze Peretola. Roma, edizione 1969.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]