Statua bronzea di san Pietro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Pietro in cattedra
Saint Peter's Basilica 2016 - 009.jpg
AutoreArnolfo di Cambio
DataXIII secolo
Materialebronzo
UbicazioneBasilica di San Pietro, Vaticano

La statua di San Pietro in cattedra è una scultura bronzea collocata all'interno della basilica di San Pietro in Vaticano.

Fu realizzata molto probabilmente da Arnolfo di Cambio nel Duecento, anche se per molto tempo è stata considerata come una statua risalente al V secolo. In occasione della festività dei santi Pietro e Paolo (29 giugno), patroni della città di Roma, la statua viene vestita con il piviale e la tiara.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Raffigura san Pietro in posizione seduta, con una mano benedicente e l'altra con le chiavi del Regno di Dio. La tradizione vuole che sia atto devoto toccare il piede destro della statua del primo degli apostoli e primo papa, oggi visibilmente rovinato dall'usura dei pellegrini. Di fronte all'opera sono state collocate nel 1971 due torciere, sempre in bronzo, di Egidio Giaroli, mentre un medaglione a mosaico raffigurante papa Pio IX si trova sopra la statua. Venne sistemato qui nel 1871 a seguito della realizzazione del baldacchino sotto cui si trova posta la statua e per ricordare la leggenda secondo cui nessun papa avrebbe mai raggiunto il quarto di secolo di pontificato, che secondo la tradizione corrisponderebbe alla durata del pontificato di san Pietro.

Durante la festività dei santi Pietro e Paolo la statua viene rivestita dei paramenti papali a sottolineare il legame profondo tra San Pietro e la carica di pontefice della chiesa di Cristo.

Copie nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

La statua coi paramenti papali

Nell'ambulacro della cattedrale di Notre-Dame a Parigi, proprio dietro l'altare in linea d'aria, si trova una statua di San Pietro perfettamente identica a quella vaticana.

Un'altra copia esatta è contenuta nella Concattedrale di Gerusalemme; in questo caso, le preghiere offerte ricevono le stesse indulgenze di quelle offerte in Vaticano.[1]

Nel palazzo della Battaglia, Museo delle memorie e del paesaggio nella Terra di Anghiari, esistono le uniche due copie in miniatura, conosciute e visibili al pubblico, della statua romana. Ricalcano perfettamente le forme dell'originale, ma non conservano il trono, probabilmente fatto in materiale deperibile (legno?). Esse si legano alla consuetudine dei pellegrini di portare con sé i "souvenir" dei luoghi oggetto del pellegrinaggio, come la conchiglia di Santiago de Compostela, ma non è chiaro perché si siano ritrovati solamente due oggetti con queste caratteristiche. Nella Basilica di Lecco, sul lato sinistro del vestibolo, è collocata una copia identica all'originale, in legno dipinto a imitazione del bronzo, del primo Novecento. All'interno della Cripta nel complesso del Santuario mariano di Lourdes (Francia) è conservata una copia della statua.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Touring Club Italiano, L'Italia. Roma, (guide rosse), Milano 2004
  • AA VV, Le Memorie Celate, Il Paesaggio Archeologico nella Terra di Anghiari. Catalogo della Mostra, Anghiari 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]