Stanford Pines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stanford Pines
UniversoGravity Falls
Lingua orig.Inglese
SoprannomeFord
l'Autore
AutoreAlex Hirsch
StudioDisney Television Animation
1ª app.9 marzo 2015 – 15 febbraio 2016
1ª app. inThe Time Traveler's Pig
Ultima app. inWerdmageddon 3: Take Back the Falls
app. it.18 aprile 2016 – 27 maggio 2016
app. it. inIl maialino e l'uomo che viaggiava nel tempo
Voce orig.J. K. Simmons[1][2][3]
Voce italianaDario Oppido
SpecieUmano
SessoMaschio
EtniaAmericana
Luogo di nascitaGlass Shard Beach, New Jersey
Data di nascita15 giugno 1943
ProfessioneInvestigatore del paranormale
Scienziato e ricercatore
Abilità
  • Conoscenza incalcolabile in ogni branca dello scibile umano ed oltre
  • Esperto nel combattimento corpo a corpo
  • Abile con le armi da fuoco
    • Eccellente tiratore
  • Ottimo imitatore

Stanford Filbrick "Ford" Pines è uno dei personaggi principali del cartone animato Gravity Falls, essendo infatti l'autore dei tre libri (Diari). Inoltre è il fratello gemello del prozio Stan, e quindi anch'esso prozio di Dipper e Mabel. Nell'originale è doppiato da J. K. Simmons.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stanford è nato negli anni '50 a Glass Shard Beach, nel New Jersey, assieme a suo fratello gemello Stanley da Filbrick Pines e Ma' Pines. Da evidenziare, come Mabel con Dipper, che Ford venne alla luce prima di Stan.

Da piccoli Ford e Stan erano molto uniti e, nonostante fossero di carattere praticamente opposto (Ford era razionale e geniale già dalla tenera età, Stan era impulsivo e preferiva venire alle mani) formavano il duo perfetto. Ford a questa età veniva spesso preso in giro dagli altri ragazzini per via della sua polidattilia ma Stan trovava sempre un modo di sostenerlo e tirarlo su di morale. Esploravano spesso la spiaggia di Glass Shard in cerca d'avventure o antri nascosti finché non trovarono un relitto di una vecchia barca, che nell'adolescenza misero quasi a nuovo per inseguire il sogno della loro vita: diventare esploratori e cacciatori di tesori viaggiando per tutto il globo. Le cose cambiarono quando Ford costruì per la fiera della scienza del loro istituto una macchina del moto perpetuo funzionante e venne chiamato dal preside del loro istituto il quale, davanti ai suoi genitori, si congratulò per il genio del ragazzo affermando che lo avrebbe atteso un futuro accademico brillante (al contrario di Stan, descritto dal preside come un completo scansafatiche). Quella stessa sera Stan cercò di invogliare Ford a non andare all'università sapendo però che quella fosse l'opportunità della sua vita e Ford gli promette che se il consiglio accademico avesse deciso di non ammetterlo allora avrebbe viaggiato per il mondo con lui. Stan però, in un impeto di rabbia, danneggia il macchinario di Ford e l'indomani Ford viene scartato. Trovando le caramelle che Stan mangiava sempre accanto al suo progetto Ford torna a casa accusando pesantemente Stan, il quale non fa altro che peggiorare la situazione e viene cacciato di casa da Filbrick.

Mentre Stan si ritrova quindi a vagare per gli Stati Uniti in cerca di sostentamento, Ford inizia gli studi universitari finendo per laurearsi con ben tre anni di anticipo e ottenendo cospicui fondi per un dottorato di ricerca. Inizialmente indeciso, Ford opta per usare i fondi nella ricerca del paranormale e dell'inspiegabile finendo infine a Gravity Falls (intanto, nel corso degli anni, ha anche completato diversi corsi universitari ottenendo ben dodici lauree). Nella cittadina trova molte risposte alle sue domande, scoprendo e documentando gli eventi e le creature; nel mentre, Ford continua anche a inventare creando oggetti come il tappeto scambia personalità. Nel corso degli anni passati lì, Ford annota tutte le sue scoperte, gli appunti e le considerazioni nei tre Diari. Dopo sei anni di osservazioni, in cui lo scienziato ha anche messo dimora nella cittadina costruendovi la propria casa-laboratorio, Ford arriva ad un punto di stallo nelle teorie sulla natura di Gravity Falls e per caso si imbatte nei dipinti murali dei primissimi uomini che abitarono quei territori: in essi si parlava di una potente creatura avente conoscenze incommensurabili e Ford, nonostante i glifi avvertivano in maniera assoluta di non richiamare la creatura, ripeté la formula per evocarla. Nonostante all'inizio non sembrasse aver sortito effetto, quando Ford si mette a riposare viene raggiunto dalla creatura nella sua mente (ovvero nel Piano immateriale) ed ivi si presenta a Ford come Bill Cipher, una musa che una volta ogni secolo entra in contatto con una persona intellettuale per ispirarla: Bill però donerà a Ford ciò che cerca solo se gli concederà la libertà di andare e tornare liberamente dalla sua mente; condizione che Ford accetta. Con l'ausilio di Bill, Ford viene a conoscenza di una quantita innumerevole di informazioni non solo su Gravity Falls ma anche sulla natura delle dimensioni parallele, dalle quali proviene gran parte della stranezza che è propria di Gravity Falls. Perciò Ford, curioso di visitare queste dimensioni, crea con Bill i progetti per un portale transdimensionale.

Per farsi aiutare nella costruzione del portale, Ford chiama un suo vecchio collega dell'università: Fiddleford McGucket, il quale è un brillante esperto di ingegneria informatica ed elettronica. Assieme i due iniziano a costruire il portale e nel mentre il rispetto di Ford verso Bill si trasforma in una specie di adorazione che lo porta a collezionare oggetti di forma triangolare e creare sue effigi. Mentre il legame d'amicizia tra Ford e McGucket cresceva in quest'ultimo nascevano però forti dubbi sulla vera natura del marchingegno che stavano costruendo e (poiché non gliel'aveva rivelata) su quella della musa di Ford. Ultimato però il progetto, i due si preparano per un test di prova lanciando un manichino nel portale; McGucket però perde la presa e viene risucchiato per metà nel portale, riuscendo a vedere dall'altra parte e rimanendo scioccato da ciò visto, il che portò McGucket ad abbandonare il più presto possibile il progetto mentre Ford decise di confrontarsi con Bill: Bill però rivela a Ford di averlo ingannato e che il suo proposito era quello di voler collegare il mondo reale al Regno degli Incubi così da poterlo conquistare e devastare. Ford, preoccupato come non mai, disattiva subito il portale e prende numerose misure di sicurezza: innanzitutto separa le informazioni sul portale nei tre Diari inserendo anche avvertimenti su Bill e continuando per un po' di tempo a scrivervi con inchiostro simpatico, poi crea un dispositivo per codificare i suoi pensieri così da impedire a Bill di entrare nella sua mente (il Progetto Mentem), prepara un bunker-laboratorio nel quale avrebbe potuto nascondersi, e infine decide di separare e nascondere i tre Diari così che le conoscenze contenute in essi non potessero essere riunite facilmente. Ford nel mentre prende queste precauzioni sviluppa una grande paranoia e dopo aver nascosto i Diari #2 e #3, Ford contatta dopo anni suo fratello Stan per spiegargli brevemente l'accaduto, consegnargli l'ultimo Diario così che lo portasse via con sé. Stan però si urta che l'unico motivo per cui Ford lo abbia chiamato era per potergli dare qualcosa ed andarsene il più lontano possibile da lì e quindi decide di bruciare il Diario, Ford però non gli permette di distruggere il suo lavoro e tra i due inizia una rissa: nella lotta il portale viene riattivato, Stan viene involontariamente spinto da Ford su del metallo rovente (il quale gli imprime a fuoco il suo "tatuaggio") e Ford, avendo "abbassato la guardia" preoccupato per il fratello, finisce per essere spinto e risucchiato nel portale senza che Stan riesca a salvarlo.

Per trent'anni, Ford si è quindi ritrovato a viaggiare nelle varie dimensioni parallele ottenendo nuove conoscenze, imparando le arti marziali e diventando un eccellente tiratore; Ford però è ancora determinato a fermare Bill e, pur diventando ricercato in molte dimensioni per questo, riesce a recuperare materiali e tecnologia sufficienti per costruire un'arma capace di distruggere il demone: il destabilizzatore quantico, realizzato (come rivelato nella copia fisica del Diario #3) con l'ausilio di un McGucket di una realtà alternativa. Verrà infine riportato nel mondo reale da Stan, che da quando Ford è scomparso ha fatto di tutto per riportarlo indietro. Tra i due però continua a non scorrere buon sangue e spesso si criticano e punzecchiano l'un l'altro. Ford, passando del tempo con i suoi nipoti (che ovviamente non sapeva di avere), apprezza molto la bislaccheria di Mabel e riconosce in Dipper un più che degno successore al che decide di prendere suo nipote sotto la sua ala protettrice preparandolo a quando si scontreranno ancora con Bill e rivelandogli alcuni suoi segreti. Purtroppo gli sforzi di Ford alla fine si riveleranno vani poiché Bill riesce a rigirare la situazione in suo favore riuscendo nel collegamento del Regno degli Incubi con il mondo reale ed iniziando l'Oscurmageddon. Ford tenta assieme a Dipper di eliminare Bill con il destabilizzatore ma a causa della dilagante stambera causata da Bill, il colpo di Ford è falsato, venendo poi catturato e deriso da Bill e quindi trasformato in una statua d'oro dal demone. Ford verrà depietrificato quando Bill, impedito dal poter uscire da Gravity Falls, gli chiede aiuto ma Ford, asserendo fermamente che preferirebbe morire piuttosto che aiutarlo, viene incatenato e torturato finché non viene salvato da Dipper, Mabel e la squadra di salvataggio. Ford rivela dunque che c'è un altro modo per sconfiggere Bill: un'antica profezia che trovò nelle pitture rupestri nella quale il potere di dieci particolari persone avrebbe fermato una volta per tutte il demone. Quando però la profezia sta per compiersi, le asperità tra Ford e Stan prendono il sopravvento mandando tutto all'aria e permettendo a Bill di catturarli. Bill prova nuovamente a minacciare Ford ma Mabel libera lei, Dipper e Stan per poi farsi inseguire assieme a Dipper da Bill così da guadagnare tempo; Ford, prima che Bill si metta all'inseguimento dei due ragazzini, viene nuovamente intrappolato assieme a Stan e i due hanno così il modo di chiarirsi dopo anni di astio. Per salvare i nipoti e ingannare Bill, Ford e Stan si scambiano di ruolo facendo sì che Bill entri nella mente di Stan così che Ford possa distruggerla con la pistola cancella memoria eliminando Bill nel processo. Il piano va a buon fine ma Stan è sparito, Mabel però riesce a riportare indietro Stan grazie al suo album di ricordi estivi.

Durante la festa del tredicesimo compleanno di Dipper e Mabel, Ford chiede a Stan di dargli una seconda opportunità proponedogli di navigare assieme a lui nel Mar Artico per analizzare delle anomalie verificatesi dopo l'Oscurmageddon e Stan accetta volentieri. Dopo la festa, Ford saluta i nipoti prima che prendano l'autobus per tornare a casa dopodiché, assieme a Stan, i due partono all'avventura come sognavano di fare da ragazzi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) A Tale of Two Stans, Gravity Falls, nº 12, 13 luglio 2015.
  2. ^ (EN) The Last Mabelcorn, Gravity Falls, nº 15, 7 settembre 2015.
  3. ^ Joseph C. Lin, J.K. Simmons to Join Cast of Disney's Gravity Falls, su TIME.com. URL consultato il 14 luglio 2015.