Stazione di Villafranca-Bagnone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Villafranca-Bagnone
già Villafranca Lunigiana
stazione ferroviaria
Villafranca-Bagnone staz ferr.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàVillafranca in Lunigiana
Coordinate44°17′39.84″N 9°56′53.95″E / 44.2944°N 9.94832°E44.2944; 9.94832Coordinate: 44°17′39.84″N 9°56′53.95″E / 44.2944°N 9.94832°E44.2944; 9.94832
LineePontremolese
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante
Stato attualeIn uso
Attivazione1888
Binari2
InterscambiAutolinee Toscana Nord ATN
DintorniLunigiana

La stazione di Villafranca-Bagnone è una stazione ferroviaria posta sulla linea Parma-La Spezia, comunemente chiamata "Pontremolese", che serve il comune lunigianese di Villafranca e i relativi dintorni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione venne attivata il 15 novembre 1888, all'apertura della tratta da Vezzano Ligure a Pontremoli della ferrovia Pontremolese[1].

Nel 1904 vennero effettuati dei lavori di potenziamento alla bilancia a ponte da 20 tonnellate dello scalo merci; essi costarono 1250 lire[2].

{{|Negli anni '60 era denominata "Villafranca Lunigiana"}}[3].

La stazione è stata, nei primi anni del 2000, sottoposta ad ammodernamento, che ha portato alla rimozione di due dei quattro binari e del marciapiede interposto tra il binario 1 e 2 per far spazio ad un nuovo marciapiede collocato oltre il binario 2 con l'aggiunta di un sottopassaggio. Sono stati altresì rimossi anche i binari utilizzati per il carico e scarico delle merci precedentemente collocati in prossimità del sovrappassaggio stradale posto all'uscita della stazione lato Pontremoli.

Un tempo presenziata, la stazione risulta dai primi del 2000 impresenziata. Il fabbricato viaggiatori è ora abitazione privata.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di un fabbricato viaggiatori, di una sala di aspetto, di un sistema di biglietteria automatico e di un piccolo bar adiacente al fabbricato viaggiatori. Ha due binari serviti da banchina. Fino ai primi anni 2000, prima degli ultimi ammodernamenti al piano di ferro, aveva un piccolo gabbiotto posto sulla prima banchina. Esso fungeva da sala di manovra per il dirigente movimento e, grazie ai comandi posti al suo interno, si potevano posizionare nella corretta posizione tutti i deviatoi che immettevano negli ex binari 3, 4, 2 (ancora in uso) e ad impostare il colore dei segnali luminosi.

La stazione aveva anche un piccolo scalo merci composto da un fabbricato merci, da un piano caricatore e da dei binari che lo collegavano al resto del fascio binari.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Alla stazione fermano tutti i treni regionali circolanti sulla linea.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Sala d'Attesa Sala d'attesa
  • Bar Bar
  • Servizi igienici Servizi igienici

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Nel piazzale antistante la stazione è collocata una fermata delle Autolinee Toscana Nord (ATN) che permette l'interscambio treno-autobus in modo da consentire il raggiungimento delle località limitrofe.

  • Fermata autobus Fermata autobus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ufficio Centrale di Statistica delle Ferrovie dello Stato, Prospetto cronologico dei tratti di ferrovia aperti all'esercizio dal 1839 al 31 dicembre 1926, su Trenidicarta.it, Alessandro Tuzza, 1927. URL consultato il 4 gennaio 2014.
  2. ^ Rivista generale delle ferrovie e dei lavori pubblici, op. cit.
  3. ^ Il nome è tratto dalla scritta presente sulla cartolina storica "Fabbricato viaggiatori negli anni '60".

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]