Stanley Cup 1989

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stanley Cup 1989
Squadre123*456Serie
Montréal Canadiens 2442222
Calgary Flames  3 2 34 3 4 4
* terminata ai supplementari
FormatoBest of Seven
Periododal 14 maggio al 25 maggio 1989
StadiForum de Montréal (Montréal)
Olympic Saddledome (Calgary)
AllenatoriCanada Pat Burns (Montréal)
Canada Terry Crisp (Calgary)
CapitaniCanada Bob Gainey (Montréal)
Canada Lanny McDonald e
Canada Jim Peplinski (Calgary)
MVPCanada Al MacInnis
Rete decisivaCanada Doug Gilmour (51:02, G6)

La finale della Stanley Cup 1989 è stata una serie al meglio delle sette gare che ha determinato il campione della National Hockey League per la stagione 1988-89. Al termine dei playoff i Montreal Canadiens, campioni della Prince of Wales Conference, si sfidarono contro i Calgary Flames, campioni nella Clarence S. Campbell Conference. I Flames nella serie finale di Stanley Cup usufruirono del fattore campo in virtù del maggior numero di punti ottenuti nella stagione regolare, 117 punti contro i 101 dei Canadiens. La serie iniziò il 14 maggio e finì il 25 maggio con la conquista da parte dei Flames della Stanley Cup per 4 a 2.[1]

I Flames diventarono la prima franchigia della NHL capace di vincere una Stanley Cup dopo essersi trasferita da un'altra città; infatti la squadra nacque nel 1972 come Atlanta Flames. Da allora altre quattro squadre vi riuscirono: i New Jersey Devils, i Colorado Avalanche, i Dallas Stars e i Carolina Hurricanes. I Flames raggiunsero nuovamente le finali nel 2004 dove furono sconfitti dai Tampa Bay Lightning; in quel lasso di tempo la squadra non vinse più alcuna serie di playoff. Sia Montréal che Calgary furono le uniche due squadre capaci di vincere un titolo negli anni 1980 oltre ai New York Islanders e agli Edmonton Oilers.[2]

Al termine della serie il difensore canadese Al MacInnis fu premiato con il Conn Smythe Trophy, trofeo assegnato al miglior giocatore dei playoff.

Contendenti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stanley Cup playoff 1989.

Montreal Canadiens[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Canadiens de Montréal.

I Montreal Canadiens conclusero la stagione regolare vincendo l'Adams Division con 101 punti. Al primo turno superarono per 4-0 gli Hartford Whalers, mentre in finale di Division sconfissero i Boston Bruins per 4-1. Nella finale della Conference affrontarono i Philadelphia Flyers, vincitori della Patrick Division, e li superarono per 4-2.

Calgary Flames[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Calgary Flames.

I Calgary Flames conclusero la stagione regolare conquistando la Smythe Division con 117 punti che valsero loro anche la vittoria del Presidents' Trophy. Al primo turno sconfissero i Vancouver Canucks, per 4-3, mentre in finale di division superarono per 4-0 i Los Angeles Kings. In finale di Conference sconfissero per 4-1 i campioni della Norris Division, i Chicago Blackhawks.

Serie[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]

Calgary
14 maggio 1989
Montreal Canadiens Rosso Bianco e Blu (Strisce).svg2 – 3
(2-2; 0-1; 0-0)
referto
Giallo Rosso e Nero.svg Calgary FlamesOlympic Saddledome (20.062 spett.)

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]

Calgary
17 maggio 1989
Montreal Canadiens Rosso Bianco e Blu (Strisce).svg4 – 2
(1-0; 1-2; 2-0)
referto
Giallo Rosso e Nero.svg Calgary FlamesOlympic Saddledome (20.062 spett.)

Gara 3[modifica | modifica wikitesto]

Montréal
19 maggio 1989
Calgary Flames Giallo Rosso e Nero.svg3 – 4
(d.t.s.)
(1-1; 1-0; 1-2; 0-0; 0-0)
referto
Rosso Bianco e Blu (Strisce).svg Montreal CanadiensForum de Montréal (17.899 spett.)

Gara 4[modifica | modifica wikitesto]

Montréal
21 maggio 1989
Calgary Flames Giallo Rosso e Nero.svg4 – 2
(0-0; 2-0; 2-2)
referto
Rosso Bianco e Blu (Strisce).svg Montreal CanadiensForum de Montréal (17.907 spett.)

Gara 5[modifica | modifica wikitesto]

Calgary
23 maggio 1989
Montreal Canadiens Rosso Bianco e Blu (Strisce).svg2 – 3
(1-3; 1-0; 0-0)
referto
Giallo Rosso e Nero.svg Calgary FlamesOlympic Saddledome (20.062 spett.)

Gara 6[modifica | modifica wikitesto]

Montréal
25 maggio 1989
Calgary Flames Giallo Rosso e Nero.svg4 – 2
(1-0; 1-1; 2-1)
referto
Rosso Bianco e Blu (Strisce).svg Montreal CanadiensForum de Montréal (17.909 spett.)

Roster dei vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Vincitori della Stanley Cup 1989

Giallo Rosso e Nero.svg

Calgary Flames

Portieri: Mike Vernon, Rick Wamsley

Difensori: Al MacInnis (A), Brad McCrimmon, Dana Murzyn, Ric Nattress, Gary Suter, Jamie Macoun, Rob Ramage

Attaccanti: Joe Mullen, Lanny McDonald (C), Gary Roberts, Colin Patterson, Håkan Loob, Theoren Fleury, Jiří Hrdina, Tim Hunter (A), Mark Hunter, Jim Peplinski (C), Joe Nieuwendyk, Brian MacLellan, Joel Otto, Doug Gilmour

Staff Tecnico: Terry Crisp (Allenatore), Doug Risebrough (Ass. allenatore), Tom Watt (Ass. allenatore)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1989 Stanley Cup Champions: 25 Year Anniversary, matchsticksandgasoline.com, 25-05-2014. URL consultato il 16-06-2015.
  2. ^ (EN) The oral history of the 1989 Stanley Cup champion Calgary Flames, The Hockey News, 16-08-2014. URL consultato il 16-06-2015.
Hockey su ghiaccio Portale Hockey su ghiaccio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hockey su ghiaccio