Stazione di Venaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Venaria
stazione ferroviaria
Venaria, stazione FTN.JPG
L'impianto nei primi anni dell'elettrificazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàVenaria Reale
Coordinate45°07′56.28″N 7°38′05.57″E / 45.1323°N 7.63488°E45.1323; 7.63488
Lineeferrovia Torino-Ceres
Storia
Stato attualein uso
Attivazione1868
Caratteristiche
Tipostazione in trincea, passante
Binari3
OperatoriGTT
InterscambiAutolinee interurbane
DintorniReggia di Venaria Reale
Parco Regionale La Mandria

La stazione di Venaria è una stazione ferroviaria posta sulla linea Torino-Ceres, a servizio dell'omonimo comune.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione era stata progettata originariamente direttamente dall'ingegnere Cappuccio nel 1867 e costituiva un unicum nel panorama delle stazioni ferroviarie italiane, in quanto il fabbricato viaggiatori era una costruzione di due piani posta a cavallo dei binari lungo il sovrappassaggio della ferrovia di viale Roma.

All'inizio degli anni novanta del XX secolo, lo stabile dovette essere abbattuto a causa dei lavori di raddoppio del binario: al suo posto venne costruito un nuovo fabbricato in stile postmoderno. La stazione venne riaperta il 21 dicembre 1991[1]. La stazione attuale è anch'essa posta a cavallo della ferrovia, ma con solo più un piano fuori terra, tetto a falde con struttura in acciaio e rivestimento in lamiera. La stazione ha tre binari, di cui uno di servizio.

Nuova facciata stazione di Venaria

Dal 25 agosto 2020 è diventata il capolinea provvisorio della Torino Ceres a causa della soppressione delle stazioni di Torino Dora GTT e Madonna di Campagna causata dai lavori per l'allacciamento della Torino Ceres al passante ferroviario di Torino.

A causa di lavori che riguardano il ponte prima della stazione, quest'ultima è risultata da dicembre 2020 a gennaio 2022 senza traffico con il capolinea della Torino Ceres momentaneamente spostato alla stazione di Borgaro.
Dal 1º febbraio 2022 il capolinea è tornato nuovamente a Venaria, con la stazione stessa ristrutturata e modificata nella facciata d'accesso.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

SFM di Torino
Linea SFM A
White dot.svg  Venaria
White dot.svg  Borgaro
White dot.svg  Caselle
Italian traffic signs - icona aeroporto.svg  White dot.svg  Caselle Aeroporto
White dot.svg  San Maurizio
White dot.svg  Cirié
White dot.svg  Nole
White dot.svg  Villanova-Grosso
White dot.svg  Mathi
White dot.svg  Balangero
White dot.svg  Lanzo
White dot.svg  Germagnano
White dot.svg  Funghera
White dot.svg  Traves
White dot.svg  Losa
White dot.svg  Pessinetto
White dot.svg  Mezzenile
White dot.svg  Ceres

La stazione è servita da treni regionali in servizio sulla relazione denominata linea A del Servizio Ferroviario Metropolitano di Torino, operati da GTT nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Piemonte.

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

In prossimità della stazione, fra il 1888 e il 1951 era possibile l'interscambio con i convogli in servizio sulla tranvia Torino-Venaria Reale. Attualmente è disponibile l'interscambio con la linea 11 di GTT e con la nuova linea SF2 (entrata in servizio il 25 agosto 2020) che serve a garantire il collegamento con la stazione di Torino Porta Susa.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Servizi igienici Servizi igienici
  • Bar Bar

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Notizia flash" su "I Treni Oggi" n. 123 (febbraio 1992), p. 5

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]