Stand by Me (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stand by Me
Logo
StatoItalia Italia
Fondazionegennaio 2010
Fondata daSimona Ercolani
Sede principaleRoma
GruppoOaktree Capital Management
Persone chiaveFrancesco Nespega, Giuliano Tranqui
Settoresocietà di produzione televisiva
Prodotti
  • Programmi tv
  • Contenuti multimediali
Slogan«We tell stories»
Sito webwww.standbyme.tv

Stand by Me è una società di produzione televisiva e multimediale indipendente con sede a Roma, la cui fondatrice è Simona Ercolani, anche CEO e Direttore Creativo[1]. Dal 2015 la società sigla una partnership con Francesco Nespega e Giuliano Tranquilli. Si occupa di realizzare contenuti originali per la tv, le istituzioni, le imprese e i loro brand.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel gennaio del 2010 la Stand By Me si è specializzata nella creazione, produzione e adattamento di format di intrattenimento per reti televisive e media interattivi in Italia e all’estero. Con l’ingresso dei nuovi soci Francesco Nespega e Giuliano Tranquilli l’azienda ha iniziato a creare contenuti multimediali per aziende, istituzioni e ai loro brand, creando nel 2016 una business unit dedicata.

Tra i programmi televisivi prodotti e ideati da Stand By Me, sono da menzionare Sconosciuti, che ha raggiunto 6 stagioni, più di 300 episodi di messa in onda ed è stato seguito da oltre un milione di spettatori, Emozioni giunto alla sua 5ª edizione e l’adattamento italiano di 16 anni e incinta, arrivato alla 4ª stagione.

L'azienda ha anche adattato format internazionali, tra cui Nuovi Eroi, Apri e Vinci, Prima dell’Alba (Rai3, 2018), Il condannato - Cronaca di un sequestro (Rai3 2018), che ha vinto il premio Moige 2018, I Ragazzi del Bambino Gesù (Rai3, 2017), La vita è una figata, Alta Infedeltà e la serie televisiva per bambini Sara e Marti - #LaNostraStoria.

Nel 2019 Simona Ercolani, CEO e Direttore Creativo di Stand by me, è showrunner della serie Jams.

Produzioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Simona Ercolani, su festivaldelgiornalismo.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]