Stazione di Ragusa Ibla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ragusa Ibla
già Ragusa Inferiore
stazione ferroviaria
Stazione di Ragusa Ibla Fronte.jpg
La stazione di Ragusa Ibla
Localizzazione
Stato Italia Italia
Località Ragusa, SS 194 km. 83.000
Coordinate 36°55′52.79″N 14°45′01.92″E / 36.931331°N 14.750533°E36.931331; 14.750533Coordinate: 36°55′52.79″N 14°45′01.92″E / 36.931331°N 14.750533°E36.931331; 14.750533
Linee Caltanissetta Xirbi-Gela-Siracusa
Caratteristiche
Tipo Stazione in superficie
Stato attuale senza traffico
Attivazione 1893
Dintorni a 1.8km dal centro abitato
Arrivo della prima locomotiva alla stazione di Ragusa Ibla
Veduta di Ibla dalla stazione.

La stazione di Ragusa Ibla è una stazione ferroviaria passante di superficie situata a nord del centro abitato barocco lungo la linea Caltanissetta Xirbi-Gela-Siracusa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, in origine denominata "Ragusa Inferiore", venne attivata il 18 giugno del 1893 in seguito alla costruzione della ferrovia realizzata dalla Società per le Strade Ferrate della Sicilia[1] per la connessione dei numerosi ed importanti centri abitati delle provincie di Siracusa, Ragusa e Caltanissetta con la Sicilia centrale ed ai porti, di imbarco delle merci di Siracusa, Pozzallo e Licata.

Assunse la denominazione attuale nel 1922[2].

La stazione di Ragusa Ibla perse ogni traffico regolare all'inizio degli anni novanta per lo scarso movimento e il fabbricato venne ceduto a privati. Oggi l'edificio della stazione è stato rimodernato e trasformata in un ristorante.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Ragusa Ibla era dotata di torre dell'acqua e ampio scalo perché qui stazionavano le locomotive da aggiungere per la spinta in coda ai treni pesanti in salita verso Ragusa superiore. Del fascio binari i primi due sono provvisti di banchina per il movimento passeggeri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Piero Muscolino, Le ferrovie della Sicilia sud-orientale, Cortona, Editore Calosci, 1979; Ragusa, EdiARGO, 2006
  • Piero Muscolino, La ferrovia Siracusa-Vittoria-Caltanissetta, in Ingegneria Ferroviaria, maggio 1977, pp. 417-426.
  • Ferrovie dello Stato, Orario generale di servizio, n. 159, valido dal 28 maggio 1995 al 31 maggio 1997, Genova, Istituto grafico Basile, 1995.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]