Stanislaŭ Šuškevič

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stanislaŭ Šuškevič
Šuškievič bchd.jpg

Presidente del Soviet Supremo della Bielorussia
Durata mandato 25 agosto 1991 –
26 gennaio 1994
Predecessore Carica creata
Successore Viačaslaŭ Mikalajevič Kuz'njacoŭ (ad interim)
Aljaksandr Lukašėnka

Dati generali
Partito politico Assemblea Socialdemocratica Bielorussa
Titolo di studio doktor nauk in fisica e matematica
Università Università statale bielorussa
Firma Firma di Stanislaŭ Šuškevič

Stanislaŭ Stanislavavič Šuškevič (in bielorusso: Станісла́ў Станісла́вавіч Шушке́віч?; Minsk, 15 dicembre 1934Minsk, 4 maggio 2022[1]) è stato un politico, fisico e matematico bielorusso, Presidente della repubblica di Bielorussia dal 1991 al 1994.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da giovane, nel 1959, ebbe casualmente occasione di conoscere Lee Harvey Oswald, a cui insegnò il russo nel periodo in cui questi lavorava in una fabbrica di televisori e radio, a Minsk[2].

Eminente scienziato fisico e matematico e membro dell'Accademia delle Scienze della Bielorussia, entrò nella politica attiva dopo il disastro di Černobyl' del 1986, e nel 1990 venne eletto al Parlamento sovietico in quota ai comunisti riformatori.

Dopo il fallito colpo di Stato in Unione Sovietica, e la conseguente proclamazione dell'indipendenza della Bielorussia, il 26 settembre 1991 diventò il primo Presidente della Repubblica bielorussa.

Durante la propria presidenza sostenne riforme economiche indirizzate all'apertura al libero mercato, e riforme politiche volte alla democratizzazione della società. Lanciò un'ondata di privatizzazione delle imprese pubbliche.

Alla fine del 1993 fu costretto alle dimissioni per un voto di sfiducia del Parlamento in seguito ad accuse di corruzione e nel luglio 1994 venne sconfitto alle elezioni presidenziali dal suo avversario Aljaksandr Lukašėnka, tuttora al potere.

Stanislaŭ Šuškevič è morto il 4 maggio 2022 a Minsk all’età di 87 anni, vittima di complicazioni da COVID-19.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RU) Анна Карелина, В Минске умер первый руководитель независимой Беларуси Станислав Шушкевич, su Blizko.by, 4 maggio 2022. URL consultato il 4 maggio 2022.
  2. ^ (EN) Andrew E. Kramer, Intimate Glimpses of Lee Harvey Oswald’s Time in Minsk, in The New York Times, 2 novembre 2012. URL consultato il 24 settembre 2017.
  3. ^ https://ria.ru/20220504/shushkevich-1786722293.html

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Bielorussia Successore Flag of Belarus.svg
carica istituita dal 15 agosto 1991 al 26 gennaio 1994 Viačaslaŭ Kuz'njacoŭ
Controllo di autoritàVIAF (EN62353884 · ISNI (EN0000 0000 8909 105X · LCCN (ENnr89004607 · GND (DE11923937X · BNF (FRcb16768601c (data) · J9U (ENHE987007420319005171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-nr89004607