Stazione di Manfredonia Città

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manfredonia Città
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàManfredonia
Coordinate41°37′35.12″N 15°54′49.6″E / 41.626422°N 15.913777°E41.626422; 15.913777Coordinate: 41°37′35.12″N 15°54′49.6″E / 41.626422°N 15.913777°E41.626422; 15.913777
LineeFoggia-Manfredonia
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, terminale
Stato attualeChiusa nel 1989
Attivazione1934
InterscambiNessuno
Dintorni- Centro cittadino
NoteCompletamente rimossa

La stazione di Manfredonia Città è stata la stazione terminale della Ferrovia Foggia-Manfredonia tra la fine degli anni trenta e il 1989 quando, a causa del traffico della città e della mancanza di protezioni di sicurezza della struttura ferroviaria, la stazione venne definitivamente dismessa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

All'apertura nel 1885 della ferrovia Foggia - Manfredonia, la città di Manfredonia ebbe la sua stazione (ridiventata in seguito quella terminale) nell'estrema periferia[1] e quindi scomoda da raggiungere. Negli anni trenta, dato il forte afflusso di viaggiatori soprattutto nel periodo balneare, venne deciso di prolungare la ferrovia fino al centro della città: nel 1934 venne inaugurato il binario che portava al centro terminando con un tronchino munito di un paraurti e un marciapiede, che prese il nome di Manfredonia Città. Il 22 gennaio 1942 fu attivato anche un binario che conduceva a Manfredonia Marittima, munita di un raddoppio sulla banchina, a servizio del porto[2]. La fermata era situata in Piazza Marconi: tuttavia non si trattava di una stazione vera e propria, ma di un unico binario servito da banchina che costringeva, specialmente nel caso dei treni di materiale ordinario trainati da locomotiva a vapore, ad un difficoltoso regresso attraverso le strade cittadine[3]. Vista la difficile ubicazione della fermata, che era praticamente a raso con la sede stradale e le poche protezioni, senza contare i numerosi disagi per i treni, si decise che durante il periodo estivo i treni ordinari fossero limitati alla stazione di Manfredonia Campagna; questo fino al 1989, quando la stazione venne chiusa definitivamente.

Dati ferroviari[modifica | modifica wikitesto]

La stazione non aveva alcun fabbricato viaggiatori, ma soltanto un binario tronco servito da un marciapiede: alla chiusura della stazione è stato tutto smantellato.

Movimento passeggeri e ferroviario[modifica | modifica wikitesto]

La stazione era particolarmente utilizzata sia in inverno da pendolari, sia in estate da turisti: tuttavia la sua sfavorevole posizione, più simile a una linea tranviaria, l'ha portata alla chiusura. I treni che partivano dalla stazione erano diretti a Foggia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bordonaro Pizzolante, Binari in terra dauna, in Tuttotreno&storia, nº 18, Ponte San Nicolò, Duegi, novembre 2007, pp. 46-53.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]