Stamperia Valdonega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stamperia Valdonega
StatoItalia Italia
Fondazione1948 a Verona
Fondata daGiovanni Mardersteig
Sede principaleCampagnola di Zevio
GruppoGruppo Siz
SettoreEditoria
Slogan«La certezza del miglior risultato»
Sito webwww.stamperiavaldonega.it

Stamperia Valdonega è una tipografia e casa editrice italiana fondata da Giovanni Mardersteig nel 1948.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sull'esperienza dell'Officina Bodoni nata a Lugano nel 1922, l'azienda iniziò la sua attività a Verona, dove fu costruito un primo piccolo edificio nel quartiere Valdonega, nome assunto anche dall'azienda. La Stamperia iniziò la produzione nel 1948 con l'impianto di macchine fonditrici per la produzione diretta dei caratteri di stampa, e macchine tipografiche Monotype e pianocilindriche Johannisberg.

Nel 1952 lo stabilimento fu ampliato e vennero stipulati contratti con alcune case editrici come la Riccardo Ricciardi, l'Editrice Antenore, la Adelphi, la Sansoni, la Collins Publishers, la Folio Society, la Tauchnitz Edition, la Hoffmann & Campe, la Hanser Verlag, la Propylän Verlag, la Limited Editions Club e la New Directions.

Alla morte del fondatore nel 1977 l'azienda mantiene invariata la sua linea sotto la guida del figlio Martino Mardersteig.

Nel 1984 il Metropolitan Museum di New York dedica all'azienda una mostra intitolata The Mardersteig's Work in the Stamperia Valdonega. Nel 1991 il Grolier Club organizza una seconda mostra. Nel 1995 l'attività venne spostata ad Arbizzano in uno stabilimento più ampio e funzionale.

Dall'inizio del 2007 è stata acquisita dal Gruppo SIZ.

La casa editrice[modifica | modifica wikitesto]

Insieme con l'attività tipografica, la stamperia ha prodotto negli anni una serie di edizioni col marchio Edizioni Valdonega, inizialmente in maniera occasionale: nel 1954 pubblicò la Storia politica di Verona di Carlo Cipolla, nel 1956 il Discorso sull'Umanesimo italiano di Carlo Dionisotti e nel 1964 l'edizione degli Studi di bibliografia e di storia in onore di Tammaro De Marinis.

Dalla fine degli anni settanta iniziò un'attività più continuativa; tra le edizioni principali si ricordano il Carteggio dell'ing. Carlo Emilio Gadda con l'Ammonia Casale; Tutte le opere di Niccolò Machiavelli, in undici volumi, con la Bibliografia Machiavelliana; L'Autore e il suo editore di Sigfried Unseld, direttore delle case editrici tedesche Suhrkamp e Insel (in coedizione con Adelphi); Giovanni Mardersteig. Stampatore, editore, umanista; Italian writing Books: Renaissance to Baroque di Stanley Morison Early; il Cimelio tipografico-pittorico di Gian Battista Bodoni, facsimile di un'opera esistente in un unico esemplare e stampata da Bodoni come dono per Napoleone Bonaparte e Maria Luigia; la prima monografia in lingua italiana su Hermann Zapf, calligrafo, disegnatore di caratteri da stampa e per computer; La riforma pretridentina della diocesi di Verona di Gian Matteo Giberti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Adriana Ramelli, L'officina Bodoni di Giovanni Mardersteig, "Gutenberg Jahrbuch" 1955
  • L'Officina Bodoni: libri impressi con torchi a mano, a cura di Franco Riva, Verona, Biblioteca civica di Verona, 1962
  • Franco Riva, Giovanni Mardersteig, principe degli stampatori, Venezia, Centro arti e mestieri, 1962
  • Officina Bodoni, Verona, 1923-1962 : das typographische Abenteuer von Giovanni Mardersteig, Bern, Schweizerisches Gutenbergmuseum, 1963
  • John Ryder, The Officina Bodoni : some notes towards a proper understanding of the work of Dr. Giovanni Mardersteig, master-printer and scholar-publisher of Verona, and how this work became known in England, "Librarium" 1971
  • Rudolf Hagelstange, Ein beispielhaftes Lebenswerk : Laudatio auf Giovanni Mardersteig, Mainz, Gutenberg Gesellschaft, 1978
  • Esposizione dei libri di Giovanni Mardersteig nella Officina Bodoni, Milano, Biblioteca Trivulziana, 1979
  • Franco Riva, Commemorazione di Giovanni Mardersteig, Venezia, Istituto Veneto di scienze, lettere ed arti, 1979
  • Vittorio Enzo Alfieri, Giovanni Mardersteig, il "gentiluomo di Verona" (1892-1977), "Rivista di studi crociani" 1979)
  • Giovanni Mardersteig, L'officina Bodoni i libri e il mondo di un torchio (1923-1977), introduzione di Hans Schmoller, Verona, Edizioni Valdonega, 1980
  • Libreria antiquaria Mediolanum, Aldo Manuzio, Gianbattista Bodoni, Giovanni Mardersteig, Catalogo di vendita n.11., Milano, Libreria Antiquaria Mediolanum, [199.]
  • The Officina Bodoni and the Stamperia Valdonega, New York, The Grolier Club 1992
  • Letizia Tedeschi e Ottavio Besomi, Giovanni Mardersteig a Montagnola : la nascita dell'Officina Bodoni, 1922-1927, Verona, Valdonega, 1993
  • Giovanni and Martino Mardersteig. 60 years of the stamperia Valdonega, Verona, Valdonega, 2008
  • Erica Apolloni, Umanisti del torchio e "dimestiche" stamperie. La privatissima arte nera nella Verona del Novecento. Tesi di laurea, rel. Tita Brugnoli, a.a. 2013-2014, discussa il 29 marzo 2015 presso l'Università degli Studi di Verona, corso di Laurea Magistrale in Editoria e Giornalismo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN152922390 · ISNI (EN0000 0001 0673 3983 · LCCN (ENn88098444 · J9U (ENHE987007352522405171 · WorldCat Identities (ENlccn-n88098444
  Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria